Elementi del contratto

Per legge il contratto di Cessione del Quinto rilasciato dalle banche e dagli enti finanziatori deve contenere:

1. Il nome dell’istituto di credito che eroga il prestito

2. le modalità di finanziamento

3. la durata dell’intero finanziamento (che non può essere superiore a 120 mesi)

4. le condizioni di spesa applicate al finanziamento

5. l’importo dell’intero finanziamento erogato

6. l’importo della rata (che non può superare il quinto dello stipendio percepito dal lavoratore)

7. la periodicità delle rate, con cadenza mensile

8. la data di scadenza delle rate

9. il numero delle rate

10. l’importo della rata (che deve essere fisso per tutta la durata dell’ammortamento; a meno che non vi sia, nel corso del finanziamento, una rinegoziazione per ottenere una rata d’importo inferiore)

11. il tasso di interesse applicato

12. il TAN = Tasso Annuo Nominale (espresso in percentuale ed applicato all’importo lordo del finanziamento; esprime la misura nominale annua degli interessi applicati al finanziamento; deve essere fisso fino all’estinzione del prestito e non contiene gli oneri accessori)

13. il TAEG = Tasso Annuo Effettivo Globale o ISC = Indicatore Sintetico di Costo (espresso in percentuale; è un importante indicatore del costo del finanziamento ed è comprensivo degli oneri accessori e quindi include tutti i costi del finanziamento: spese d’istruttoria, commissioni bancarie, spese di revisione del finanziamento, spese di apertura e di chiusura delle pratiche di credito, oltre agli interessi sul prestito)

14. il conteggio dei costi non inclusi nel TAEG

15. le specifiche dei casi in cui il TAEG può essere soggetto a modifiche

16. le spese d’istruttoria (voce di costo a carico di chi contrae il prestito; includono le spese di gestione del contratto)

17. le spese di un’eventuale estinzione anticipata (che non può avvenire prima di aver saldato il 40% dell’intero ammortamento del prestito)

18. la copertura del premio assicurativo (che può variare a seconda del tipo di lavoro e che viene scalato, all’inizio del finanziamento, dall’importo effettivo erogato al richiedente)

19. l’elenco delle eventuali garanzie aggiuntive richieste

20. gli interessi di mora applicati in caso di mancato pagamento o ritardato pagamento di una o più rate

21. le eventuali commissioni bancarie (voce di costo sulle spese d’istruttoria, importante da valutare)

22. le eventuali commissioni da riconoscere agli intermediari

23. il consenso del trattamento ai dati personali, per le leggi sulla privacy

24. le modalità in caso di Cessione a Terzi

Post a comment

Gelati 300p250