Come ottenere un prestito se cattivi pagatori a Trieste

Quando si deve far fronte alla restituzione di un prestito, a volte si corre il rischio di non riuscire a saldare una rata, oppure di dimenticarsene. Il problema in questi casi è quello di essere segnalato come cattivo pagatore a Trieste.  Vediamo cosa significa esattamente.

Se non si salda una rata o si salda con un grande ritardo, il nome dell’insolvente viene iscritto in una specie di database (banca dati), che ha al suo interno tutti i nominativi di queste persone.

Sono due i principali gestori di questi “database”: la Centrale Rischi della Banca d’Italia per i grandi finanziamenti, cioè quelli oltre i 75.000 euro, e la Società Interbancaria per l’Automazione, per i finanziamenti da 30.000 a 75.000 euro. Esistono anche diverse società private, la più usata delle quali è il cosiddetto CRIF.

La gestione dei dati registrati da queste centrali è diventato più trasparente dopo l’introduzione, nel 2005, del codice di deontologia e di buona condotta. Tra le altre cose questo codice determina la durata della registrazione dei dati.

I prestiti andati a buon fine rimangono nel sistema per tre anni. Se l’insolvenza del pagamento riguarda un massimo di due rate i dati vengono registrati per un anno, due anni se l’insolvenza riguarda più di due mensilità.

Se la morosità non viene risolta i dati sono conservati per tre anni dalla scadenza contrattuale. Come visto, il codice di deontologia introduce misure abbastanza restrittive, ma dà anche la possibilità di testimoniare un prestito andato a buon fine.

Troppe volte alla categoria dei cattivi pagatori a Trieste viene offerta la possibilità di cancellarsi dalla CRIF o da altra banca dati cattivi pagatori, cosa che nella maggior parte delle situazioni è impossibile nonché vietato dalla legge. Infatti l’unica possibilità di cancellarsi dal CRIF o altre banca date è quando non si hanno insolvenze a proprio carico. È un servizio gratuito e quindi ancora una volta bisogna diffidare da questo tipo di prestazioni a pagamento. Ovviamente è possibile chiedere la cancellazione dei dati in caso di truffa, che deve essere ben documentata tramite denuncia alle forze dell’ordine.

Fatta questa doverosa premessa, si può capire abbastanza facilmente che ottenere un prestito può non essere molto facile per queste categorie. Ma ciò nonostante è tutt’altro che impossibile. La prima modalità che si dovrebbe tenere in considerazione è il Prestito Cessione del Quinto dello Stipendio.

Si tratta di un prestito non finalizzato in cui le rate vengono trattenute direttamente sullo stipendio del richiedente.È un prodotto relativamente sicuro per banche e istituti di credito perché si appoggia sulla busta paga e quindi è molto più sicuro di un normale prestito personale e per questo viene concesso anche ai cattivi pagatori. In modo analogo funziona il Prestito con Delega di Pagamento, con la differenza che di solito l’importo trattenuto è pari a due quinti dello stipendio.

Per i cattivi pagatori di Trieste è possibile anche richiedere un Prestito Cambializzato che funziona come un normale Prestito Personale per quanto riguarda la fase riservata all’istituto erogante, nel senso che consiste nel prestito non finalizzato di una somma di denaro non particolarmente consistente, ma la restituzione avviene tramite cambiali.

Essendo una cambiale un diritto di credito, le banche accettano questo metodo di pagamento, che tra l’altro non richiede il controllo presso il CRIF e le altre società di informazioni finanziarie.
Sono però necessarie delle garanzie da parte del richiedente per ottenere il finanziamento/prestito.

Di solito le garanzie più richieste sono il trattamento di fine rapporto, per le categorie che ne sono in possesso, oppure una polizza vita o la presenza di una terza persona garante per i lavoratori autonomi.

Proprio per questi ultimi, specialmente se inadempienti, la ricerca di credito può farsi decisamente difficoltosa in quanto le banche si sentono meno tutelate da questa categoria di lavoratori. In ogni caso è possibile richiedere un Prestito Ipotecario.
Come dice il nome, si tratta di un prodotto in cui il richiedente mette come garanzia la propria abitazione di proprietà. Questo può comportare dei vantaggi, come l’ottenimento di una somma più consistente.

Nonostante non sia facile ottenere credito se si è cattivi pagatori a Trieste, questo non è impossibile. Occorre comunque anche in questo caso prestare attenzione a tutte le offerte disponibili e a vagliarne il più possibile.

In risalto

Diffidare da chiunque offra servizi come la cancellazione dalle banche dati dei cattivi pagatori, tanto più se a pagamento.

Post a comment

Gelati 300p250

Contenuti correlati