Informazioni per Cattivi Pagatori a Roma e nel Lazio

Una volta richiesto un prestito ad un banca o ad un ente finanziario equivalente, cominciata la restituzione del denaro a volte con l’accadere di qualche imprevisto, può succedere di ritardare il pagamento di una rata.
Anche il semplice accadimento di questo evento può comportare l’iscrizione nella lista dei cattivi pagatori di Roma; ciò può generare problemi nel caso si richiedano dei nuovi prestiti.

Nel momento in cui viene fatta la richiesta di poter ottenere un prestito a Roma o un mutuo, la banca o la società creditizia consultano alcune banche dati nelle quali vengono memorizzati tutti i dati relativi alla situazione finanziaria dei clienti, al fine di controllare che non vi siano ne ritardi ne insolvenze da parte del cliente.

In base alla legge sulla privacy, qualunque persona in qualsiasi momento può richiedere il proprio stato di iscrizione a queste banche dati (per dettagli vedi il paragrafo più avanti).

Le banche dati cattivi pagatori in cui vengono catalogate tali informazioni sono inquadrate nel SIC (Sistema di Informazioni creditizie) e le aziende che si occupano della raccolta di questi dati vengono chiamate Centrali Rischi.

A volte al posto di SIC viene utilizzata la sigla CRIF, ma la CRIF è solo una delle tante società che operano in questo campo assieme ad esempio a  Experian, CTC, ecc… .

Queste società raccolgono i dati al momento dell’istruzione di una nuova pratica; successivamente i dati vengono aggiornati al pagamento di ogni rata.

Le Centrali di rischio possono essere di natura pubblica o privata:

  • Pubblica: ad esempio la Centrale Rischi della Banca d’Italia nel caso la somma richiesta superi i 75000 Euro e la SIA (Società Interbancaria per l’automazione) per tutte le somme prestate che vanno dai 31.246 Euro ai 75.000 Euro;
  • Privata nel caso la somma richiesta sia inferiore ai 31.246 Euro.

Il ruolo di queste banche dati consente agli enti che erogano i prestiti di limitare al minimo ogni rischio connesso al prestito di denaro verso chi probabilmente non sarà in grado di restituirlo.

Privacy

Come detto in precedenza, in base alla legge sulla privacy ogni persona è autorizzata a poter conoscere la propria situazione relativa ai dati trascritti nei vari registri delle Centrali Rischi, oltre ovviamente a poter conoscere la motivazione che fa inquadrare il cliente nella lista dei cattivi pagatori.

In caso vengano commesse azioni non legali nei nostri confronti oppure se si viene truffati, è possibile richiedere la cancellazione dei propri dati“negativi”. In caso contrario non è possibile richiedere alcuna eliminazione.

Tuttavia tali dati vengono cancellati in automatico senza che il cittadino interessato debba prendere alcun provvedimento. I dati relativi a eventuali rifiuti dei prestiti (sia dalla banca che dal cliente) vengono conservati per un mese; nel caso il cliente ritardi a pagare 2 rate, per un anno dalla regolarizzazioni i dati vengono conservati; nel caso siano più di 2 rate (oppure se il ritardo si prolunga oltre i 2 mesi) questi dati vengono conservati per 2 anni; nel caso di nessuna regolarizzazione dei pagamenti, i dati vengono mantenuti per 3 anni.

Una volta scaduto il contratto i dati comunque vengono conservati all’interno delle banche dati per 3 anni dalla suddetta data. 

In caso di truffa…

Nel momento in cui arrivino a casa le richieste di pagamento da parte della società finanziaria, oppure vedendo respinte le proprie richieste di prestito è possibile che qualcuno abbia rubato i nostri dati personali (ad esempio rubandoci il portafoglio oppure trafugando dati dalla cassetta delle lettere).

Il truffatore in questo caso può spacciarsi facilmente per un'altra persona. A questo punto è necessario inviare alle società (ad esempio a CRIF) la richiesta di cancellazione dalla lista dei “cattivi pagatori” tramite l’apposito modulo; va allegata la copia della denuncia, i dati del finanziamento oggetto della truffa e infine i propri dati personali.

E’ possibile trovare aiuto e consigli presso le associazioni dei consumatori.

Post a comment

Gelati 300p250