Protesti: modulistica cancellazione

La cancellazione preventiva e volontaria del protesto prevede casi diversi e diversa modulistica a seconda dei casi.

La cancellazione può avvenire per pagamento del debito, solo entro dodici mesi dal protesto stesso.
Per illegittimità del protesto, a causa di errori, che può essere inoltrata sia per cambiali che per assegni protestati.
Oppure per riabilitazione ottenuta tramite il tribunale.

Nel caso di cancellazione a seguito del pagamento, i documenti da presentare sono i seguenti:
atto di protesto cambiale o del vaglia cambiario, cioè il pagherò protestati
quietanza attestante il pagamento della cambiale, degli interessi e delle relative spese.
Importante tenere presente che TUTTI questi documenti vanno presentati in ORIGINALE.
Nel caso di illegittimità o errore:
ORIGINALE o copia conforme dell'atto di protesto 
Una dettagliata descrizione dei motivi per i quali si ritiene che il protesto sia errato o illegittimo 


Copia autentica del provvedimento dell'Autorità Giudiziaria
Nel caso di cancellazione per riavventa riabilitazione
Originale o una copia conforme dell'atto di protesto 
Copia autentica del provvedimento dell'Autorità Giudiziaria con il quale è stata concessa la riabilitazione.
Su questi moduli andrà apposta la marca da bollo.
Ecco come esempio ciò che vi trovereste di fronte se voleste compilare un modulo per avvenuto pagamento del debito entro i 12 mesi:

Al RESIDENTE della CAMERA di COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO e AGRICOLTURA di
Istanza ai sensi dell'articolo 4 della legge 12 febbraio 1955, n. 77 e successive modificazioni
II sottoscritto .... residente in .... codice fiscale n.
via-piazza telefono
nato il a
quale legale rappresentante della ditta
con sede in in via-piazza codice fiscale n.

PREMESSO che sono stati protestati i seguenti titoli cambiari a firma dell'istante:
1.mporto €
ufficiale levatore
2.

Importo €
 ufficiale levatore

scadenza scadenza 
data del protesto data pagamento
data del protesto data pagamento
che il sottoscritto ha adempiuto al pagamento delle somme recate dai predetti titoli, unitamente agli interessi maturati come dovuti e alle spese per il protesto, come si evince dagli allegati,

CHIEDE
 la cancellazione del proprio nome dal registro informatico dei protesti, ai sensi dell'articolo 4 della legge 12 febbraio 1955, n. 77, e successive modificazioni
data firma 
(allegare fotocopia documento identità)


A questo modulo si aggiungeranno gli allegati, a seconda del tipo di domanda che si presenta, cosi' come sopra elencato.
Sara' possibile reperire tutta la modulistica presso la propria Camera di Commercio.


Nel caso in cui il debitore abbia provveduto al pagamento di tutte le somme dovute, ma l'abbia fatto oltre il previsto termine dei dodici mesi, la cancellazione non é più possibile.

E' pero' possibile inserire una nota dell'avvenuto pagamento. Il termine preciso e' "Annotazione avvenuto pagamento".


Anche per questa evenienza esiste un'apposita modulistica, piuttosto semplice da compilare, e l'elenco dei documenti da presentare in allegato.

A chi rivolgersi:
Come abbiamo detto, alla locale camera di Commercio. In particolare all'Ufficio Protesti.
Sia per la modulistica che per informazioni o visure.

IN BREVE


Per ogni caso di cancellazione esiste una modulistica particolare.

I moduli sono semplici da compilare, va fatta attenzione all'elenco dei documenti da allegare che vengono richiesti in originale.
Nella maggior parte dei casi la firma in calce deve essere autenticata.
Ci si deve rivolgere all'Ufficio protesti della propria camera di Commercio.

Post a comment

Gelati 300p250