I Prestiti per Firenze e nella regione Toscana

Se siete in cerca di un prestito che soddisfi le vostre esigenze a Firenze o in una città della regione Toscana, molto probabilmente vi troverete davanti ad una lunga serie di alternative da vagliare, senza però riuscire ad identificare realmente quale possa essere la soluzione migliore per il vostro prestito. Ecco allora alcuni pratici consigli sui prestiti più noti, che vi potranno essere utili. 

Soffermiamoci prima di tutto sul concetto di prestito valido nella città di Firenze come in tutta Italia: il prestito è un capitale concesso da istituti appositamente dedicati (società creditizie, banche, finanziarie..), ad un soggetto che, nel ricevere tale servizio, si impegna a restituirlo in maniera periodica sottoforma di rate.

La restituzione del capitale ottenuto è inoltre soggetta a quelli che vengono chiamati "interessi del prestito", i quali sono in qualche modo quella somma di denaro in più da pagare perché si usufruisce del servizio, e che nel caso specifico dei prestiti si dividono in "TAN"e "TAEG".

Il TAN (tasso annuo nominale) è quell' interesse che fa riferimento alla sola somma di denaro concessa, non considera ad esempio le varie spese relative agli oneri, invece il tasso di interesse TAEG (tasso annuo nominale) è l' interesse che viene calcolato sulla base di tutto quanto il prestito, quindi tiene conto anche delle spese per gli oneri.

 

La prima forma di prestito a Firenze della quale possiamo parlare è quella forse più nota, ovvero il Prestito Personale, che viene concesso a privati (lavoratori pubblici, privati o pensionati) e non prevede l' obbligo di specificare il modo in cui verrà impiegato (è dunque un prestito "non finalizzato") e che deve essere restituito in genere sottoforma di rate mensili a tasso fisso, addebitabili sul proprio conto corrente.

Un' altra forma di prestito molto diffusa a Firenze è quella chiamata Prestito Cambializzato, un prestito riservato principalmente a chi lavora, come dipendente o in maniera autonoma, che permette di restituire la somma ottenuta versando le rate mensili all' istituto finanziatore facendo uso di comode cambiali e confidando sempre su un tasso d' interesse fisso. Tali rate però non devono avere un importo che superi il 30% del reddito del richiedente.

Altra soluzione è data dalla Cessione del Quinto dello stipendio, dedicata sempre ai lavoratori della Toscana che hanno necessità di ottenere un prestito e per i quali è possibile saldare le rate mensili a quota e tasso fisso usando una parte, o meglio un quinto, dello stipendio che viene percepito mensilmente.

Qualora però non percepiate busta paga ma necessitate di un prestito, anche in questo caso esiste una soluzione alla quale ricorrere, ovvero il Prestito senza busta paga. È però un prestito che prevede dei rischi, infatti non avendo delle sicurezze di rimborso l'istituto creditore, che dovrà prima di tutto valutare bene se concedere la somma richiesta, cercherà delle garanzie e si potrà eventualmente rifare su di una vostra proprietà. Altra possibilità è quella di avere un terzo soggetto che faccia da garante a patto però che riceva regolarmente una busta paga. 

Infine esiste un' ulteriore scelta da poter effettuare, stiamo parlando del Leasing, una soluzione molto usata perché rapido per quanto riguarda i tempi di erogazione, capace di adattarsi ad ogni soggetto che ne fa richiesta e con tassi di interesse i genere migliori dei soliti prestiti. In pratica il leasing è una soluzione grazie alla quale un istituto di credito può concedere la possibilità ad un cliente di fare uso di un determinato bene, dietro il pagamento di un canone periodico.
Un classico esempio di Leasing può essere quello legato al mercato delle auto: generalmente il soggetto che ricorre a tale opzione paga, appunto, una quota mensile a costo fisso alla società creditizia (legata alla concessionaria) con cui stipula il contratto, e dopo un certo periodo di tempo (solitamente 2-3 anni) potrà decidere di rifinanziare il resto dell'importo da versare fare sua l'auto a tutti gli effetti, versare l'intero importo in un'unica soluzione oppure sospendere il tutto e consegnare il veicolo alla concessionaria che la porrà nuovamente sul mercato.

Queste sono solo alcune soluzioni ma ne esistono anche per le svariate esigenze. Quello che è molto importante ricordare è che bisogna stare molto attenti agli istituti ai quali ci si rivolge e con i quali si contratta, è infatti molto importante che propongano dei tassi d'interesse adeguati e non troppo elevati e che siano regolarmente iscritti all'Ufficio Italiano dei Cambi.

Ovviamente leggete sempre molto attentamente i contratti di prestiti e finanziamenti e diffidate di chi non voglia informarvi del dettaglio delle varie condizioni o vi metta fretta alla firma dello stesso. Inoltre è sempre bene ricordare che conviene richiedere diversi preventivi da diverse banche e istituti di credito, quindi non affidatevi subito al primo istituto vicino a casa, ma comparate e ricercate tra le varie offerte.

 

Qui di seguito alcuni operatori di credito, teniamo a precisare che queste segnalazioni non sono a pagamento e che non siamo affiliati a tali attività. 

Prestiti e finanziamenti in Firenze:

Credito Artigiano
Via de' Boni, 9-red - Firenze -Telefono: 055.21.86.41

Banca Federico del Vecchio
Via Aretina 31/R - Firenze
ABI: 03253 - CAB: 02802

Banco Popolare
Via dei Tintori 5/7 – Firenze
ABI: 05034 - CAB: 02811 

Mediatori Creditizi in Firenze:

Argeri Davide - Agente in attività finanziaria
Via Giusti 31 – Vinci (Firenze)
iscritto all'albo dal 07/04/2001 - numero iscrizione 485

Bartolucci Sauro  - Consulenza manageriale finanziaria
Mediazione Creditizia presso: Promedia - Mediazione Creditizia Srl
iscritto all'albo dal 25/05/2001 - numero iscrizione 8235

Carnovale Franco – agente nel settore bancario
Via Lorenzo di Credi 3 - Firenze
iscritto all'albo dal 05/08/2008 - numero iscrizione 103315

Post a comment

Gelati 300p250