Medici convenzionati

I medici ed i professionisti del settore (psicologi, veterinari, farmacisti, biologi, pediatri) convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, pur non essendo lavoratori dipendenti, possono usufruire del prestito restituibile tramite Cessione del Quinto. Può accedervi anche chi è protestato o cattivo pagatore.

Requisiti fondamentali sono: essere in convenzione da almeno un anno con il Servizio Sanitario, con un impiego a tempo indeterminato ed essere soggetti a trattenute previdenziali con i seguenti enti assistenziali: ENPAM - ENPAP - ENPAF - ENPAV - ENPAB.

Non è richiesta alcuna garanzia; il prestito non deve essere motivato; l’ammortamento può avvenire anche in 120 mensilità, tramite trattenuta sulla busta paga di un quinto dello stipendio netto. L’ammontare del finanziamento varia in base alla retribuzione mensile.

Il contratto di Cessione Quinto firmato dal medico sarà notificato all’ufficio Convenzioni della ASL di appartenenza la quale dovrà versare le rate all’ente finanziario.

Il medico che vuole ottenere un prestito reso tramite Cessione del Quinto, deve essere convenzionato con uno di questi Enti del Servizio Sanitario Nazionale:

APSS - USL - ASL - USSL - AUSL - ASSL - OSPEDALE - PRESIDIO OSPEDALIERO - AZIENDA OSPEDALIERA - ULSS - AS POLICLINICO - POLISPECIALISTICA - ASO - SSN - ENTE OSPEDALIERO.

Documenti necessari:

  • Documento d’Identità o Patente
  • Codice Fiscale o Tesserino Sanitario • Fotocopia delle ultime 2 buste paga
  • Fotocopia dell’ultimo CUD
  • Certificato di stipendio in doppia copia
  • Stato di Servizio rilasciato dalla ASL di appartenenza, in duplice copia
  • Dichiarazione delle competenze relative all’ultimo anno, rilasciata dalla ASL

Post a comment

Gelati 300p250