Può la banca cancellare un conto corrente dopo un protesto

Prendendo in esame il protesto per emissioni di assegni a vuoto, corre l'obbligo prima di tutto ricordare che esistono termini precisi per presentare gli assegni all'incasso, e non sono tempi certamente molto lunghi.
Vanno da una settimana per gli assegni su piazza a poche settimana per gli assegni fuori piazza, il tempo varia a seconda che il luogo sia all'interno della comunità europea o diverso paese.

Quindi, nel caso di contestazioni e problemi, verificare che l'assegno sia stato presentato all'incasso rispettando i tempi stabiliti dalle normative.

Quando ci si rende conto che non si hanno i fondi sufficienti alla copertura di un assegno già emesso, e l'assegno in questione non e' stato presentato allo sportello entro i tempi dovuti, occorre farlo presente alla propria banca e iniziare immediatamente la procedura per bloccare l'assegno o gli assegni. 
La procedura non e' automatica, deve essere iniziata immediatamente dal firmatario dell'assegno. In assenza di questo tipo di iniziativa, non ci sarà nulla da poter fare in seguito.
Anche in caso di assegni post datati, che comunque sono illegali, il possessore dell'assegno potrà presentare all'incasso l'assegno ricevuto prima della data indicata. Non solo si verrà protestati, in caso di fondi insufficienti, ma si incorrerà anche in un reato, colpito da sanzione, per via dell'illecita degli assegni post datati.
In caso di protesto avvenuto, la banca ha il diritto legale di chiudere l'esistente conto corrente, e di solito a dire il vero e' esattamente ciò che fa.

In subordine può decidere di modificare i parametri del conto esistente limitando le possibilità del cliente.
Viene, per esempio, richiesta la restituzione immediata e la successiva cancellazione della carta di credito, qualora in possesso del cliente protestato. Vengono altresì richiesti tutti i libretti di assegni ancora in possesso del cliente e vengono controllate le matrici. Se qualche assegno risultasse mancante, (succede ad esempio quando si sbaglia a compilare un assegno e quindi lo si distrugga), 
potrebbero insorgere problemi e la banca potrebbe richiedere di firmare una dichiarazione, con la quale ci si assume ogni responsabilità nel caso qualcuno presenti all'incasso uno o più di questi assegni.
Per la legge italiana ogni banca ha il diritto insindacabile di concedere, o non concedere, servizi, e di decidere autonomamente quali servizi concedere a chi.

Nemmeno i controlli effettuati sui singoli, o sulle imprese, sono gli stessi per ogni banca.
E' buona regola dunque, non affidarsi al parere di una sola banca o istituto, ma interpellarne diverse, prima di prendere una decisione.

Le banche si regolano in maniera totalmente autonoma anche quando si tratta di un conto in sofferenza o per le garanzie da richiedere.
La legge 386 del 1990 comunque fornisce un'alternativa nei casi di assegni passabili di protesto: chi ha emesso l'assegno, avrà sessanta giorni di tempo per pagare al beneficiario l'intera somma. Inclusi naturalmente interessi di mora, le spese amministrative e una penale del 10% sull'intera somma dell'assegno.


Questo scongiurerà il protesto, le sanzioni ulteriori, e riporterà il conto corrente allo stato e condizione precedente, anche se molte banche decidono di limitare i servizi ai clienti che considerano a "rischio".
Ripetiamo, ogni banca agisce in autonomia completa e a suo insindacabile giudizio.
I conti correnti concessi ai protestati, sono chiamati conti base. Sui quali si può accreditare, si possono disporre pagamenti, ma non vengono rilasciati ne' assegni, ne carte di credito.

IN BREVE


Le banche di solito chiudono il conto ai clienti che abbiano subito un protesto. Ogni banca agisce comunque in completa autonomia e non tutte hanno la stessa politica nei confronti dei clienti. In caso di problemi con assegni, verificare prima sempre che sia stato incassato entro i tempi stabiliti.
Il conto di un cliente protestato può essere chiuso totalmente oppure trasformato in un conto base, negando l'accesso solo ad alcuni tipi di servizi.

Post a comment

Gelati 300p250