Logo Prestiti Online
   

L'ABI sostiene un blocco dei tassi per l'anno 2008

L'Associazione Italiana delle Banche annuncia un messaggio incoraggiante ad aziende e famiglie, prevedendo una tregua sui costi dei mutui per il prossimo anno.

Le ultime stime infatti indicano che negli ultimi mesi di quest'anno e per l'intero 2008 i tassi europei di riferimento non dovrebbero discostarsi di molto tra loro, rimanendo quindi orientati sul 4%.

Gli ultimi calcoli della BCE portavano il tasso di policy al 4,5% per la fine del 2007 e al 4,75% per il prossimo anno.
La struttura dei tassi bancari italiani è comunque ancora in assestamento.

Ultimamente la crisi del credito, venuta fuori con l'emergenza dei mutui subprime americani, ha portato un'intera stagione con grandi difficoltà per il denaro. Ancora il mese scorso il tasso medio sul prestito delle imprese e delle famiglie è salito al 5,98% con un aumento di 10 punti rispetto ad agosto e di 100 punti rispetto al settembre 2006, questo il resoconto dell'ABI. L'andamento del sistema bancario italiano è il riflesso della politica europea sull'euro.

In settembre l'associazione delle banche italiane ha iscritto a registro un rallentamento di crescita con tasso pari al 6,3% rispetto al 6,9% del mese di agosto e al 7,8% dell'anno passato, valori destinati a scendere per via della debolezza del Pil.

Più movimentati e in aumento gli impieghi che rivelano una leggera salita in settembre con un valore medio di 10,7% nell'ultimo anno, confermando gli alti livelli raggiunti nel primo semestre del 2007. Nel sistema bancario italiano il rapporto tra le sofferenze al netto delle svalutazioni e gli impieghi si è fermato all'1,17% nel mese di luglio, contro l'1,26% dell'anno scorso.

Corrado Faissola presidente dell' ABI

Corrado Faissola presidente dell' ABI

Il presidente dell'ABI, Corrado Faissola, è entrato in merito alle questioni delicate sui mutui subprime e i derivati - argomento delicato emerso in estate con la crisi di Banca Italease e tornato in gioco dopo la trasmissione Report andata in onda su Raitre domenica 14 ottobre - dicendo che pur non avendo visto la trasmissione ha letto le notizie sui giornali; sul tema dei prodotti derivati sostiene che "la competenza sia delle singole banche. I diversi intermediari sul mercato operano nel rispetto delle norme di legge e delle loro policy", a proposito dei mutui ad alto rischio il presidente sottolinea che il sistema bancario nazionale "è sostanzialmente indenne da impatti diretti dei subprime americani".

 

Fonte: Il Sole 24 ORE "Finanza & Merca

Data: 17 Ottobre 2007