Consolidamento debiti

Il consolidamento del debito è una soluzione per chi si ritrova ad avere molte rate mensili, con interessi diversi e diverse scadenze. Siano esse relative a mutui, prestiti personali, cessioni del quinto dello stipendio o tutti questi finanziamenti insieme.
Ci si può trovare in difficoltà nel seguire le molte scadenze delle rate, ed il consolidamento debiti è una forma di rifinanziamento che sta avendo sempre più successo in Italia ed è sempre più richiesta.

Lo scopo è quello della semplificazione, perché tutte le varie rate vengono appunto, consolidate in un unico pagamento, ma si ha anche un vero e proprio vantaggio di tipo economico, perché la rata unica è solitamente più bassa, si pagano meno interessi e si corrono meno rischi di essere in ritardo nel pagamento e di venire quindi segnalati come cattivi pagatori. Fatto che potrebbe mettere in pericolo la concessione stessa dei finanziamenti in corso, a volte con conseguenze devastanti sulla situazione creditizia e sulla stessa vita familiare.

Possono accedere al consolidamento del debito tutti i lavoratori, non solo quelli dipendenti, ma anche quelli autonomi, presentando l'ultima busta paga o, in alternativa, un documento comprovante il reddito.
Quando tutti i finanziamenti esistenti, vengono accorpati in un'unico prestito, con una singola rata mensile, vengono rivisti sia gli interessi, che il piano di ammortamento. La vita del prestito dunque, può allungarsi oppure accorciarsi, a seconda della risultante rata mensile e dalla disponibilità economica del cliente.
Il rimborso può avvenire tramite versamento in banca mensile della rata, tramite pagamento di una cambiale a scadenza mensile, o laddove ve ne sia la possibilità anche con la cessione del quinto dello stipendio.

Il consolidamento debiti è accessibile a chi è affidabile dal punto di vista creditizio, in assenza di uno scoring molto alto, possono venire richieste le firme di garanti, ma non viene quasi mai concesso a cattivi pagatori.
Se la somma riguardante il rifinanziamento non è particolarmente elevata di parla di prestito di consolidamento. Oltre una certa soglia invece si tratta di mutuo di consolidamento e comporta un'ipoteca immobiliare su un immobile che sia proprietà del richiedente.
Nel caso di mutuo di consolidamento, in genere, il richiedente può scegliere tra il tasso fisso e quello variabile, e la durata di questo finanziamento può andare dai cinque anni, fino addirittura ai quaranta anni.

Essendo moltissime le finanziarie, anche private, che offrono questo tipo di credito, sarà bene informarsi preventivamente sui servizi e relativi costi, comparando diverse proposte.
Con il consolidamento se, ponendo un caso concreto, un cliente ha tre rate di prestito per un totale di € 750,00 mensili ed un debito residuo di circa € 14.000,00, può avere ci sono due possibilità diverse.
O consolidare i tre prestiti personali in corso, con uno nuovo di pari importo, oppure consolidare i tre prestiti personali e richiedere nuova liquidità.
Nel primo caso riducendo il tasso di interesse, aumentando la durata di rimborso del prestito, potrà ridurre la sua esposizione mensile fino ad un quaranta percento. 
Nel secondo caso esposto, pur riducendo l’importo della rata mensile , otterrà nuova liquidità per spese personali.


IN BREVE

Il consolidamento debiti è una soluzione per chi si trova ad avere troppe rate e più finanziamenti accesi contemporaneamente.
Non solo le rate vengono raggruppate ed accorpate in una rata unica, semplificando la vita del debitore. ma viene rivisto il piano di ammortamento e gli interessi applicati.
A seconda delle esigenze sarà dunque possibile allungare la vita del finanziamento, rendendo le rate di conseguenza più leggere, oppure in alternativa, lasciando le rate immutate diminuire il totale di importo dovuto.

Si possono ottenere prestiti a consolidamento, per somme non ingenti, oppure mutui a consolidamento, che richiedono un'ipoteca immobiliare e la cui durata può arrivare a quarant'anni.

Post a comment

Gelati 300p250