Logo Prestiti Online
   

Leasing

Il termine leasing deriva dall'inglese "to lease": prendere in prestito, affittare; esso è di uso comune tra i termini finanziari e aziendali.

Immagine descrittica per un leasing per imprese

Il contratto di leasing per la impresa

Il leasing è un contratto di prestito finanziario, ma non è specificatamente regolato dal Codice Civile. Risulta un contratto atipico, che rientra tra il patto di vendita con riservato dominio [art. 1523 - "Nella vendita a rate con riserva della proprietà, il compratore acquista la proprietà della cosa col pagamento dell'ultima rata di prezzo, ma assume i rischi dal momento della consegna."] e il contratto di locazione [art.1571 - "La locazione è il contratto con il quale una parte si obbliga a far godere all'altra un bene e/o servizio per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo."] del Codice Civile.

Sostanzialmente è una sorta di finanziamento così formulato: un istituto finanziario (detto concedente o locatore) compra un bene e/o servizio per metterlo a disposizione in locazione (affitto) ad un soggetto terzo proprio cliente (detto locatario o utilizzatore) dietro al pagamento di un canone periodico.

Il locatario avrà il diritto di riscattare il bene in questione contro il pagamento dello stesso ad un prezzo prestabilito (generalmente inferiore al valore del mercato), ma solo alla scadenza del contratto di locazione.

Il leasing è rivolto esclusivamente a professionisti, imprese e privati per l'acquisto di beni strumentali legati alla propria attività lavorativa.

La società di leasing compra il bene direttamente dal fornitore, ma sarà l'utilizzatore a scegliere il prodotto. Come molte altre formule di prestito finanziario, anche il leasing funziona in tempi molto brevi.

La particolarità sta nel fatto che l'utilizzatore avrà la possibilità di diventare il proprietario del bene, a fine contratto, ad un prezzo vantaggioso (solitamente è pari all'1% del valore effettivo).
Il pagamento del canone è generalmente mensile, spesso il primo importo è superiore a quelli che verranno in seguito.

Essendo il leasing indirizzato ad aziende, è chiaro che per attivare un leasing bisogna essere possessori di Partita IVA. Il tipo di bene "affittato" influenzerà la durata del contratto, i canoni mensili e il prezzo finale al quale potrà essere acquistato.

 

Queste le informazioni necessarie all'avvio di richiesta leasing:

  • tipo di bene con breve descrizione
  • costo del bene (+ iva)
  • dati del fornitore di riferimento
  • modalità di pagamento del fornitore
  • durata richiesta del contratto
  • periodicità del canone

La formula leasing può essere attivata nei seguenti modi:

  • finanziario
  • operativo
  • diretto
  • lease-back

In base alle caratteristiche del bene in questione, si distinguono le diverse tipologie di leasing:

  • targato (per veicoli)
  • strumentale (per impianti, macchinari, attrezzature, arredi, ecc)
  • immobiliare (immobili da costruire o ristrutturare)
  • nautico (per navi, imbarcazioni da riporto)
  • marchi (per registrazione di marchi e brevetti)

Guide tematiche collegate al Leasing:

Finanziamento prestito online

Guide al prestito

Leasing diretto