I Titoli di Stato

I Titoli di Stato italiani sono obbligazioni emesse dal MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze) per conto dello Stato, per reperire liquidità; il ricavato è usato per finanziare attività, servizi pubblici, o per pagare il debito pubblico italiano.
Sono garantiti ed assicurati dallo Stato; possono investire in questi titoli sia gli istituzionali che i privati per cui si può dire che sono prestiti che il cittadino fa allo Stato.

I Titoli di Stato si dividono in categorie con cedole o senza cedole1, si differenziano in Titoli a Zero Coupon (senza cedole), Titoli a Tasso Variabile (con cedola variabile) e Titoli a Tasso Fisso (con cedola fissa).
Il loro rendimento è dato dal tasso di interesse.

Il valore di un Titolo Obbligazionario è influenzato da alcuni fattori come: la Durata del Titolo (cioè la sua scadenza), l'Affidabilità Creditizia (ovvero il rischio di insolvenza dell'emittente il titolo, nel caso non sia più in grado di restituire il capitale), il Rating (la valutazione di qualità del titolo)

I Titoli di Stato vengono emessi tramite asta, dove viene fissato il prezzo finito, ovvero comprensivo delle commissioni di chi le sottoscrive e le piazza sul mercato (di solito banche ed enti finanziari); successivamente possono essere acquistati sul mercato secondario, tramite gli intermediari stessi che le hanno comprate all'asta.

I Titoli sono iscritti nel Gran Libro del Debito Pubblico dove risultano i nominativi dei possessori dei titoli e tutti i dati riguardanti i titoli stessi, inoltre non sono soggetti ad imposta di successione e non rientrano nell’imponibile ereditario.

I Titoli di Stato:

⁃ BOT: (Buoni Ordinari del Tesoro)
⁃ BTP: (Buoni del Tesoro Poliennali)
⁃ BTP Italia - (Buoni del Tesoro Poliennali italiani)
⁃ BTP€i: (Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all'Inflazione Europea)
⁃ CCT: (Certificati di Credito del Tesoro)
⁃ CCTeu: (Certificati di Credito del Tesoro indicizzati all'Euribor)
⁃ CTZ: (Certificati del Tesoro Zero Coupon)

I Titoli di Stato sono disciplinati dalle norme contenute nel Libro IV del Codice Civile:
Libro Quarto - Delle obbligazioni

  • Titolo I - Articoli 1173 - 1320 - Delle Obbligazioni in Generale
  • Titolo II - Articoli 1321 - 1469 - Dei Contratti in Generale
  • Titolo III - Articoli 1470 - 1986 - Dei Singoli Contratti
  • Titolo IV - Articoli 1987 - 1991 - Delle Promesse Unilaterali
  • Titolo V - Articoli 1992 - 2027 - Dei Titoli di Credito
  • Titolo VI - Articoli 2028 - 2032 - Della Gestione di Affari
  • Titolo VII - Articoli 2033 - 2040 - Del Pagamento e dell'Indebito
  • Titolo VIII - Articoli 2041 - 2042 - Dell'Arricchimento senza Causa
  • Titolo IX - Articoli 2043 - 2059 - Dei Fatti Illeciti

1Titolo senza cedola
Che non prevede il pagamento degli interessi tramite cedole periodiche.
Il possessore dell'obbligazione avrà un rendimento, in un'unica soluzione, alla scadenza del titolo.

I Comuni, le Province e le Regioni possono emettere Buoni Ordinari:
BOC (Buoni Ordinari Comunali) emessi dai Comuni
BOP (Buoni Ordinari Provinciali) emessi dalle Province
BOR (Buoni Ordinari Regionali) emessi dalle Regioni

Agli sportelli delle Poste Italiane si possono acquistare i BFP (Buoni Fruttiferi Postali)

Post a comment

Gelati 300p250