Logo Prestiti Online
   

Mutuo contratto

Il contratto per un prestito finanziario come il mutuo presenta un'articolata e complessa fase preliminare.

Consentendo una certa libertà alle parti in causa (mutuante e mutuatario), le procedure e le sequenze degli atti, che portano alla concessione del prestito, possono presentare diverse sfumature tra le varie banche. Questi i punti comunque presenti ed essenziali:

  1. apertura istruttoria
  2. perizia e accertamenti
  3. chiusura istruttoria
  4. atto di mutuo

Approfondiamo...

La domanda per la cocncessione del mutuo

1. il richiedente interessato deve presentare una domanda per la concessione del mutuo, indicando nella documentazione tutti i dati personali, tecnici ed economici necessari alla banca per la valutazione preliminare della richiesta; tali dati devono comprendere le condizioni economiche del mutuatario (indebitamenti, finanziamenti in corso, storia creditizia, protesti, fallimenti, ecc.), la destinazione del prestito e la documentazione accessoria del bene in questione

Esamine della banca

2. la banca esaminerà la richiesta di finanziamento analizzando i documenti consegnati, mentre il bene presentato a garanzia del prestito (ipoteca), verrà valutato da un perito di fiducia della banca stessa, il quale ne descriverà con precisione le caratteristiche e il valore giuridico

Valutazione delle condizioni economiche

3. a seguito della valutazione di tutte le condizioni economiche e tecniche riferite all'affidabilità del richiedente e del bene proposto in garanzia, l'istruttoria si chiude con la delibera di concessione; nel caso in cui non venisse accolta la domanda, la comunicazione è generalmente informale

Contratto effetivo

4. il contratto diventa effettivo; la banca consegna il capitale concesso al richiedente (o al garante) e viene stipulata l'iscrizione d'ipoteca.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631