Prestiti per Cattivi Pagatori a Lecce

Uno dei problemi maggiori dei potenziali soggetti nel comune di Lecce e nella Puglia volti a richiedere un prestito, è la fattibilità della sua restituzione. E non a torto. Se si effettuano dei pagamenti in ritardo, oltre a ritrovarsi a dover pagare interessi  e sanzioni, si rischia di vedere il proprio nome iscritto in una delle cosiddette centrali rischi e avere successive difficoltà nell’ottenere credito nell’immediato futuro.

Andiamo con ordine. Cosa sono le Centrali Rischi?
Le centrali rischi non sono altro che registri di nomi di cattivi pagatori, ovvero di persone che hanno effettuato dei pagamenti in ritardo.
Le principali Centrali Rischi in Italia sono due e sono state istituite per legge.
Si tratta della Centrale Rischi gestita dalla SIA (Società Interbancaria per l’Automazione), che si occupa dei finanziamenti da 30.000 a 75.000 Euro, e la Centrale Rischi gestita direttamente dalla Banca d’Italia per i grandi importi oltre i 75.000 Euro. Per i casi inferiori ai 30.000 Euro si passa a centrali rischi private, la più importante di esse è il CRIF.
Queste centrali cattivi pagatori lavorano su tutto il territorio nazionale compresa quindi la provincia di Lecce e la Puglia in generale.

Il CRIF lavora sia per le informazioni negative che positive. Nel senso che l’iscrizione nel CRIF avviene praticamente in ogni caso di finanziamento inferiore ai 30.000 Euro, poi la storia finanziaria del richiedente può essere buona o cattiva, ma il CRIF registrerà l’andamento in ogni caso. È un buon strumento per i pagatori regolari, ma ovviamente può essere dannoso per i cattivi pagatori.
Il CRIF mantiene i dati all’interno del proprio database da un minimo di 12 a un massimo di 36 mesi, nei casi più gravi.
Diffidiamo di ogni persona che ci propone di cancellarci da queste banche dati perché si tratta di un’opzione ovviamente illegale oltre che molto difficile. È possibile comunque richiedere la propria posizione all’interno del CRIF attraverso il sito web della centrale rischi.

Se si viene identificati come cattivi pagatori a Lecce o in Puglia, ottenere credito può essere molto complicato, ma non impossibile. Vediamo come.

La modalità di prestito più usata per i cattivi pagatori è sicuramente il prestito con Cessione del Quinto. Perché? Semplice: perché si tratta di un prodotto basato sulla retribuzione del richiedente e quindi è decisamente difficile che un soggetto salti una o due rate di pagamento. Il fatto che questo prestito sia collegato direttamente alla busta paga costituisce spesso una garanzia sufficiente per le banche e gli istituti di credito.

Un’altra strada che si può percorrere, anche per i lavoratori autonomi, che hanno sempre una certa difficoltà nel reperire credito, è il Prestito Cambializzato.
Di solito quando si ricorre a questo prestito, in cui il pagamento del debito viene effettuato tramite cambiali e quindi tramite forme di credito, gli istituti saltano i formali controlli presso le centrali rischi tradizionali, proprio perché le cambiali sono titoli di credito. Verranno però richieste maggiori garanzie da parte del richiedente rispetto ai prodotti dedicati ai clienti “normali”.

Come si è visto l’importante, quando si è cattivi pagatori e si ha bisogno di credito, è presentare garanzie.
A tal proposito si può valutare anche il Prestito Ipotecario.
Il prestito ipotecario è un prodotto che viene spesso usato da lavoratori autonomi non cattivi pagatori. Si tratta dell’erogazione di una somma di denaro, spesso anche importante, dando come garanzia di pagamento la propria abitazione, ovviamente di proprietà, in ipoteca. Trattandosi di una garanzia abbastanza importante, solitamente le banche sono disposte a concedere somme abbastanza elevate.

Insomma, essere cattivi pagatori a Lecce di certo non aiuta, ma non chiude tutte le porte.
Spesso i maggiori istituti di credito e banche locali presentano prodotti dedicati e questo può facilitare l’accesso al credito anche da parte di chi negli anni non ha dimostrato di essere un pagatore impeccabile. Ricordiamo sempre di diffidare da chiunque offra la cancellazione dei nominativi dalle centrali rischi, tanto più se a pagamento.

Post a comment

Gelati 300p250