La sicurezza nelle Carte di Credito

Sia le carte di credito che le prepagate o i bancomat, sono carte di pagamento; strumenti che consentono di non utilizzare contante, ma di effettuare ugualmente pagamenti ed una serie di operazioni bancarie.
La sicurezza di questi strumenti è diventata la nuova sfida degli ultimi anni, a causa di un aumento incredibile di frodi perpetrate ai danni dei possessori legittimi.

Le frodi non avvengono solo su internet, tramite il phishing o il furto dei dati.
I dati delle carte possono venire clonate potenzialmente da chiunque abbia intenzioni illegittime ed entri in possesso dei dati di una carta, dal ristorante alla pompa di benzina. Tramite sofisticati meccanismi elettronici è stato possibile ai malintenzionati carpire i dati delle carte utilizzate ai bancomat o al supermercato dai legittimi proprietari.

Quali misure si stanno dunque adottando per proteggere questo strumento comunque comodo?
Una misura efficace che è stata introdotta da quasi tutti i gestori, è quella della comunicazione tramite sms. Prima che questa misura fosse introdotta l'estratto conto dell'attività legata alle carte di credito veniva emessa solo una volta al mese.
Troppo tardi per accorgersi di spese e prelievi non autorizzati.
Con l'introduzione dei messaggi via sms ad ogni utilizzo delle carte, il legittimo possessore si accorge immediatamente di qualunque attività sospetta.

Attenzione però, molti gestori non mandano nessuna comunicazione per spese sotto una certa soglia, spesso dieci euro. Un malintenzionato dunque potrà continuare a prelevare piccole somme, di cui anche noi faremo fatica ad accorgerci, e avendo a disposizione una cinquantina di carte di ignari, pagarsi delle bellissime vacanze a spese nostre.

I criminali più aggressivi non si "limitano" a questo. Svuotano il conto, o raggiungono il limite massimo di spesa, nottetempo, quando sono sicuri che il cellulare sia spento. Al mattino si troverà la comunicazione ed il conto vuoto.

I consigli più comuni sono quelli di usare prepagate per acquisti in rete, mai fornire il numero di carta dietro richiesta telefonica di sconosciuti, mai fornire il Pin insieme al numero della carta di credito e in caso di attività sospetta bloccare immediatamente la carta telefonando al proprio gestore o alla propria banca.

Se state effettuando un pagamento in un negozio e vi accorgete che l'addetto "striscia" la vostra carta più di una volta, pretendete l'annullamento dell'operazione.

Al momento in cui si stipula un nuovo contratto per una carta di credito, occorre informarsi sempre su quali siano i termini in caso di furto o smarrimento.

Se la carta viene usata impropriamente quale è la procedura da seguire? Vi verranno rimborsate le somme rubate? E ci saranno spese aggiuntive?

Queste le domande principali da porre.
Ora le nuove carte sono dotate di microchip, ed offrono una sicurezza maggiore.
Il microchip consente di criptare tutte le informazioni contenute sulla carta di credito e di renderle dunque di difficile accesso anche agli hackers più esperti. In ogni caso non tenete mai il numero del pin annotato e ben visibile nel portafoglio, e prima di gettare le comunicazioni cartacee della vostra banca, rendetele illeggibili.Molti furti di identità sono cominciati proprio dai cassonetti dell'immondizia.

In breve alcuni consigli sulle carte di credito e la loro sicurezza:
Poche regole per semplificare la vita ed aumentare la sicurezza nell'utilizzo di carte di credito e bancomat:
- non rilasciare mai il vostro numero Pin segreto a sconosciuti
- copritevi sempre la mano quando inserite il pin ad uno sportello Pin e assicuratevi che l'apparecchio non sia visibilmente manomesso
- diffidate di chi vi chiede informazioni personali tramite email o siti web.
- attivare un servizio di avviso SMS su telefonino quando si utilizza la carta di credito può essere un buon metodo per il monitoraggio su operazioni sospette.

Post a comment

Gelati 300p250