Prestiti a Modena e nella regione Emilia Romagna

Come accedere ad un prestito nella città di Modena e provincia? E cos’è un prestito?

Il prestito a Modena come nel resto della regione Emilia Romagna ed in Italia è la cessione di una somma di denaro con il vincolo della restituzione di capitali di pari valore o maggiori. Il termine prestito indica un finanziamento di denaro che un istituto/società di credito autorizzata concede ad un soggetto con la restituzione del capitale maggiorato dall'interesse, quale compenso per la rinuncia di liquidità.

L'area comunale di Modena si divide amministrativamente in quattro circoscrizioni: Centro storico (Centro Storico, San Cataldo), Crocetta (San Lazzaro-Modena Est, Crocetta), Buon Pastore (Buon Pastore, Sant'Agnese, San Damaso) e San Faustino (S.Faustino-Saliceta San Giuliano, Madonnina-Quattro Ville); ognuna della quali dotate di una certa autonomia locale, di servizi specifici e di organi di delibera e consiglio.

L'assegnazione di un prestito o finanziamento avviene dopo la verifica della situazione economico-professionale del soggetto richiedente, verifica che permette di evitare sconvenienti situazioni di insolvenza.

Il finanziamento o prestito può essere richiesto ed erogato per diverse motivazioni:

  • acquistare beni di consumo (automobile, abitazione, arredamento, elettrodomestici, vestiti, ecc.),
  • ristrutturare la propria casa (edilizia),
  • estinzione debiti precedenti o per possedere una disponibilità immediata di denaro contante (prestiti di liquidità).

I prestiti possono anche essere di tipo non finalizzato, quindi senza la necessità di motivarne la richiesta.

Tipi di prestiti

Esistono vari tipi di prestiti, per esempio il Prestito Delega, anche chiamato Delega di Pagamento o Cessione del Doppio Quinto (con trattenute sulla busta paga). Esistono poi finanziamenti non indirizzati all'acquisto di un bene specifico e prestiti dedicati ai lavoratori dipendenti di enti pubblici, aziende private e anche ai pensionati.

I dipendenti Statali, Parastatali, degli Enti Locali e delle grandi aziende, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, possono ottenere un finanziamento la cui restituzione si effettua con trattenuta diretta sulla retribuzione (la busta paga).

Nel caso del prestito Cessione del Quinto, molto utilizzato a Modena e provincia si ha una  rata trattenuta dalla busta paga fino ai 2/5 dello stipendio.

Per i dipendenti statali è inoltre è possibile ottenere un importo fino al 50% dello stipendio netto utilizzando un Prestito Delega.

Il Prestito Delega è utilizzato se nella busta paga è presente un finanziamento con residuo debito considerevole, oppure se si ha bisogno di una somma particolarmente alta.

Il Prestito Delega risulta utile ai dipendenti che non hanno maturato l'anzianità minima richiesta per ottenere la Cessione del Quinto.

Tornando invece ad analizzare il prestito Cessione del Quinto, le tratte per legge non possono superare la quinta parte degli emolumenti mensili e da qui nasce la denominazione "Cessione del Quinto dello Stipendio"; si ricorda che questa forma di finanziamento è regolamentata dallo Stato.

Le principali caratteristiche del finanziamento ottenuto cedendo una quota del proprio stipendio a Modena come nel resto d’Italia sono:

  • il dipendente deve essere assunto stabilmente, di ruolo o con contratto a tempo indeterminato;
  • sono esclusi i dipendenti con nomine temporanee;
  • la rata mensile non può superare il 20% della retribuzione;
  • il prestito può essere rimborsato in un periodo che va da 2 a 10 anni.

Per i dipendenti che non hanno maturato i requisiti per accedere alla Cessione del Quinto dello stipendio è possibile usufruire del Prestito Delega o più direttamente del finanziamento a fondo perduto o del prestito d'onore.

Altro tipo di prestito diffuso a Modena è il Prestito d’Onore, il Decreto legislativo 21/4/1985 n. 185, ha creato una serie di contributi per agevolare la creazione di piccole imprese sia societarie che in forma individuale nei territori svantaggiati del paese.

Tali contributi si rivolgono alle seguenti categorie:

  1. MICROIMPRESE
  2. FRANCHISING
  3. LAVORO AUTONOMO

Nel caso delle microimprese nella Emilia Romagna i requisiti necessari dei soggetti beneficiari sono:

  1. agevolazione concessa nella costituzione di società in nome collettivo, semplici, Società in accomandita semplice;
  2. per poter beneficiare dell'agevolazione è necessario che il 50% dei soci, che possegga almeno il 50% delle quote societarie, possegga i seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:
  • compimento della maggiore età;
  • status di non occupazione nei sei mesi precedenti;
  • residenza, alla data del 01/01/2000, nelle aree della regione Emilia Romagna o capoluogo Modena.

Gli investimenti ammissibili in questo caso sono relativi a

  • attrezzature, impianti , macchinari e allacciamenti;
  • beni immateriali ad utilità pluriennale;
  • ristrutturazione di immobili (al massimo 10% degli investimenti ammissibili)

Il D.lgs. 185/2000 ricomprende nel contributo anche una serie di spese in conto esercizio:

materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, costi interni; utenze e canoni di locazione per immobili; oneri finanziari; prestazioni di garanzie di assicurazione; prestazioni di servizi.

Il secondo punto sono le imprese in FRANCHISING:

Col il Decr.legisl. n. 185/200 il legislatore intende agevolare i soggetti intenzionati ad iniziare un'attività in franchising a Modena ed Emilia Romagna. I requisiti necessari sono diversi:

A) accedono all'agevolazione tutte le tipologie di società ad eccezione delle società di fatto e delle cooperative;

B) per poter beneficiare dell'agevolazione è necessario che il 50% dei soci, che detenga almeno il 50% delle quote societarie

E gli investimenti ammissibili sono nei settori di:

  • commercializzazione di beni
  • prestazione di servizi

L’ultimo caso è quello del Lavoratore Autonomo, con i seguenti requisiti:

i soggetti che intendono costituire una ditta individuale in qualità di lavoratori autonomi situata sul territorio regionale;

Il Decr.lgs. 185/2000 prevede investimenti, per un ammontare non superiore ad € 25.823,00, in attrezzature, impianti , macchinari e allacciamenti, beni immateriali ad utilità pluriennale, ristrutturazione di immobili e così via.

Le agevolazioni previste sono commisurate all'investimento previsto dal proponente:

  1. investimenti fino ad € 5.165,00:
  • mutuo a tasso agevolato per l'intero investimento;
  • contributo a fondo perduto, per una somma inferiore ad € 5.165,00, per le spese in conto gestione del primo anno di attività.
  1. investimenti compresi tra € 5.165,00 ed € 25.823,00:
  • contributo a fondo perduto pari al 40% dell'investimento complessivo;
  • mutuo a tasso agevolato, pari al 60% dell'investimento;
  • contributo a fondo perduto, per un importo inferiore ad € 5.165,00, per le spese in conto gestione del primo anno di attività.

Solitamente i Prestiti d’Onore sono incentivi per lo sviluppo di attività economiche sul territorio. Sono possibili inoltre diverse agevolazioni per prestiti e mutui anche tramite fondi europei. Essendo questi fondi non continuamente erogati, consigliamo di visionare il sito del comune di Modena o della Regione Emilia Romagna per un elenco delle attuali disponibilità in vigore.

Qui di seguito alcuni operatori di credito, teniamo a precisare che queste segnalazioni non sono a pagamento e che non siamo affiliati a tali attività.

Prestiti e finanziamenti in Modena:

Cassa Di Risparmio Di Cento (s.p.a.) 
Via Pietro Giardini, 52 - Modena - Telefono: 059.21.62.15

Banca Popolare Dell'Emilia Romagna 
Via San Carlo, 8 - Modena - Telefono:  059.20.21.111

Mediatori Creditizi in Modena:

CooperFin  SOC. COOP.
Sede Legale: Via Virgilio, 58/C - Modena
Telefono: 059.91.20.201
Iscritta Elenco Generale Intermediari Finanziari tenuto presso la Banca d'Italia
ai sensi del’’art. 106 D.Lgs. 385/93 al n. 41134

Nora Marco - consulenza finanziaria alle imprese
consulente presso dienneconsulting – Modena
iscritto all'albo dei Mediatori Creditizi presso la Banca d'Italia in Roma
dal 20/06/2006 numero iscrizione 66149

Carbone Sabina - Confass-prestiti S.a.s. Di Carbone Sabina E C.
Via Ganaceto 123 - Modena - Telefono: 059.23.85.84

 

Post a comment

Gelati 300p250