Vendite giudiziarie ed altri tipi di aste

Nei regolamenti dei Comuni di tutta Italia, sta scritta, più o meno la stessa regola. Il comportamento da tenersi nel caso si venisse in possesso di un oggetto di cui non si conosce il proprietario.


Lo si deve portare a un apposito ufficio, dove un addetto si preoccupa di catalogare l'oggetto in questione , sulla base di precise categorie merceologiche, e di repertarlo, dopo averlo schedato. Prendendo nota della persona che ha riportato l'oggetto, il luogo del ritrovamento e la data.

Questa in linea di massima la procedura. E non subisce grosse variazioni di Comune in Comune.
Da quel momento l'oggetto verrà tenuto in custodia, e laddove possibile, le forze di polizia cercheranno di ritrovare il legittimo proprietario ed avvertirlo dell'oggetto in giacenza.

Gli oggetti in giacenza e non reclamati da nessuno, vengono anche pubblicati su un elenco apposito, nella speranza sempre di ritrovare il loro legittimo proprietario, ed in genere sono anche visionabili, almeno dietro richiesta, oppure al pubblico in generale in specifiche giornate. Di solito circa una volta al mese, nei locali comunali o delle forze di polizia, viene organizzata un'esposizione degli oggetti in giacenza.
Una volta trascorso un anno, più trenta giorni senza che nessuno si sia presentato a reclamare l'oggetto, questo diventa di proprietà comunale e viene di solito battuto all'asta.

I proventi dell'asta finiscono nelle casse del Comune ad incrementare il bilancio.
Ogni lettore si potrà rivolgere al proprio Comune di residenza per ottenere informazioni sui luoghi e le date degli oggetti battuti all'asta.
Anche le Ferrovie dello Stato utilizzano più o meno la stessa procedura. Sono moltissimi gli oggetti rinvenuti sui treni e mai reclamati dai legittimi proprietari. In ogni città, circa una volta all'anno, si tengono le aste degli oggetti rinvenuti dalle Ferrovie dello Stato che hanno ultimato e superato il periodo di giacenza prescritto per legge.
Nel casi di Bologna ad esempio le aste si tengono durante il mese di Giugno in alcuni locali in prossimità la stazione principale. Ognuno si potrà rivolgere alla stazione ferroviaria della propria città, per ricevere informazioni dettagliate.

LE ASTE GIUDIZIARIE

Si svolgono vendendo all'incanto beni preventivamente posti sotto sequestro per insolvenza.
Nel caso di aste giudiziarie i beni possono essere anche beni immobili. Le aste sono regolate dall'articolo 579 del codice di procedura civile, il quale recita che " ognuno, eccetto il debitore, è ammesso a fare offerte all'incanto"
Se non si desidera essere presenti personalmente, comunque, si potrà partecipare delegando qualcuno, con apposita delega per iscritto e formale.

Il nome della persona che si aggiudica un'offerta per procura, cioè tramite una terza persona, deve venire verificato o subito prima dell'asta o entro tre giorni dall'avvenuta aggiudicazione del bene.
Per partecipare ad un'asta giudiziaria, bisogna prima avere messo a disposizione una cauzione, solitamente il 10% del bene che poi andrà battuto al miglior offerente.

La percentuale del 10% viene calcolata su quella che sarà la base d'asta, cioè il prezzo di partenza, mentre nessuno conosce prima, naturalmente, il prezzo di aggiudicazione.
Nel caso in cui l'oggetto vada invenduto, verrà ripresentato all'asta in futuro con un prezzo di partenza piu' basso.
Le offerte sono irrevocabili, tranne che a posteriori non vengano registrate irregolarità tali da inficiare l'asta.
Anche l'aggiudicazione finale è irrevocabile, ed obbliga al pagamento in solido del bene.
Il pagamento del bene acquisito tramite asta giudiziaria, deve avvenire entro e non oltre i sessanta giorni dopo l'aggiudicazione.

IN BREVE

In ogni città si tengono molteplici aste, che possono essere una forma conveniente di investimento.
Dai comuni e dalle Ferrovie dello Stato vengono messi all'asta gli oggetti smarriti e mai reclamati.
Dalle varie sedi di banco dei pegni, si tengono aste ed anche vendite dirette, dei beni che non vengono riscattati. Cioè nel caso in cui non si sia restituita la somma prestata e si sia perso ogni diritto sulla proprietà dell'oggetto.

Ci sono infine le aste giudiziarie, sui beni sequestrati agli insolventi, che vengono solitamente annunciate sui quotidiani locali.

Post a comment

Gelati 300p250