Guida ai tipi di prestito per la città di Frosinone

Frosinone è una città del Lazio capoluogo dell'omonima provincia, spesso identificata anche come capoluogo della Ciociaria. E’ un importante nodo di comunicazione del Lazio meridionale ed esiste fin dall'epoca preromana, l'economia cittadina è legata soprattutto al settore industriale e commerciale, per questo motivo sono interessanti le possibilità di accedere a finanziamenti o prestiti con interessanti condizioni di fruizione.

Con la parola prestito indichiamo una cessione di denaro in una tantum, su promessa di restituzione della somma richiesta tramite rate a scadenza fissa, più gli interessi aggiuntivi. Le condizioni di restituzione dell’importo prestato sono elencate in un contratto scritto che viene firmato da entrambe le parti (cliente ed ente erogante), dove sono definite in modo chiaro le regole di erogazione e restituzione degli importi dovuti nonché gli interessi da pagare.

Un prestito può essere di due tipi: finalizzato o personale quest’ultimo è detto anche non finalizzato

Il prestito finalizzato richiesto in Frosinone o in una altra città italiana è necessariamente legato all’acquisto di un bene o servizio; lo troviamo pubblicizzato spesso da centri commerciali e grandi catene di Frosinone e di tutto il Lazio per promuovere l’acquisto di elettrodomestici e altri beni di consumo, anche per chi non dispone immediatamente dell’intera somma di denaro.

Invece il prestito personale non è vincolato all'acquisto di un bene materiale: la somma viene erogata direttamente al cliente dall’ente erogante; il cliente non deve giustificare l’accensione del prestito o fornire indicazioni su come l’importo verrà utilizzato.

Esempi d’utilizzo di prestiti personali non finalizzati sono: improvvise spese mediche, matrimonio, nascita di un figlio e tutte quelle situazioni d’emergenza o dove è richiesta liquidità in tempi rapidi.

Tipi di prestiti richiedibili in Frosinone e in tutto il Lazio

Esistono vari tipi di prestiti, i più diffusi in Frosinone sono:

  • Prestiti Cessione del Quinto
  • Prestito Delega
  • Prestiti Personali
  • Consolidamento Debiti

La Cessione del Quinto dello stipendio o pensione interessa i lavoratori dipendenti, sia statali che privati ed i pensionati e rientra nella categoria dei prestiti personali. Può essere concesso anche in presenza di altri finanziamenti già attivi o anche di protesti (cattivi pagatori).
Si tratta di un prelievo sulla busta paga o pensione da parte dell’ente erogatore prima che questa venga liquidata al dipendente o pensionato. La cifra prelevata non può mai superare un quinto dell’importo totale della busta stessa

Il Prestito Delega è una Cessione del Quinto “raddoppiata”, nel senso che con questo finanziamento il richiedente si impegna a restituire la somma con la trattenuta di due quinti dello stipendio, da rimborsare sempre attraverso le stesse modalità.
Si può ricorrere a questa soluzione per accedere a un credito maggiore rispetto a quello disponibile con la semplice Cessione del Quinto.

Nel caso si abbiano diversi prestiti già attivi con svariate rate da pagare si può pensare di effettuare un prestito per Consolidamento Debiti, perché questo permette di estinguere tutti i finanziamenti attivi e pagare un’unica rata mensile ad un diverso ente.

Il prestito per consolidamento debiti è nato per risanare le posizioni debitorie. Si procederà con una somma dei debiti in corso, ottenendo una sola rata, gli interessi da pagare saranno maggiori perché comprenderanno quelli del debito non risolto e quelli del nuovo finanziamento, più le spese del nuovo finanziamento. La dilazione potrà variare da 5 anni fino ai 25 anni.

Accedendo al prestito per consolidamento, oltre a ridurre il carico delle rate mensili (operazione che si ottiene allungando la scadenza del rimborso), si possono eventualmente ottenere importi aggiuntivi senza bisogno di alcuna motivazione.

Con questa formula di finanziamento-prestito, si può allungare il periodo di rimborso fino a 120 mesi, riducendo in questo modo la rata mensile da rimborsare. 

I debiti residui non saranno estinti dalla società finanziaria o banca ma direttamente dal cliente dopo aver ricevuto l'importo erogato, con la possibilità che una parte dell'importo erogato rimanga come liquidità aggiuntiva.

I parametri per poter confrontare diverse offerte di finanziamento sono molti, questi sono alcuni elementi da tenere in considerazione:

  • importo erogato
  • tipo d’interesse applicato (tasso interesse fisso o tasso variabile)
  • spese accessorie ed oneri pratica prestiti
  • spese iniziali
  • costi assicurativi
  • apertura pratica

In generale, gli elementi che è opportuno considerare prima di sottoscrivere un contratto di finanziamento sono: il TAN (Tasso Annuo Nominale) e il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)

In caso di tasso variabile si prende come tasso di riferimento per i prestiti interbancari l’Euribor a tre mesi, ovvero quel tasso che viene fissato quotidianamente dalla European Banking Federation in base al calcolo della media dei tassi di deposito interbancario di oltre 50 grandi banche.

Ognuna delle banche che registrano i maggiori volumi di affari in Europa, infatti, comunicano ogni giorno all’agenzia di stampa Reuters il tasso che applicano a questo tipo di operazioni, ed è la stessa agenzia poi a calcolare la media secondo un procedimento definito.

Nel nostro paese, le banche che partecipano al calcolo dell’Euribor sono Intesa San Paolo, UniCredit e Monte dei Paschi di Siena.

Solitamente l’Euribor viene impiegato per indicare il costo del denaro a breve termine, mentre viene anche utilizzato come tasso di partenza per il calcolo degli interessi variabili, come nel caso dei mutui. Nel caso dei mutui ipotecari a tasso variabile, infatti, ne rappresenta il tasso di riferimento, quindi al variare dell’Euribor varierà anche l’importo delle rate stesse.

Qui di seguito alcuni operatori di credito, teniamo a precisare che queste segnalazioni non sono sponsorizzate e che non siamo affiliati a tali attività.

Prestiti e finanziamenti in Frosinone:

Banca Popolare Del Frusinate
Via Giacomo De Matthaeis 55 – Frosinone - Telefono: 0775.87.50.19

Banca Popolare Di Lodi
Viale Roma - Frosinone - Telefono: 0775.27.08.24

Banca Di Credito Cooperativo Di Anagni
Via Aldo Moro 415 - Frosinone -Telefono: 0775.82.41.11

Mediatori Creditizi in Frosinone:

Antonucci Eleonora - Mediatore Creditizio
Via Madonna Della Neve 115 - Frosinone
iscritta all'albo dal 18/01/2007 - numero iscrizione 73208

Bove Paolo Michele – intermediazione finanziaria
Via Casilina Sud 6 - 03026 Pofi (Frosinone)
iscritto all'albo dal 26/05/2008 - numero iscrizione 107097

Post a comment

Gelati 300p250