Guida al prestito nella città di Parma

Parma è una città di circa 200.000 abitanti ed è capoluogo della provincia con lo stesso nome, vi ha sede una delle più importanti Università della Emilia Romagna. La storia della città è molto ricca: antica capitale del Ducato di Parma e Piacenza, dal 2003 è anche sede dell'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) e dal 1956 del Magistrato per il Po, oggi Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPO).
Le possibilità finanziare della città sono quindi incentrate sull’industria alimentare di pregio e sul commercio.

A Parma è quindi possibile trovare, come in provincia e nella regione Emilia Romagna, le stesse proposte per prestiti finanziari che nel resto d’Italia. Inoltre sono possibili particolari agevolazioni valide solo per i residenti nella regione Emilia Romagna.

Gli importi erogabili dipendono dall’istituto di credito e si aggirano in media attorno ai 60.000 Euro; solitamente per le banche ed istituti di credito di Parma l’anticipo può essere erogato in appena 3-5 giorni dall’avvenuta richiesta. Sono concessi anche a cattivi pagatori o a chi ha subito protesti-more per insolvenze di pagamento (ovviamente mostrando alcune garanzie aggiuntive).

Il piano di ammortamento di un prestito a Parma, come nel resto d’Italia, viene stabilito in base alle esigenze del richiedente e può basarsi su un sistema a rate fisse o variabili. Non è richiesta alcuna motivazione per l’utilizzo del prestito (se prestito non finalizzato) che può essere concesso anche con altri finanziari in corso.

Tutti gli istituti di credito di Parma e provincia si avvalgono di appositi moduli online e cartacei per la richiesta dei preventivi gratuiti, oltre che a servizi avanzati che permettono di gestire in tempo reale la propria situazione finanziaria.

Secondo le normative vigenti, anche a Parma i finanziamenti e prestiti possono essere estinti prima del periodo stabilito per il rimborso, in questo caso si avrà diritto al recupero di una parte di interessi, e dove possibile, a minor spese contrattuali.

I tassi d’interesse applicati sono il TAN (Tasso Annuo Nominale), che può essere utilizzato come confronto con altri tassi finanziari (tasso di sconto, tasso di rendimento ecc.), ed il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che include tutte le spese correlate al prestito (spese di istruttoria, spese assicurative obbligatorie ecc.).

I prestiti finanziari possono essere concessi a dipendenti pubblici, privati, pensionati e liberi professionisti nella città di Parma e provincia, sono utilizzati per gli scopi più svariati (ampliamento della propria attività commerciale, acquisto di beni e servizi, lavori di ristrutturazione, mutuo per la casa e molto altro ancora).

Per richiedere un prestito è sufficiente avere un’età compresa tra i 18 ed i 70 anni, possedere un reddito autonomo ed essere residenti in Italia. Tutte le procedure di pagamento o riscossione avvengono solitamente sul proprio conto corrente (utilizzando gli apposi moduli R.I.D. – Rimessa Interbancaria Diretta) o con appositi assegni circolari.

Prima di procedere alla richiesta del preventivo è consigliabile effettuare il calcolo delle rate di rimborso ed essere attenti a tener conto di una serie di parametri necessari al confronto con altre società di credito nella regione Emilia e nella città Parma.

In questo settore operano anche società finanziarie nate appositamente per le attività di prestito. A differenza delle banche tali società non possiedono servizi di conto correnti e possono applicare offerte vantaggiose e più competitive.

Inoltre da segnalare l’esistenza dei Brokers, ovvero aziende intermedie tra il richiedente di un prestito e un istituto di credito. Tali Brokers possono consigliare ed indirizzare ad una scelta consapevole del prodotto finanziario desiderato, il loro compenso è già compreso tra le spese del prestito, qualora andasse a buon fine la loro proposta.

È comunque buona norma rivolgersi sempre ad importanti società dotate di tutte quelle autorizzazioni necessarie a garantire la sicurezza e la trasparenza delle operazioni (decreto legge 385/93 sui servizi bancari e creditizi).

Le mancate inadempienze vengono verificate direttamente dalla Banca d’Italia che provvederà ad eventuali sanzioni o provvedimenti giudiziari.

Qui di seguito alcuni operatori di credito, teniamo a precisare che queste segnalazioni non sono a pagamento e non siamo affiliati a tali attività. 

Prestiti e finanziamenti in Parma: 

Banca Passadore & C. – Parma
Via Dante, 1/A - Telefono: 0521.20.361

Banca Reggiana Credito Cooperativo - Parma
Via Emilia Ovest, 61 – Telefono:  0521.29.28.64

Banca Monte Dei Paschi Di Siena - Parma Agenzia 3
Strada Luigi Carlo Farini 31 – Parma - Telefono: 0521.38.66.29

Mediatori Creditizi in Parma:

Cap Service Srl - Società finanziaria
Strada Massimo D'Azeglio, 4 - Parma - Telefono: 0521.22.43.09

Prime-collecchio S.a.s. Di Roberta Battaglia & C. - Finanziarie
Via Spezia 35, Collecchio - Parma - Telefono: 0521.80.30.40
Battaglia Roberta: iscritta all'albo dei Mediatori Creditizi 
presso la Banca d'Italia in Roma dal 13/08/2003 numero iscrizione 23909

Post a comment

Gelati 300p250