Le Carte di Credito Classiche

Le carte di credito, di ogni tipologia, sono tra i prodotti più importanti e di maggior utilizzo per ogni istituto bancario, in tutto il mondo.
Non solo sono strumenti di pagamento, ma consentono anche molte delle operazioni per le quali, fino a poco tempo fa, ci si doveva recare agli sportelli. Sia sportelli bancari, che gli sportelli della posta o delle varie utenze, per pagamenti che ora vengono automaticamente addebitati, senza alcuna perdita di tempo, appoggiandosi alla propria carta di credito.

Le carte di credito classiche hanno un numero stampato in rilievo ed una data di scadenza, che identificano la nostra carta, ed un numero di sicurezza stampigliato sul retro, che serve quando si compiono transazioni in assenza di Pos. Cioè senza la "strisciata" della carta che legga la banda magnetica. Magari perché stiamo acquistando per telefono o su Internet.

Il Pin invece, (il Personal identification Number) è bene tenerlo segreto, non conservarlo nel portafoglio insieme alla carta di pagamento, e non comunicarlo mai a nessuno.
Poiché a nessuno deve servire tranne che al legittimo possessore della carta, se qualcuno vi chiede qual'è il Pin della vostra carta, potete essere certi delle sue non legittime intenzioni.

La propria carta di credito, sia essa operante sul circuito Visa, Mastercard, o magari American Express, si può utilizzare praticamente in tutto il mondo, dovunque sia presente tale circuito. Sia per pagare acquisti che per prelevare moneta in valuta locale, operazione questa che ci costerà una piccola provvigione alla banca estera oltre che alla nostra.
In pratica anche in viaggio di lavoro o in vacanza, le carte di pagamento hanno sostituito il denaro contante, i travel checques ed i vouchers.

In genere le carte di credito vengono concesse senza troppe difficoltà nel momento in cui si apre un conto corrente con una banca, e a quel conto collegate per i pagamenti in automatico e per il prelievo delle rate di restituzione.
Vengono concesse facilmente, dicevamo, tranne ad esempio il caso di problemi del cliente richiedente relativamente al credit score, caso in cui la banca sarà naturalmente restia a concedere qualsivoglia forma di credito.

La carta di credito è nominale e può essere utilizzata solo dal titolare (possono esserci più titolari in caso di carta cointestata), in caso di acquisto presso un negozio o esercizio commerciale, si considera valida la transazione solo se corredata di firma del titolare sulla ricevuta.
La banca ha in suo possesso l'originale della firma del cliente, in caso di falsificazione dunque la contestazione sarà piuttosto semplice.
Per l'utilizzo ed il mantenimento della carta di credito ci sono dei costi, sia fissi che variabili, e sono diversi a seconda del tipo di carta ed anche a seconda della carta.
Ci sono anche carte di credito sul mercato, pubblicizzate a "costo zero", senza cioè spese di mantenimento e quote mensili o annuali. Di solito su queste carte si ha comunque un limite di spesa sensibilmente più basso.

La somma spesa con la carta è pagabile il mese successivo o per intero, a saldo cioè dell'intera somma spesa, o a rate.
Nel caso di carta con pagamento a saldo si avrà il beneficio di poter ritardare il pagamento di qualche settimana, usufruendo però subito dell'acquisto o del servizio, mentre per il pagamento a rate, si dilaziona il saldo ma alla spesa vanno naturalmente aggiunti gli interessi.
Se si desidera cambiare la propria carta con un'altra più conveniente, occorre disdire il contratto siglato con la propria banca, le condizioni le troveremo sul contratto stesso, solitamente sotto la clausola "recesso", di solito occorre un certo tempo di preavviso. Mentre se le nostre condizioni economiche mutano per iil peggio, la banca può richiedere la restituzione quasi immediata della carta di credito.

In breve sulle carte di credito classiche:
Le carte di credito sono spesso il prodotto di punta delle banche, la punta di diamante. Ne esistono di molto diverse tra loro, sia in termini di utilizzo che di costi per il mantenimento, nonché per il limite di spesa e il metodo di restituzione della spesa stessa. In una soluzione unica il mese successivo all'utilizzo, oppure a rate, con aggiunta di interessi. Anche se presentano dei ben noti rischi di contraffazione, le carte rimangono gli strumenti più comodi per quasi tutte le transazioni finanziarie.

Post a comment

Gelati 300p250