I Prestiti a Genova e in Liguria

Cos'è un prestito?

Un prestito è la cessione di un quantitativo di denaro, per un determinato periodo di tempo, al termine del quale la somma finanziata dovrà essere restituita maggiorata degli interessi.

Il prestito deve essere erogato da un ente autorizzato, su domanda del cliente; il cliente si impegna a restituire l’importo erogato secondo regole e piani stabiliti da un contratto scritto e firmato da entrambe le parti contraenti.

Un prestito può essere di due tipi: finalizzato o non finalizzato (quest’ultimo è detto anche personale)

Il Prestito Finalizzato è legato all’acquisto di un bene e viene spesso offerto da centri commerciali per aumentare il volume degli acquisti permettendo, anche a chi non dispone immediatamente di una determinata somma, di poter acquistare.

Il Prestito non Finalizzato o personale non è subordinato all'acquisto di alcun bene o servizio: la somma viene erogata direttamente al cliente dall’agenzia, banca o società finanziaria.

Tipi di prestiti

Esistono vari tipi di prestiti, i più diffusi sono:

  • cessione del quinto
  • prestito delega
  • prestiti personali
  • consolidamento debiti
  • prestito fiduciario 

La Cessione del Quinto è un tipo di prestito personale rivolto ai lavoratori dipendenti, sia statali che privati per il quale non occorre motivare la richiesta e che può essere concesso anche in presenza di protesti o di altri finanziamenti in corso. Si tratta di un prelievo alla fonte sulla busta paga o pensione, di una cifra che non può mai superare il 20% dell’importo netto della busta stessa.

Il Prestito con Delega è rivolto a dipendenti a tempo indeterminato di  società di capitali, cooperative e società a responsabilità limitata. Le principali caratteristiche sono una durata: fino a 10 anni  richiedono un periodo di assunzione minima di 6 mesi. E’ finanziabile anche chi ha appena acceso una cessione del quinto o non ha disponibilità di TFR.

Il Prestito per Consolidamento Debiti permette di estinguere tutti i finanziamenti attivi e pagare un’unica rata mensile di importo più basso. Tramite il prestito per consolidamento debiti è infatti possibile ridurre il carico mensile delle rate e ottenere anche importi aggiuntivi senza l’obbligo di fornire una particolare motivazione, prolungando la durata dell’estinzione.

A differenza dei mutui, quindi, i prestiti non dispongono della garanzia di un bene immobile acquistato da parte del debitore che possa coprire un'eventuale insolvenza. Dato l'alto rischio per l'istituto creditore spesso vengono chieste garanzie personali come la firma di una persona che faccia da garante, una busta paga, etc.

Il Prestito Fiduciario viene erogato tramite assegni ordinari o bonifici bancari e può essere sommato anche ad altri eventuali prestiti. Il rimborso del prestito fiduciario può avvenire tramite cambiali che permettono ai dipendenti pubblici e privati di non avere trattenute sulla propria busta paga. Il prestito fiduciario viene emesso anche a studenti meritevoli e tramite opportune regolamentazioni decise dai singoli istituti d'istruzione promuove una serie di condizioni particolarmente agevolate per venire incontro agli studenti che devono sostenere spese d'affitto e acquistare materiale didattico. 

Le condizioni di un prestito

Il tasso d'interesse è uno degli aspetti che occorre valutare nel momento in cui ci si appresta a scegliere un finanziamento e indica essenzialmente il modo in cui sono calcolati gli interessi sulla somma ricevuta in prestito, intendendo con interessi quella percentuale aggiuntiva sul capitale che andremo a versare a chi ha erogato il finanziamento per ripagarla del servizio fornitoci.

Esistono due principali tipologie di tassi di interesse: il tasso fisso ed il tasso variabile; nel caso dei prestiti a tasso fisso, il tasso d'interesse (e quindi l'importo della rata mensile del finanziamento) è fisso per tutta la durata del contratto e il piano di estinzione non subisce variazioni dipendenti dall'andamento del mercato. Nel caso dei prestiti a tasso variabile, invece, il tasso di interesse risulta strettamente legato all'andamento dei tassi di mercato e quindi l’importo della rata può aumentare o anche diminuire.

Quando si deve scegliere tra più offerte di finanziamento è bene non limitarsi alla valutazione della sola rata mensile.
Indubbiamente si tratta di un’operazione non semplice, in quanto le voci di spesa di un finanziamento possono essere numerose:

  • importo erogato
  • interessi,
  • oneri accessori
  • eventuali spese iniziali
  • costi assicurativi

I tassi dei prestiti

In generale, gli elementi che è opportuno considerare prima di sottoscrivere un contratto di finanziamento sono: TAN (Tasso Annuo Nominale) e il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) altrimenti detto ISC (Indice Sintetico di Costo)

Il TAN rappresenta il tasso di interesse, espresso in percentuale e su base annua, applicato al capitale finanziato; viene utilizzato per calcolare, a partire dall’importo finanziato e dalla durata del prestito, la quota di interesse che andrà e che, sommata alla quota di capitale, andrà a determinare la rata di rimborso. Il TAEG è una misura, espressa in termini percentuali, del costo complessivo del finanziamento. Diversamente dal TAN, il TAEG (o ISC) è comprensivo di eventuali oneri accessori, quali spese di istruttoria e spese assicurative, che sono a carico del cliente.

Tuttavia la normativa italiana consente, sotto alcune condizioni, una certa discrezionalità, escludendo o includendo nel calcolo del TAEG alcune voci: le spese assicurative ad esempio, se facoltative, possono essere escluse dal calcolo. Occorre, quindi, fare attenzione e considerare attentamente la propria spesa complessiva, analizzando di volta in volta le singole voci dell’offerta che viene proposta. Quando si confrontano due o più offerte di prestiti personali il TAEG rappresenta un elemento di confronto corretto se i prestiti presentano le medesime caratteristiche per importo, durata, altri costi possibili. Quando vi sono spese accessorie oltre al TAN è opportuno sottolineare che: a parità di ammontare finanziato il TAEG si riduce all’aumentare della durata del prestito; a parità di durata il TAEG di riduce all’incremento dell’importo del prestito.

Qui di seguito alcuni operatori di credito, teniamo a precisare che queste segnalazioni non sono a pagamento e che non siamo affiliati a tali attività. 

Prestiti e finanziamenti in Genova:

Gruppo Banca Carige – Cassa di Risparmio Genova e Savona
Via Cassa di Risparmio 15 - 16123 Genova
Telefono: 010.57.92.666 - Numero Verde 800.03.05.83

BANCA PASSADORE & C. spa
Via E. Vernazza 27 - 16121 Genova - Telefono: 010.53.931 - Fax: 010.53.931

Ufficio poste impresa – Genova 6
Via di Francia 3/Rosso - 16149 Genova
Telefono: 010.64.66.627 - Fax: 010.64.29.533

Mediatori Creditizi in Genova:

COARGE - Cooperativa Artigiana di Garanzia della Provincia di Genova
Via Bombrini, 16 - 3° piano (Zona Fiumara)
Tel 010-6467190 Fax 010-6438321
e.mail: segreteria@coarge.it
ORARI DI UFFICIO: DAL LUNEDI AL VENERDI 8.30-12 e 14-17
Iscritta ALBO SOC. COOP. A150283

Abati Michela – promotore finanziario
Via Blele' 2/8 - 16143  Genova
iscritta all'albo dal 06/02/2007 - numero iscrizione 15748

Acciai Luca - promotore finanziario
Via Martin Piaggio 13/15 - 16122  Genova
iscritto all'albo dal 03/01/2002 - numero iscrizione 13409

Bastianelli Maurizio - promotore finanziario
Intermediario presso: AZIMUT CONSULENZA PER INVESTIMENTI SIM SP
Via Crosini 6 - 16148  Genova
iscritto all'albo dal 28/01/1992 - numero iscrizione 5949

Crupi Annamaria – promotore finanziario
Via Accinelli 34 -  16136  Genova
iscritta all'albo dal 18/09/2001 - numero iscrizione 13262

Post a comment

Gelati 300p250