Sito del giorno

Lista siti utili. Risorse Consigliate e siti del giorno.

Etichette:

sabato 28 febbraio 2009
Inserito da: simonetta, 21.40 | Link | 0 Commenti

Italiani: piu' spesso al Banco dei Pegni.



Si sta verificando un po' ovunque, sono sempre di piu' gli Italiani che in caso di difficolta' momentanea si rivolgono al Banco dei Pegni. Un esame del Banco di Bergamo, una provincia notoriamente dal tenore di vita medio alto, con molte industrie e servizi presenti sul territorio, ha fatto registrare un + 9% in meno di un anno, ed ha distribuito in 12 mesi circa un milione di Euro.
I clienti sono di tutti i tipi, dagli imprenditri agli studenti, casalinghe e commercianti.
Si deposita un oggetto in cambio di denaro contante al tasso semestrale del 5,5%.
Gli oggetti depositati restano al banco dei Pegni per un periodo massimo di 6 mesi, scaduto il quale vengono riconsegnati al proprietario a fronte del pagamento della somma ricevuta piu' gli interessi. In caso di mancato pagamento il Banco mette gli oggetti all'asta, ma questo succede solo nel 5% dei casi.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.48 | Link | 0 Commenti

Auto in Crisi e Finanziamenti


Ancora discussioni accese in materia di industria automobilistica e protezionismo.
La Francia annuncia un piano di finanziamento agevolato da 7 miliardi di Euro destinati a Pegeut, Citroen a Renault. Il Presidente francese Sarkozy fa pero' sapere che le industrie francesi dell'auto se vogliono ottenere finanziamenti dal Governo dovrebbero pensare a spostare la produzione sul suolo francese invece di investire in paesi a basso salario e bassi costi di produzione.
Adirata la risposta del Primo Ministro Ceco che convoca un vertice di 27 Paesi, auspicando un accordo chiaro, che eviti manovre protezionistiche dei governi in materia di misure di stimolo all'economia in recessione.
Sei nazioni Europee stanno progettando piani di aiuto per le proprie industrie automobilistiche: Opel ha fatto sapere che chiedera' al governo tedesco 3.3 miliardi di Euro, per rimanere a gall.
L'Europa produce 12 milioni di veicoli all'anno e circa 18 milioni di posti di lavoro dipendono da questo settore.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.31 | Link | 0 Commenti

Nuove Regole contro gli scioperi


Il Governo italiano propone nuove misure per limitare gli scioperi nel settore trasporti. Le misure approvate durante una riunione di gabinetto prevede dure sanzioni da ora in poi per gli scioperi selvaggi nei settori aereo, stradale e ferroviario.
In particolare il settore aereo ha vosto moltissimi scioperi ultimamente a singhiozzo e selvaggi, proposti da piccoli gruppi sindacali.
Secondo le normative introdotte dal Ministro del Lavoro, da ora in poi solo i sindacati che abbiano almeno il 50% dei consensi saranno in grado di organizzare scioperi.
Le nuove misure sono ora al vaglio del Parlamento.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.04 | Link | 0 Commenti

Prestiti Altamura

La società di credito al consumo Plusvalore allarga la propria rete in Puglia con l'apertura di un nuovo PuntoPlus.
Plusvalore, società del Gruppo Delta specializzata nell'offerta di finanziamenti personalizzabili rivolti a privati e aziende, ha aperto una propria filiale ("PuntoPlus") ad Altamura.
Prestiti ad Altamura Italia
La filiale di Altamura si aggiunge alle due di Bari e a quelle di Lecce, Foggia, Gioia del Colle, Barletta e Francavilla Fontana e risponde alla strategia complessiva di diffusione capillare su tutto il territorio nazionale e di espansione nel sud Italia.

Con Altamura infatti, Plusvalore ha raggiunto il numero di 150 filiali.
"L'apertura di un nuovo PuntoPlus ad Altamura - commenta l'Amministratore Delegato di PlusValore, Arnaldo Furlotti - rappresenta l'ennesimo tassello della strategia di diffusione capillare sul territorio della Società.

Abbiamo deciso di aprire un PuntoPlus ad Altamura poichè rappresenta il fulcro delle attività commerciali della Murgia barese.
Altamura è una zona molto densa di realtà aziendali iperattive, volte alla crescita e allo sviluppo del tessuto economico murgiano".

In accordo con i produttori locali, PlusValore promuoverà per tutto il mese di marzo una singolare iniziativa: a tutte le persone che si recheranno presso la filiale verrà distribuito gratuitamente una pagnotta di pane di Altamura, il prodotto di eccellenza per antonomasia della zona: un modo di presentarsi al territorio condividendone i prodotti più autentici e genuini. Plusvalore Spa è una Società di Credito al Consumo specializzata nell'offerta di prodotti finanziari rivolti a privati e aziende.

Nasce nel 2000 come società captive del Gruppo Industriale Merloni per sostenere la vendita dei propri prodotti mediante l'erogazione di credito al consumo e la fornitura di servizi di assistenza post-vendita. Nel gennaio 2003 Plusvalore Spa viene acquisita da Delta Spa, società di partecipazioni fondata dalla Cassa di Risparmio di San Marino e da Estuari Srl, società formata da un gruppo di manager di consolidata e pluriennale esperienza nel settore del credito al consumo.

Nell'ottobre 2004 il pacchetto azionario di PlusValore viene ceduto a River Holding Spa, sub-holding del comparto finanziario del Gruppo Delta, che attualmente detiene il 96,83% di Plusvalore mentre il restante 3,17% è posseduto dalla società Faber Factor S.p.A (Gruppo Industriale Merloni). Plusvalore è membro Assofin ed Assilea.

La Società ha sede a Bologna con capitale sociale, interamente versato, pari a 62.499.340,75 euro.
Per ulteriori informazioni:
www.plusvalore.it

Etichette:

venerdì 27 febbraio 2009
Inserito da: Admin, 13.11 | Link | 0 Commenti

Ubi Banca per il fotovoltaico


Nuova iniziativa per Ubi Banca con il programma ForzaSole, destinato a fornire prestiti personali ai privati per costruire impianti fotovoltaici.

Inoltre si abbattono i costi e si ottengono incentivi dal Conto Energia.
Un guadagno di oltre 25.000 euro, con 1.540 euro di incentivi con 500 euro di risparmio sulla bolletta per 20 anni.
Il prestito offerto da Ubi Banca finanzia importi dai 5.000 ai 30.000 euro , con una durata da 35 a 120 rate con scadenza a 180 giorni. E' possibile usufruire anche dell'opzione Salto rata .

Ottima iniziativa per chi si trova a voler investire in questo settore, riuscendo a cogniugare il prestito alle energie rinnovabili.

Etichette:

mercoledì 25 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 23.48 | Link | 0 Commenti

OBAMA INFIAMMA!


C'era enorme attesa per il discorso del Presidente Barack Obama, il primo ufficiale di fronte al Congresso ed alle telecamere di molti paesi.
Lo speaker, prima dell'entrata del Presidente ha detto :" se pensate che Obama sia stato instancabile in questi primi 30 giorni di Governo, aspettate che renda nota l'Agenda dei prossimi 3 mesi"!
E ha detto la verita'. Obama ha toccato molti punti. Cominciando dai posti di lavoro:
Occorre lavoro subito, da parte di chi puo' e deve assumere immediatamente, il Governo".
Assunzioni dunque, quasi immediate. Fondi stanziati per costruire infrastrutture e costruire ponti, strade, scuole.
Ha poi fatto sapere che i tagli alle spese superflue del Governo faranno risparmiare 3 milioni di miliardi di Dollari.
Piu' sostegno alle famiglie in difficolta', piu' fondi per l'assistenza sanitaria. Chiusura di Guantanamo non in discussione "perche' l'America non tortura, e non lo fara' mai piu'".
Ritiro dall'Iraq.
Atteggiamento quasi di deciso sdegno nei confronti dei managers di Wall Street: "non aiuto loro, ma devo aiutare la gente, chi ha soldi investiti sul mercato non puo' perderli, la Borsa si deve riprendere e lo fara'.
Il Presidente ha dovuto piu' volte tacitare il Congresso per riuscire a parlare. Interrotto ogni pochi secondi da applausi incessanti, standing ovations, e persino urli di incitamento.
Uno dei punti piu' commoventi parlando della scuola.
"Troppi ragazzi abbandonano la scuola superiore e non proseguono gli studi. Questi ragazzi devono spaere che noi abbiamo bisogno di loro. I ragazzi sono il nostro futuro, se loro abbandonano non tradiscono solo se stessi: tradiscono il Paese intero".
"Torneremo ad essere entro il 2020 il Paese con piu' laureati al mondo".

Etichette:


Inserito da: Futura, 15.15 | Link | 0 Commenti

Oro per la crisi


La nuova proposta di Gianfranco Conte (Pdl) è quella di utilizzare i lingotti contenuti nei caveau di Bankitalia per garantire il credito delle banche a imprese e famiglie.

Ipotesi già avanzata anche da altri, però la questione dovrebbe essere affrontata a livello europeo, visto che parte delle riserve nazionali è stata trasferita alla Banca centrale europea.

Inoltre Giancarlo Conte chiede anche al governatore di Bankitalia di riferire al Parlamento sulla situazione del sistema bancario e informazioni sullo stato di salute degli istituti di credito, informare il parlamento sulle posizioni di Bankitalia nel dibattito su regolamentazione e vigilanza finanziaria a livello europeo. Infine Conte chiede anche di informazioni sullo stato di salute degli istituti di credito.

Etichette:

martedì 24 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 20.30 | Link | 0 Commenti

Crisi o no, gli Italiani non rinunciano alla vacanza


L'Istat pubblica uno studio, durato oltre 10 anni, sul cambiamento degli Italiani relativo al viaggiare. Viaggiano di piu'? Di meno? Vediamo:
L'obiettivo e' quello di rilevare il maggior numero possibile di dati, non solo il numero di viaggi effettuati, ma la durata, la destinazione e cosi' via.
Risulta cosi' che gli Italiani nel 2008 hanno viaggiato di piu' ( circa il 10% di aumento), ma con un minore numero di pernottamenti. Cioe' piu' viaggi ma piu' brevi.
La durata media? 6 notti. I viaggi di lavoro rimangono stabili, ma aumentano leggermente gli spostamenti destinati allo studio o ad un corso professionale.
Sono in deciso aumento le tappe che prevedeono l'ospitalita' di parenti ed amici, +25% e le prenotazioni tramite Internet +24%.
Aumentano poi, di un significativo 25% le vacanze invernali e autunnali.
E' la prima volta in assoluto, fa sapere l'Istat che il rapporto tra numero di vacanze brevi e lunghe si e' invertito.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.24 | Link | 0 Commenti

Bot al minimo storico


Si e' svolta oggi l'asta per i BOT a scadenza semestrale.
A fornte di una domanda per oltre 15 miliardi, l'offerta e' stata di circa 10 miliardi ed i BOT con scadenza a Luglio 2009 hanno visto un drammatico ribasso del rendimento: 1.479%
Un record storico al negativo. La Banca Centrale Europea dovra' presto tagliare ulteriormente il costo del denaro, almeno questo e' cio' che tutti gli analisti si aspettano, portando i tassi almeno all1% se non ancora piu' vicini allo zero.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.45 | Link | 0 Commenti

Nazionalizzazione delle banche

Da parte della Commissione Europea è concreta la possibilita' di nazionalizzare le banche colpite dalla crisi, dove i governi ne avvertano la necessità.

Prima dell'intervento del governo è necessaria la rivelazione degli asset deteriorati, da parte di esperti. Dopo che gli asset sono stati valutati nel modo più opportuno e sono state identificate le perdite che porterebbero ad una situazione d' insolvenza senza l'intervento dello stato, la banca viene messa in amministrazione controllata o liquidata.

Inoltre sono fondamentali delle garanzie o delle protezioni per i detentori di bond, per preservare la stabilita' finanziaria e la fiducia, a patto che per questioni di stabilita' finanziaria, la banca potrebbe beneficiare di aiuti sotto forma di garanzia o di acquisto di asset limitato allo stretto necessario per continuare ad operare per il periodo necessario a trovare un piano o per la ristrutturazione o per la liquidazione.

Etichette:

lunedì 23 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 23.20 | Link | 0 Commenti

Prestiti per Ungheria


Linea di credito per di 440 milioni di euro per l'Ungheria devoluti dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI) per il finanziamento di progetti di sviluppo.

I finanziameti sono indirizzati per lo sviluppo economico del paese, è quanto ha dichiarato il Ministro delle Finanze ungherese, Janos Veres. Sono stati erogati prestiti per 8,9 miliardi di euro fino ad oggi da parte della BEI.

Nel anno corso dell'anno, potranno essere richiesti fino a 132 milioni di euro dalla linea di credito concessa, questa è aperta fino al 2012 ed il tasso di interesse applicato sarà comunicato al momento della concessione.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 22.32 | Link | 0 Commenti

Credito in Crisi


E' in atto una stretta creditizia, si sa, in Italia pero' sembra essere peggiore che nel resto d'Europa.
Questi i dati emersi recentemente : a Gennaio le domande di prestiti e finanziamenti sono calate del 14%, Gennaio non ha rappresnetato certo una novita', ma un peggiormaneto di una fase cominciata nel 2008.
Al calo della domanda fa coro il blocco dell'accesso al credito da parte di Banche ed Agenzie, il peggiore in Europa, che sta pesantemente penalizzando le piccole e medie imprese, con conseguenti ripercusiioni su tutti i settori.
Un sondaggio tra le Banche ha registrato un blocco di finanziamenti a Gennaio di circa il 25% in piu' rispetto agli ultimi mesi del 2008, che si aggiunge alla diminuita domanda come abbiamo visto.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.49 | Link | 0 Commenti

Nucleare in Italia?



L'Italia avanza verso il nucleare. Pur essendo ancora tutto in fase di studio, l'amministratore delegato dell'Enel, incontrera' domani a Roma il presidente dell'EDF francese.
Si e' appreso che dovrebbero firmare un accordo per la costituzione di una joint Venture dedicata allo studio del nucleare civile.
Questa fase si considera propedeuica all seconda in cui l'Italia dovra' varare provvedimenti che consentano la realizzazione di impianti nucleari su territorio nazonale.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.21 | Link | 0 Commenti

Sale l'Oro Nero


Il petrolio registra oggi una lieve crescita, dovuta ai nuovi tagli annunciati dall'Opec,
che vorrebbe tagliare la produzione cercando di stabilizzare i prezzi in discesa da mesi.
Una decisione in merito e' ritenuta probabile, ma lo si sapra' solo il 15 di Marzo, data della prossima riunione dell'Opec che si terra' a Vienna.
Per ora queste le dichiarazioni del ministro algerino delle energie e delle miniere.
Al momento le azioni relative sono tutte in salita. Chevron +2.12%, Exxon +1.84% Eni + 3.31%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.15 | Link | 0 Commenti

Tassi ancora troppo alti


Secondo Adusbef le banche continuano a non erogare prestiti alle piccole e medie imprese e ad applicare tassi incompatibili con il costo del denaro.

I 10 mld di Tremonti Bond dovrebbero essere quindi destinati alle famigle ed imprese, inveche che alle banche che continuano a mettere in difficoltà i cittadini.

Adusbef lamenta che il governo si è occupato di creare un decreto salva banche ed i Tremonti bond, per tutelarle, ma queste non si curano delle esigenze di piccole medie imprese e famiglie, addirittura tagliando enormemente l'erogazione di credito.

Etichette:

domenica 22 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 21.01 | Link | 0 Commenti

Turismo Enogastronomico: e' boom


C'e' un settore che suscita stupore per il recente e costante livello di crescita in Italia: ed e' il turismo Enogastronomico.
I dati raccolti ed analizzati da Istat e Coldiretti, rilevano infatti un valore generato nell'arco del 2008 di ben 5 miliardi di Euro, con una crescita rispetto all'anno precedente del 10%.
Agriturismo, Strade del vino, frantoi e Cascine, hanno tutti beneficiato di un incremento sostanzioso. I cambiamenti registrati: viaggi piu' brevi e offerte low cost dell'ultimo minuto in forte aumento.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.45 | Link | 0 Commenti

Timore per il credito interbancario


Molta prudenza da parte delle banche a dare credito e da parte di Brunetta è necessario intervenire per fare in modo che la crisi finanziaria non si espanda sull'econimia reale.

Le banche italiane sono solide, ma scarseggia la fiducia sul prestarsi soldi fra di loro. Quindi troviamo il credito interbancario (il flusso di denaro che passa da una banca all'altra), scarseggia, facendo ricadere i costi ai clienti, metendo in difficoltà imprese e famiglie.

Il governo incita le banche a non ridurre le linee di credito, dando garanzie sul sistema bancario.

Bankitalia ora ha il compito di vigilare che tutto proceda come dovuto.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 20.42 | Link | 0 Commenti

Richiesta credito congelata


La domanda di finanziamenti da parte di imprese e famiglie nel mese di gennaio evidenzia una forte frenata.

Il Crif segnala un calo del 14% delle domande di credito al consumo e mutui per la casa, il doppio rispetto a novembre 2008. Troviamo le banche italiane, che hanno aumentato la stretta creditizia nei confronti del sistema produttivo, rispetto al resto d'Europa.

I dati riscontrati rispecchiano la cautela con la quale gli italiani hanno affrontato gli acquisti durante il periodo natalizio prima e quello dei saldi di inizio anno.

In ogni caso si nota l'aumento del 7% l'acquisto di auto usate, 1,5% per i prestiti per liquidità e 1,4% i prestiti di consolidamento.
Calo dei finanziamenti per viaggi, vacanze,cerimonie e dei prestiti personali medi erogati -10,5%.

Inserito da: Daniele, 20.17 | Link | 0 Commenti

Euro Zona


La fase negativa dei paesi dell'Euro accellera ancora, mettendo sotto pressione la Banca Centrale Europea, a cui viene richiesto di abbassare ulteriormente i tassi entro la fine di Marzo.
I servizi e l'industria in ben sedici paesi dell'Unione Europea sono calati a livelli record negli ultimi due mesi.
La Francia, il terzo paese per rilevanza economica dell'Unione, ha subito la contrazione piu' forte, per quanto concerne il consumo : si trova infatti a nuovi livelli cosi' bassi da stabilire un record che non ha precedenti
I principali analisti finanziari internazionali anticipano dunque un nuovo taglio degli interessi in Marzo da parte della BCE.

Etichette:

venerdì 20 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 15.17 | Link | 0 Commenti

Pil ancora in calo


La Confcommercio aggiusta il tiro ed alla luce delle nuove previsioni di Pil in ulteriore calo per tutto il 2009 fa sapere che la contrazione dei consumi continuera' per almeno altri 12 mesi.
Il Pil dovrebbe scendere ulteriormente, A questo conseguira' una contrazione dei consumi.
Nel caso l'economia globale dia segni di rispresa il Pil potrebbe scendere solo dell'1,2%.
Nel caso contrario invece la discesa Pil potrebbe arrivare ad un meno 2,9%.

Etichette:

giovedì 19 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 23.30 | Link | 0 Commenti

Piazza Affari in Rosso


Ancora una giornata da dimenticare ieri a Milano per Piazza Affari.
In numerosa compagnia dato che praticamente tutti gli indici oggi puntano ad un deciso ribasso.
L'indice S&P Mib si trova ora sotto quota 17 000 punti, a questa quota fanno sapere gli analisti, e' davvero difficile prevedere soluzioni in tempi brevi.
Il Dow Jones americano si trova al livello piu' basso da sei anni.
Il Mibtel si trova oggi agli stessi livelli del Giugno 1996.
Pesanti i titoli Fiat ed i Bancari.

Etichette:


Inserito da: Futura, 23.15 | Link | 0 Commenti

Allarme prestiti facili

Si vedono sempre più spesso offerte di prestito accativanti, sia nei coi volantini nei supermercati che nelle offerte televisive.
Molteplici offerte per mobili, auto, ecc... senza bisogno di fornire garanzie, cosi spesso ci si trova indebitati, per cifre elevate. L'allarme è stato lanciato dalla Fondazione San Matteo Apostolo della Curia, che colloabora con Prefettura e Guardia di Finanza per osservare gli aspetti del sovraindebitamento.
Le offerte purtroppo fanno di tutto per portare il cliente a usufruire continuamente di prestiti ad esempio "dopo aver acceso un prestito ed aver pagato le prime rate ti regalano una revolving card da 3mila euro per premiarti", ma alla fine in questo modo non si fa altro che indebitarsi ulteriormente e di questi tempi diventa quasi impossibile poi riuscire a sostenere le altre spese.

A cadere nella trappola sono principalemente operai e comuni lavoratori, con una situazione finanziaria molto precaria, visto anche l'elevato numero di persone in cassa-integrazione in questi mesi.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 21.53 | Link | 0 Commenti

MaxiPrestito alle imprese petrolifere Russe

La Cina ha accordato un Maxi-Prestito di 25 miliardi di dollari alle due principali imprese petrolifere russe "Rosneft e Transneft", in occasione dei negoziati per la costruzione di un oleodotto che la collegherà alla Russia.

Questo particolare prestito sarà concesso con un tasso di interessi annuo del 6%:
-per Rosneft arriveranno 15 miliardi di dollari;
-per Transneft 10 miliardi.
Il tasso di interesse iniziale era stato fissato al 7%, ma nelle ultime trattative è sceso al 6%.

L'accordo è stato possibile grazie all'accordo firmato tra Russia e Cina basato sulla costruzione di una ramificazione dell´oleodotto Siberia orientale-Pacifico verso la Cina. La Russia fornirà alla Cina per 20 anni 15 milioni di tonnellate di petrolio all´anno.

Etichette:

mercoledì 18 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 20.48 | Link | 0 Commenti

Prestiti per sanare debiti


Dall' Associazione Bancaria Italiana emerge che le imprese chiedono prestiti solo per ristrutturare il proprio debito e non per fare investimenti.

Nel mese di dicembre i prestiti alle imprese (non finanziarie), sono saliti del 6,6% e invece per le famiglie, i prestiti sono cresciuti dell'1,4%.
Ma dall'Abi risulta che le richieste di finanziamento delle imprese sono solo ai fini della ristrutturazione del debito, visto che si è registrato un forte calo degli investimenti fissi, delle operazioni di fusione, acquisizione e delle ristrutturazioni.
Questa esigenza di fondi per investimenti fissi ha segnato in Italia sempre nel mese di dicembre un saldo percentuale negativo pari al 62,5% rispetto a settembre 2008.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 20.31 | Link | 0 Commenti

Dueggì Finanziaria Prestiti

Prestiti e Fianziamenti
Add Video
Salda, la minirata della Dueggì Finanziaria
Arriva il prestito personale che “Salda” i finanziamenti con un'unica rata mensile.

Napoli, Febbraio 2009 – Dueggì Finanziaria SpA, società specializzata nel mercato italiano del credito al consumo, lancia “Salda”: la soluzione di prestito personale che sostituisce tutti i finanziamenti in corso con un’unica rata al mese d’ importo inferiore.

“Salda”, nelle sue tre declinazioni Salda Prestito, Salda Quinto, Salda Mutuo, nasce per rispondere all’esigenza di quei clienti – sempre più negli ultimi anni - che hanno richiesto prestiti a più finanziarie accumulando un debito mensile che grava sensibilmente sul bilancio familiare.

Scegliendo “Salda” i clienti possono rivolgersi ad un unico interlocutore, serio ed affidabile, per estinguere i finanziamenti in corso e gestire un’unica scadenza mensile.

Inoltre hanno la possibilità di ottenere una liquidità aggiuntiva con tasso e rata fissi per tutta la durata del finanziamento.

«Volgendo la nostra attenzione alle evoluzioni del mercato e al mutato scenario sociale – ha dichiarato il Direttore commerciale della Dueggì Finanziaria S.p.A. – abbiamo ideato un prodotto finanziario personalizzabile che permette ai nostri clienti di estinguere tutti i prestiti in corso con un’unica Minirata mensile e di ottenere un notevole risparmio»

I finanziamenti Dueggì sono disponibili nelle Agenzie Dueggì Money presenti sull’intero territorio nazionale presso cui rivolgersi anche per richiedere consulenze finanziarie gratuite, l’erogazione del finanziamento sarà subordinata all’accettazione da parte della Dueggi finanziaria s.p.a.o della società erogatrice del finanziamento.
La Dueggì Finanziaria S.p.A. è un intermediario Finanziario iscritto all’elenco previsto dall’art. 106 T.U. Bancario n. 33928

http://www.dueggi.it/

Etichette:

lunedì 16 febbraio 2009
Inserito da: Admin, 20.26 | Link | 0 Commenti

Credito Al Consumo


Per la prima volta dopo diversi anni consecutivi, sembra rallentare la domanda di credito al consumo.
I dati esaminati nell'arco del 2008 vedono anzi una diminuzione di domanda nel mese di Dicembre, dopo anni di crescite a due zeri.
I prestiti richiesti sono stati per lo apiu' destinati all'acquisto di auto, moto nuovi computers ed infine mobili.
Anche l'importo medio del prestito richiesto sembra ridursi, rimanendo comunque intorno ad un signicativo numero a cinque cifre, circa 15 000 Euro.
I tassi applicati sono aumentati rispetto a quelli apllicati nel 2007. Questo anche nei casi di cessione del quinto. Cioe' un prestito prelevato direttamente dalla busta paga o dalla pensione.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.49 | Link | 0 Commenti

Imprese in Calabria in fallimento


Si e' svolto un dibattito presso il Comune di Cosenza pochi giorni fa, relativo alla situzione disperata in cui versano le piccole e medie imprese in Calabria, ed in genere in tutto il Mezzogiorno.
Si e' dunque ipotizzata una possibile soluzione, per evitare il sicuro fallimento della stragrande maggioranza di queste imprese.
La soluzione potrebbe essere secondo il governo locale, l'anticipo dei pagamenti dovuti dalle pubbliche amministrazioni che verserebbero, in anticipo sui tempi, appunto, a piccole e medie imprese in difficolta', utilizzando la Cassa Depositi e Prestiti.
Se verra' attuato, questo provvedimento riguardera' imprese che impieghino fino a 250 dipendenti.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.29 | Link | 0 Commenti

Se l'Euribor scende ma la rata del Mutuo no


Come abbiamo sentito il tasso Euribor e' nuovamente sceso, ha toccato un nuovo minimo Venerdi' 13 arrivando a 1.94%.
Allora come mai le rate del mutuo non scendono, anzi sono cresciute negli ultimi mesi? Questa e' la domanda che si pongono molte famiglie italiane.
In effetti se le rate seguissero l'andamento dell'Euribor in tempo reale, le rate dei mutui avrebbero dovuto subire un calo che va dal 10% fino al 30%.
Ma cosi' non e'. E la ragione sta nel meccanismo utilizato per la rilevazione dell'Euribor e per il calcolo. E' un meccanismo piuttosto complesso, ma in pratica porta ad un ritardo di diversi mesi sul calcolo dell'indice.
In pratica le famiglie italiane stanno pagando il mutuo a tasso variabile, con i valori indicizzati allo scorso autunno. In piu' ogni Banca ha un certo margine di liberta' nella gestione delle regole.
Alcune banche riaggiustano mesnsilmente, altre fanno una media dei valori per semestre e oanche annuale.
Quindi se ci basiamo sui valori Euribor di Dicembre, il tasso minimo era 2.93%
Se invece facciamo una media dei valori degli ulimi 6 mesi, abbiamo un tasso del 4.63%.
Ecco spiegato perche' l'Euribor continua a scendere, ma la nostra rata ancora no.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.26 | Link | 0 Commenti

5% di Mutuo e la Banca puo' pignorare


La Codacons sta dibattendo in questi giorni una parte del nuovo decreto anti crisi, varato dal Governo, che riguarda i proprietari immobiliari e la stipula dei mutui.
In sostanza e' stato rilevata da Codacons una parte dell'articolo 32, che abbassa la soglia di morosita' da ottomila a cinquemila euro. In pratica bastera' essere in ritardo con i pagamenti delle rate e la banca potra' rivalersi sul patrimonio del moroso.
Questo anche nel caso l'ammontare del debito sia di 5000 Euro
E' stato poi introdotta una nuova misura, ora la banca potra' pignorare anche se il debito massimo arriva solo al 5% del valore dell'immobile, sara' inoltre possibile procedere al pignoramento senza una preventiva iscrizione di ipoteca.
La Codacons sta dibattendo i possibili rischi derivanti da una norma che sembra tutelare gli istituti bancari ma non i cittadini, soprattutto in un momento estremamente delicato per la nostra economia.

Etichette:

domenica 15 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 17.39 | Link | 0 Commenti

La Liguria risparmia energia


La Regione Liguria ha approvato un piano relativo al risparmio energetico e ha reso noto che lancera' due bandi di finanziamento in proposito.
Il primo bando sara' dedicato alle imprese, per un ammontare di dieci milioni di Euro.
Il secondo, dedicato invece agli enti pubblici, per quattro milioni di Euro.
Molte regioni hanno gia' o stanno in queste settimane affrontando il problema del risparmio di energia, e la Liguria partecipa da questo mese al programma " Mi illumino di meno".
Obiettivo : aumentare l'efficienza, ottimizzare l'energia e ridurre gli sprechi senza compromettere la sicurezza delle strade e dei luoghi pubblici.
Cio' sia per quanto riguarda l'illuminazione sia pubblica che privata.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.19 | Link | 0 Commenti

Wall Street


E' terminata con un esito in negativo la seduta di venerdi' a Wall Street, i maggiori indici hanno oscillato per quasi tutta la giornata seguendo l'andamento delle indiscrezioni di Washington riguardanti il super piano di Obama.
Non ci sono state novita' di rilievo a smuovere le acque e il volume degli scambi e' stato piuttosto modesto, anche in previsione del ponte per la festivita' dedicata al Presidente (il President's Day) il prossimo Lunedi'.
Perdite dunque piuttosto contenute degli indici principali: tra - 0.48% e - 1.04%

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.51 | Link | 0 Commenti

Iniziativa di Carige per studenti universitari


Nasce il progetto "Diamogli credito", da Carige in accordo tra l’Associazione bancaria italia (Abi) e il ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive.

L'iniziativa ha l’obiettivo di facilitare la concessione di prestiti per finalità di studio agli studenti universitari e post universitari più meritevoli, dando la possibilità di richiedere prestiti con le seguenti causali:

-Tasse di iscrizione e contributi universitari;
-partecipazione a un programma Erasmus;
-master e corsi post universitari;
-spese di locazione immobiliare per gli studenti fuori sede;
-acquisto di un personal computer nuovo.

Non è necessaria nessuna garanzia se lo studente ha un'età compresa tra 18 e 25 anni ed è residente in Italia.
I dettagli generali del finanziamento:

-Importo massimo finanziabile 6.000.
-Durata massima 36 mesi.
-Tasso massimo ordinario 5,5% (tasso del 5% se la media è di 27/30 o oppena laureato/diplomato col massimo dei voti).

In base alla causale variano la durata e l'importo.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 16.09 | Link | 0 Commenti

Piano Obama accettato dal congresso


Il pacchetto da 787 miliardi di dollari è finalmente stato approvato in nottata con il voto del Senato e l'approvazione del Congresso.

Il maxi prestito punta a garantire la spesa pubblica d'emergenza e tagli fiscali mentre il Paese è nel mezzo di una dura recessione.
Il provvedimeto verrà sicuramente firmato molto presto dal presidente, garantendo tagli alle tasse per le classi medie, finanziamenti per la costruzione di infrastrutture, aiuti ai poveri e ai disoccupati e nuovi investimenti nelle energie alternative e inoltre si spera di salvare/creare 3 milioni di posti di lavoro.
Il 36% dell'aiuto sà detinato al taglio delle tasse (287 miliardi), dove sono previsti ache incentivi per l'acquisto di case e auto e deduzioni fiscali per le imprese. Nel restante 67% dove sono incluse tutte le altre misure troviamo anche fondi per programmi sociali come Medicaid, un'assicurazione sanitaria per le classi disagiate.

Etichette:

sabato 14 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 10.40 | Link | 0 Commenti

Crisi ancora fino a Luglio


La crisi avanza e fa il suo corso. Il livello piu' basso e critico secondo gli analisti finanziari si tocchera' il prossimo Luglio. Sara' davvero il fondo?
I futuri effetti positivi delle politiche di risanamento intraprese gia' si vedono, ma gli effetti positivi tarderanno nove mesi prima di farsi concretamente sentire.
Il calo del prezzo del petrolio e' uno dei segnali positivi piu' importanti, ha fatto infatti risparmiare circa 1500 miliardi di dollari.
L'Europa ha un vantaggio rispetto agli USA cioe' i tassi, un margine piu' alto su cui "giocare" dato che in USA il tasso e' ormai allo 0,25% mentre la media Europea e' poco sotto al 2%.

Etichette:

venerdì 13 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 23.03 | Link | 0 Commenti

Nuova Asta BTP


Si e' tenuta oggi, Venerdi', una nuova asta sui BPT, Buoni Poliennali del Tesoro.
Per i BTP con scdaneza a cinque anni c'e' stato un leggero calo, offrono infatti un rendimento del 3,5%, mentre quelli a quindici anni sono in leggera crescita, con un rendimento del 5,07%.
In entrambi i casi comunque la domanda e' stata piuttosto sostenuta e le contrattazioni vivaci.
Nel caso dei BPT a quindici anni infatti le richieste hanno superato l'offerta : asta per 800 milioni e richieste per 1,47 miliardi

Etichette:


Inserito da: Futura, 22.43 | Link | 0 Commenti

Fondi Pensione


Poche le nuove entrate, nell'arco del 2008, per i Fondi Pensione Aperti. Poche persone si sono avvicinate a questo tipo di risparmio e pochi i fondi raccolti. Si da la colpa alla crisi mondiale, all'incertezza, ai mercati finanziari che non rendono.
Secondo la Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione, queste le cifre:
Nel 2006 i Fondi Pensione Aperti erano aumentati del 70%, mentre nel 2008 l'aumento e' stato del 6%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.01 | Link | 0 Commenti

Gli adolescenti italiani sono i piu' poveri d'Europa


Lo ha rilevato l'Istat, la notizia e' poi rimbalzata su alcuni quotidiani. E' proprio cosi': i minorenni italiani, sono i piu' poveri di tutti gli altri paesi europei ad esclusione di uno solo, la Romania.
Teen agers Italiani e Rumeni, hanno la stessa capacita' di spesa, il problema peggiora al Sud dell'Italia.
I paesi con la fascia giovanile meno povera sono: Danimarca, Finlandia, Svezia e Cipro.
Sono stati considerati moltissimi valori indice per stilare questa classifica tra i quali, famiglie che si potrebbero permettere una spesa imprevista di 600 Euro in contanti, ed altre che non si possono permettere un riscaldamento adeguato in casa durante i mesi invernali.
L'italia risulta tra le popolazioni piu' puntuali nel pagamento delle bollette.

Etichette:


Inserito da: Futura, 00.18 | Link | 0 Commenti

Nuovi prestiti agevolati anche a Pesaro


Anche a Pesaro, cosi' come era successo pochi giorni fa a Milano, sono stati stanziati fondi per alimentare i prestiti destinati al commercio.
Ben 200 000 Euro saranno infatti destinati a commercio ed impresa locali, consentendo prestiti agevolati, abbattimenti dei tassi di interesse.
E parlando di prestiti...sembrerebbe che anche il Real Madrid ne abbia chiesto uno. Un maxi prestito di 70 milioni di Euro per poter comprare Cristiano Ronaldo.

Etichette:


Inserito da: Futura, 00.04 | Link | 0 Commenti

Deficit per la Romania

Deficit record per la Romania nel 2008 con un debito pari al 4,5% del prodotto interno lordo e sale al 5,2% se viene calcolato secondo il metodo della Commissione Europea.

L'obbiettivo da raggiungere entro fine 2009 è del 1,7%, ma sembra irraggiungibile al momento, visto la continua diminuzione delle entrate.


Per sanare il deficit il governo durante il 2009 avrà a disposizione varie opzioni di finanziamento e quasi sicuramente verrà rischiesto un prestito al fondo monetario europeo di 20 miliardi di euro.

Etichette:

giovedì 12 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 20.49 | Link | 0 Commenti

Presti ai dipendenti con interessi da usura

I prestiti per i dipendenti ormai vengono concessi solo con tassi ai limiti dell'usura.

Durante questo periodo di crisi, con la cessione del quinto dello stipendio, un prestito di 6 mila euro ne conta mile di commissioni tramite le agenzie che operano nel mercato.
Da parte dei datori di lavoro diventa pure impossibile porre la firma per adesione, per la cessione del quinto, perche' alcune agenzie di credito chiedono all'azienda di anticipare al dipendente una grossa parte del prestito e nonostante questo vengono applicati tassi altissimi.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 20.26 | Link | 0 Commenti

Tremonti e il G7


Il Ministro delle finanze Giulio Tremonti ha presentato il piano da presentare al prossimo G7, che si terra' in Febbraio, auspicando che in tutto il mondo si possano stabilire norme di diritto che disciplineranno il futuro andamento della globalizzazione.
Anche se l'Italia non ha ancora discusso le sue idee con i suoi partner del G7, l'onorevole Tremonti puo' contare sul sostegno in linea di principio, di Nicolas Sarkozy, Presidente della Francia, e Angela Merkel, il Cancelliere tedesco, che a Parigi la scorsa settimana ha parlato della necessità di una leadership europea nel raggoingere più severi regolamenti in materia finanziaria
Il Ministro Tremonti auspica anche Barack Obama, il neoeletto presidente degli Stati Uniti, sarà ricettivo. .

Etichette:

mercoledì 11 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 23.36 | Link | 0 Commenti

Prestiti Agevolati ai Commercianti


E' appena nata un'iniziativa interessante voluta da Comune di Milano.
Si tratta di una delibera, approvata appena ieri Martedi' 10 Gennaio, per sostenere ed aiutare imprese commerciali, piccole e medie.
Il settore commerciale nel capoluogo Lombardo e' quello che maggiormente ha risentito della fase economicamente difficle che tutti stiamo attarversando.
Saranno dunque presto a disposizione dei bandi, per la concessione di prestiti a tassi nettamente inferiori a quelli attualmente presenti sul mercato e destinati a rivitalizzare appunto il settore commerciale

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.37 | Link | 0 Commenti

Contrattazioni Petrolio


E' sceso il petrolio durante le contrattazioni nella giornata di ieri Martedi'.
Solo nella giornata di ieri un calo del 4.8%, assestandosi sui $37.66 al barile.
La discesa e' cominciata subito dopo il rilascio di un'intervista del ministro del petrolio in Kuwait, il quale ha annunciato una politica del compromesso, com prezzi controllati per non peggiorare la crisi mondiale.
Da questa mattina sta recuperando leggermente, venedo scambiato a $ 37.97 al barile.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.25 | Link | 0 Commenti

Periodo nero imprese in Giappone


In Giappone stiamo assistendo a un periodo nero, infatti aumentano le bancarotte delle imprese e le condizioni attuali di congelamento dei capitali del mercato le costringe ad accendere prestiti tramite le banche.

L'aumento delle bancarotte di gennaio è del 16%, il valore più alto degli ultimi 6 anni ed un'aumento del 3,7% per la richiesta di prestiti alle banche.

Etichette:

martedì 10 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 20.44 | Link | 0 Commenti

24 miliardi disponibili ai prestiti


A seguito di un rapporto Censis, l'Ansa fa sapere che saranno a disposizione delle famiglie circa 24 miliardidi Euro, disponibili per prestiti e mutui.
Questo a causa della riduzione della domanda nel periodo 2007/2008, ma anche di una stretta di Istituti Finanziari e Banche, molto meno inclini ad elargire sotto una certa soglia di rischio.
Probabilmente le famiglie Italiane pagheranno anche meno per mutuo ed energia, nel 2009.
Minore il numero di prestiti elargiti, maggiore il risparmio delle famiglie.
Tutti questi fattori contribuiscono alla previsione della cifra di 24 miliardi di Euro a disposizione tra circa un anno.
Mentre il Censis segnala altresi': sono cambiati i costumi dei consumatori forse per sempre. Si medita molto di piu' sulla spesa, si e' piu' attenti a confrontare prezzi e qualita'. Ma sara' vincente chi riuscira' ad intercettare meglio queste tendenze e a sfruttare al meglio le risorse che saranno disponibili.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.09 | Link | 0 Commenti

Mister Prezzi non c'e' piu'


Si e' dimesso oggi, 10 febbraio il garante al controllo dei prezzi: Mister Prezzi, come veniva definito, al secolo Antonio Lirosi.
Le voci circolavano gia' da qualche giorno, ma erano indiscrezioni senza alcuna conferma. Questa mattina la conferma: Il Dott. Lirosi cerca di crescere professionalmente e considera questa esperienza conclusa.
La carica era stata voluta e creata da Romano Prodi, ma il Dott. Lirosi smentisce che ci siano motivazioni politiche dietro la sua scelta, asserendo che si tratta di scelte unicamente personali.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.50 | Link | 0 Commenti

Il Mutuo? E' per l'ufficio.


Secondo i rapporti periodici di alcuni grossi nomi nel franchising immobiliare, sarebbero in aumento le trattazioni per immobili commerciali.
Ancora ferma la tipologia abitativa, sembra invece mostrare segni di ripresa la tipologia ufficio. In particolare il taglio da 60/80 mq.
Si preferisce l'acuisto all'affitto, i canoni infatti sono in discesa incluse le grosse citta' come Milano o Roma. Si preferisce il nuovo all'usato.
In periferia sono piu' ricercati i centri direzionali, mentre nei centro citta' la richiesta rimane relativa ad uffici di rappresentanza.
In aumento anche il numero di societa' straniere, soprattutto al nord Italia, che passa dall'affitto all'acquisto diretto delle proprie sedi.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.25 | Link | 0 Commenti

Impennata per titoli auto Peugeot e Renault


Sono salite le quotazioni delle aziende automobilistiche alla borsa di Parigi, dopo l'annuncio di Nicolas Sarkozy di concedere un'ingente prestito a questo settore .
Azioni Peugeot salgono del 4,58%, mentre il titolo Renault con un incremento del 7,88%.
Un totale di 6miliardi di euro per Renault e Peugeot/Citroen, tre miliardi di euro a testa ed un'ulteriore mezzo miliardo per Renault Trucks che fa parte del gruppo Volvo.Visto che il settore auto in Francia conta circa il 10% della forza lavoro francese, Sarkozy ha inoltre annunciato che saranno raddoppiate le sovvenzioni per le compagnie fornitrici delle case automobilistiche, che passeranno da 300 a 600 milioni di euro, verra' anche raddoppiato anche il pacchetto di aiuti al settore servizi finanziari che passera' da uno a due miliardi di euro.

Etichette:

lunedì 9 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 22.41 | Link | 0 Commenti

Il Lunedi' di Piazza Affari


A Piazza Affari tiene bene la Fiat, seduta lenta, non molta la volatilita', cauti gli investimenti.
Bene il settore finanziario, quello energetico e, appunto, la Fiat.
La giornata odierna a Piazza Affari ha seguito l'andamento delle passate settimane, poca volatilita' e molta incertezza fino all'apertura di Wall Street, per poi seguire quello che e' l'andamento americano. Molta la fiducia nel piano di risanamento di Obama e sul suo potere di intervento a livello anche internazionale.
Reazione positiva anche sull'Unicredit, torna lentamente la fiducia degli investitori.
In forte rialzo oggi anche Tiscali.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.56 | Link | 0 Commenti

Azioni a rischio


La stretta all'economia globale generera' altri investimenti rischiosi per quanto concerne il 2009 e forse anche il 2010.
La famosissima agenzia Moody's ci aiuta nell'elaborazione di quelli che sono i dati, i trends ed i rischi quando si tratta di investimenti azionari.
I quattro settori maggiormente a rischio identificati nel breve medio termine sono l'auto, la casa, l'intrattenimento, e la vendita al dettaglio.
Settori gia' duramente colpiti dalla crisi ma che secondo Moody potrebbero vedere verificarsi un ulteriore calo fino al 25%.
Nell'identificare quali in particolare di queste azioni e nomi potrebbero essere piu' colpiti bisogna verificare il contante disponibile dell'azienda, l'ammontare dei debiti, l'interesse sui debiti.
In tempi normali, ri finanziare sarebbe procedura normale e l'azione potrebbe volare sul mercato, in questo momento no. Poco contante, debiti e debiti a tassi rilevanti e' un segnale di vendita immediata.
Chrysler e' segnalata da Moody come una di quelle piu' a rischio. Vendite in calo del 40%, mancanza allarmante di liquidita' e managers che sembrano essere a corto di risorse. potrebbe andare molto peggio prima di andare meglio, per via di alleanze strette e piani a medio lungo termine. Moody avverte.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.41 | Link | 0 Commenti

Tentata Causa alle sigarette Light


E' stato respinto oggi in Tennessee la domanada di class action contro la Pilip Morris e la Altria group, la proprietaria tra le altre di Marlboro.
La causa era stata intentata a causa delle diciture "Lights" su alcuni tipi di sigarette, oppure " a basso livello di catrame o nicotona".
Secondo i legali questa e' stata per anni una violazione alle leggi per la tutela dei consumatori. Il tribunale della contea di Davidson in Tennessee ha tuttavia respinto le accuse
Non e' stato reso noto l'ammontare dell'importo che era stato richiesto dai legali, ma si trattava comunque di una somma di indennizzo per tutti i cittadini dello stato del Tennessee, che avessero fumato sigarette di tipo Lights in qualunque momento, a partire dal 1971.

Etichette:

domenica 8 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 16.31 | Link | 0 Commenti

Pre Pensionamento: una novita' in USA


La US Steel annuncia un programma di pre pensionamento volontario. e circa 500 dipendenti, hanno scelto di andare in pensione nel quadro di un programma di pensionamento anticipato volontario offerto ad alcuni che ancora non avrebbero sufficienti anni di servizio per la pensione,
La data di pensionamento per la maggior parte dei dipendenti sarà il 28 febbraio, con poche eccezioni per consentire un breve periodo di transizione. In connessione con il programma, US Steel avrà un primo trimestre pre-carico fiscale di circa $ 70 milioni Fra coloro che hanno scelto di andare in pensione ci sono anche un certo numero di dirigenti, i cui nomi saranno annunciati in una serie di comunicati stampa
Ci si aspetta che questa soluzione faccia risparmiare al colosso industriale circa 50 milioni di Dollari l'anno.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.22 | Link | 0 Commenti

Nuove modifiche al decreto contro la crisi

Il governo sta mettendo a punto un pacchetto di misure per far fronte alla crisi che sta gravemente colpendo l'industria italiana e per agevolare gli acquisti e quindi rilanciare la produzione.

Inizialmente si pensava a un pacchetto di 500 milioni euro, ma pian piano è stato rimanipolato in modo da non creare buchi, questo a quanto afferma il ministro Giulio Tremonti.

Per risanare il paese viene utilizzato il debito pubblico che è alto e cresce sempre di più, ma è cmq al di sotto di quello degli altri paesi europei.

Il decreto è stato necessario, visto che il mercato è fermo, il tema di questo è l'ambiente.

Come punto fondamentale, c'è l'incetivo di 1500 euro, per rottamare la propria vecchia auto con una nuova euro 4 o euro 5, con un ulteriore bonus se si sceglie un auto a gpl,metano,elettrico e idrogeno. 500 euro se si decide di cambiare la propria moto. Non è piu valida la proposta di esenzione da bollo per 3 anni.
Per mobili ed elettrodomestici si amplia lo sconto sull'Irpef del 20% già in vigore per frigo e congelatori a basso consumo, ma questo è valido solo se legato alla ristrutturazione della casa. Tutte le misure scadono il 31 dicembre 2009 e questo verrà presentato come un maxi-emendamento.





Etichette:


Inserito da: Daniele, 14.31 | Link | 0 Commenti

Italia in recessione fino al 2010

Per il Fondo Monetario Internazione (FMI), la crisi in italia potrebbe prolungarsi fino al 2010.

La prospettiva è pessimistica, se le stime di crescita dovessero ancora peggiorare sarà necessario varare altri pacchetti di aiuti, andado a modificare il recentissimo decreto aniti-crisi.

La ripresa avverrà solo per il 2010, grazie alle misure attuate, ma non prima, con il Pil 2009 in calo del 2,1% e quello 2010 dello 0,1%.

L'economia italiana, anche se colpita dalla recessione, è in ogni caso riuscita ad evitare le ripercussioni della crisi finanziaria.

Da parte delle autorità italiane però è necessario un'impegno per far slittare il consolidamento dei conti per quest'anno ed è necessario tener conto del debito pubblico, ad oggi molto alto.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 14.29 | Link | 0 Commenti

Biliancio Toyota in rosso

Il primo costruttore di motori al mondo, ha dichiarato di trovarsi in cattive acque, 2,9 miliadi di perdita.

Il cattivo andamento è dovuto al calo di vendite a causa delle difficili condizioni di mercato, soprattutto negli Stati Uniti e in Europa, così si vede un rapido deprezzamento dello yen rispetto al dollaro e euro.
La previsione per i giorni avvenire è quella di vendere 220.000 unità in meno rispetto all'anno precedente.
In Giappone si assiste a un calo delle vendite del 14%, ma ancora una massiccia riduzione del 31,1% in America e 23,7% in Europa.

Etichette:

venerdì 6 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 19.31 | Link | 0 Commenti

Bankitalia


La Banca d'Italia ha fatto sapere oggi che il Pil, prodotto interno lordo potrebbe ridursi nel corso del 2009 del 2%,
L' ammontare del debito e' aumentato nel 2008 del 2.5 % . Preoccupa la situazione economica internazionale, ma ad incidere sulla situazione interna Italiana e' anche il debito relativo alla spesa pubblica e delle pubbliche amministrazioni che e' salito vertiginosamente. Da 49 miliardi di Euro del 2007 a quasi 72 miliardi del 2008.
Giulio Tremonti si dice pero' ottimista, "non mi sembra una situazione catastrofica " ha dichiarato oggi in un'intervista.
Mentre Trichet, attuale presidente della banca centrale Europea, ha sottolineato che se non ci fosse l'Euro, tutti i paesi europei non avrebbero mezzo alcuno per combattere la crisi e difendersi dalla crisi finanziaria ed economica.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.29 | Link | 0 Commenti

Euro e BCE



Mentre le borse internazionali festeggiano un ottima giornata prima del fine settimana, i mercati forex sono in forte volatilita'.
L'Euro sta salendo sul valore del Dollaro e si sta avvicinando a quota 1.30.
Uno dei fattori che ha contribuito e' stato il rapporto diffuso stamane sulla produzione industriale tedesca che fa registrare un calo del 12%
Altro elemento he ha poco entusiasmato : ll rapporto sui livelli di disoccupazione in Canada,
- 129 000 posti di lavoro, ed i dati ancora in salita sulla disocuupazione USA.
Il Dollaro Americano sale su quello Canadese di oltre 100 pips.
Sono diversi gli analisti finanziari che si sono espressi negativamente riguardo la decisione di ieri della banca centrale Europea di lasciare intatti i tassi. L'opinione diffusa e' che sarebbe stato meglio un taglio di alcuni punti, per meglio supportare un economia sotto pressione.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.50 | Link | 0 Commenti

Mercati ed Indici Internazionali


Sia i mercati europei che asiatici fanno regsitare un rialzo oggi.

Una nota di ottimismo che ha fatto seguito alle notizie di una probabile imminente approvazione per il "piano di Obama", il quale nel frattempo ha raggiunto la cifra 920 miliardi di Dollari.

Salgono i mercati di Londra, Francia, Germania ed Italia.
Piu' o meno lo stesso per Honk kong, Giappone, Shangai, Taiwan e Singapore.

Persino l'Australia registra in questo momento un + 1 %. E' il settore bancario ad andare meglio e a trascinare anche gli altri settori al rialzo.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.31 | Link | 0 Commenti

Ripresa per Wall Street e novità su andamento economia Americana

Finalmente la ripresa degli indici Americani, nella giornata di oggi son risultati tutti positivi.

Il Dow Jones + 1,15%, Nasdaq +1,64% e S&P 500 arriva al 1,52%.

Sono state stilte anche le statistiche sull'andamento dell'economia, dove la produttività del settore non agricolo ha segnato un incremento del 3,2% nel 4° trimestre del 2009 rispetto al trimestre precedente. Le richieste di sussidio alla disoccupazione invece sono in aumento (626.000) e gli ordini manufatturieri americani sono scesi del 3,2%, invece Kelloggnel quarto trimestre ha segnato un'aumento dell'utile netto di circa 3 milioni di dollari.
Per Cisco vendite in calo dal 15 a 20%. Il gigante assicurativo americano Cigna, ha 209 milioni di dollari sempre nel quarto trimestre 2009 ed infine sono stati avviati colloqui preliminari con la cinese Geely per la vendita del gruppo svedese Volvo da parte di Ford.

Etichette:

giovedì 5 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 21.23 | Link | 0 Commenti

La strategia di Citigroup per aumentare i prestiti

A Citigroup sono stati devoluti 45 miliardi di dollari come aiuto statale, e il gruppo intende usarne 36,5 di questi, per potenziare le proprie attività di prestito e finanziamento a famiglie e imprese.

Le cifre destinate dovrebbero essere:
  • 25,7 miliardi di dollari saranno destinati per concedere mutui;




Inoltre Citigroup ha specificato nel proprio rapporto, che i fondi ricevuti non verranno utilizzati utilizzati per compensazioni e bonus, per il pagamento dei dividendi, per operazioni di lobbying e tanto meno attività di marketing come pubblicità e sponsorizzazioni.

Etichette:

mercoledì 4 febbraio 2009
Inserito da: Daniele, 22.09 | Link | 0 Commenti

Via ai prestiti per i prodotti verdi in Francia


Concesso il pacchetto di prestiti per la cifra di 500 milioni di euro, destinati alla Francia, per incentivare tutte le imprese in difficoltà del territorio, che fabbricano prodotti "verdi", auto incluse.

L'iniziativa è falida fino al 31 dicembre 2010, per tutte le imprese che decidono di dedicarsi sulla sostenbiltà ambientale, pur trovandosi in difficili condizioni economiche, con prestiti a tassi agevolati ed inoltre a rendere più vantaggiosi investimenti pubblico/privati per un periodo di due anni.
La Francia è il primo paese dell'UE ad adottare questa formula per aiutare chi ha deciso di rendere la propria attività più "verde".

Etichette:


Inserito da: Daniele, 21.49 | Link | 0 Commenti

Il Piano di Obama


A New York le azioni scendono nuovamente, mostrando incertezza di tutto il settore finanziario riguardo al piano che Obama vorrebbe fare approvare.

Le Banche mostrano dati poco confortanti per quanto riguarda Gennaio. E tra il piano di Obama e gli ineterssi delle Banche e delle Lobby ce ne passa.
Bank of America scende dunque ulteriormente, raggiungendo gli stessi livelli a cui era ben 19 anni fa.

Un buon acquisto verrebbe da pensare per chi non ha in mente il breve o medio termine.

Bisognera' aspettare e vedere se il piano di Obama verra' approvato e se produrra' benefici per altri settori, il settore bancario probabilmente seguira'.

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.37 | Link | 0 Commenti

Investire On line


In Internet salgono enormemente di numero gli ebooks (pubblicazioni elettroniche), gli articoli e i siti per l'online trading.
Ci sono siti per imparare i trucchi del mestiere, per le azioni e per le opzioni, articoli di chi afferma di fare questo per mestiere e articoli di chi per mestiere scrive articoli. Siti in cui si provano le proprie capacita' virtualmente, con un account ed un capitale fittizio e siti in cui con sofisticatissimi software ci si trova ad avere a portata di mano gli stessi strumenti dei broker professionisti.
Investimenti alternativi e fondi hedge, possibilita' di guadagno sia che il mercato salga, sia che scenda (spread) o quando il mercato e' piu' stagnante e il livello di volatilita' scende.
In un momento di incertezza come questo, forse piace l'idea di investire a lungo termine e di avere un controllo personale, che non e' dato di avere con gli investimenti comuni.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.07 | Link | 0 Commenti

Dal Giappone


La Giaponese Panasonic fa registrare la prima perdita in 6 anni. La previsione e' di tagliare circa
15 000 posti di lavoro, la meta' dei quali in Giappone e chiudere 27 sedi in tutto il mondo, aggiungendosi ad altre industrie Giapponsei che si stanno adeguando al rallentamento dei consumi ed alla crisi generalizzata.

Panasonic e' il principale produttore mondiale di Tv al plasma, ma e' noto anche per un'ampia gamma di prodotti, dai cellulari, alle batterie, dalle apparecchiature fotografcihe ai semi conduttori.

La situazione economica in Panasonic si e' partciolarmente aggarvata dallo scorso Ottobre, quando lo yen comincio' a salire, diminuendo quindi il potere di competitivita' del colosso industriale.

Anche la Sony ha annunciato un taglio di 8000 posti di lavoro sul totale dei suoi 185 00 dipendenti, piu' la chiusura di 5 fabbriche. Praticamente il 10% dei suoi 57 impianti.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.01 | Link | 0 Commenti

Situazione del Credito


Il numero dei prestiti personali richiesti nell'ultimo trimestre del 2008 in Italia, resta abbastanza cospicua, anche se mostra alcuni segni di rallentamento, in deciso calo invece i prestiti finalizzati.
Viene considerato dagli analisti un segnale improtante che gli intermediari finanziari dovranno essere in grado di elaborare per poi poterlo tradurre con nuove possibilita' di relazione e di offerta di prodotti alla propria clientela.
Le famiglie italiane riducono gli acquisti di beni di consumo e questa flessione
si riflette nella domanda di credito finalizzato al loro acquisto
La domanda di mutui ad esempio mostra di essere quasi completamente ferma nel secondo semestre 2008.

Etichette:

martedì 3 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 17.25 | Link | 0 Commenti

Spesa e Consumo


La spesa del consumatore medio cala ancora e continua a calare da sei mesi consecutivi in USA, salgono invece i risparmi.
Gli americani preoccupati dal susseguirsi dei licenziamenti, spendono meno e risparmiano di piu'. Gli economisti sono concordi nel prospettare una spesa media pro capite molto moderata ancora per tutto il 2009.
La Federal Reserve ha annunciato un rapporto, che dovrebbe essere reso noto oggi nel pomeriggio, riguardante il credito.
Il rapporto dovrebbe puntare l'occhio anche sulle nuove misure previste dalle Banche, a riguardo di prestiti a privati ed attivita'.
Come e' noto, i cordoni della borsa si sono ristretti di molto e la risultante e' la difficolta' estrema ad ottenere crediti.
Barack Obama nel frattempo sta cercando di fare passare un piano di aiuti da 819 miliardi di Dollari, che sta pero' incontrando resistenze sia da parte dei Repubblicani che degli stessi Democratici, che considerano l'ammontare eccessivo e la manovra rischiosa.
Wall Street reagisce lasciando sul terreno qualche punto. Il settore industriale e' quello piu' penalizzato in USA, in Europa ed in Asia.

Etichette:

lunedì 2 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 18.01 | Link | 0 Commenti

Italia popolo di risparmiatori


Secondo l'ultimo rapporto economico della Banca centrale europea si scopre che in Italia spicca la capacità di risparmiare e di fare meno ricorso ai prestiti.

Se andiamo a guardare i valori dei debiti privati contratti dalle famiglie su scala europea, risulta che il debito totale degli italiani era il 30% del Pil nel 2007, mentre Gemania e Inghilterra ripettivamente un terzo e un quinto.

Dai dati della BCE risulta che i mutui contratti per finanziare le compravendite di immobili rappresentano il 17,2% del Pil italiano, un valore di gran lunga inferiore a quello degli altri Paesi dell’Ue, riparando l 'talia da eventuali crisi immobiliari.

Cos'ì nel nostro paese è usanza prima di chiedere prestiti alle banche, ad usare i propri risparmi o rivolgersi ad amici e parenti.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 17.24 | Link | 0 Commenti

Visa, Mastercard e le altre


Secondo il new york times di oggi:
prima fu la crisi dei mutui, ora si sta avvicinando la crisi delle carte di credito.
Gli enti erogatori stanno bruscamente rivedendo la loro politica ed ottenere una nuova carta di credito ultimamente e' diventata impresa ardua, anche per ottimi pagatori ed individui con un'ottima e solida storia alle spalle.

"Se i licenziamenti e la crisi degli impighi continuera' cosi', i possessori di carta di credito aumenteranno la una quota di debito, che non saranno capaci di restituire alle banche, quella quota diventera' un qualcosa di portata storica, di mai sentito prima." Rivela uno dei managers di Citigroup.

MasterCard e Visa stanno facendo del proprio meglio per fermare questa sorta di "emorragia" che e' gia' in atto.
American Express, Bank of America, Citigrioup e perfino una catena di negozi quali Target hanno completamente modificato le procedure per l'ottenimento di una delle loro carte di credito, aumentando i controlli, alzando gli standards.

Se da una parte queste misure servono a proteggere le banche e gli istituti erogatori, dall'altra potrebbe diventare il classico serpente che si morde la coda.
Meno prestiti concessi, dunque meno interessi riscossi, meno attivita' e meno danaro in circolo.
La richiesta online di carte di credito, storicamente altissima per il mercato USA, e' diminuita per la prima volta dall'inizio della crisi.

Etichette:

domenica 1 febbraio 2009
Inserito da: Futura, 16.39 | Link | 0 Commenti

In arrivo maxi prestito per Fiat

In arrivo aiuti dalle banche per l'azienda torinese.
Da parte di Intesa Sanpaolo si parla di un prestito di 3 miliardi di euro, anche se nei giorni scorsi si parla di 1 - 1,5 miliardi oltre ke da Intesa anche da Unicredit e da una banca estera.

L'intervento delle banche risulta necessario per mettere in sicurezza la Fiat, cosi da andar a implementare l'intervento del governo con gli incentivi. Già nel 2002 Intesa aveva avuto un ruolo fondamentale nella ripresa di Fiat convertendo 3 miliardi.

Per gli stabilimenti del sud Italia invece è imminente la chiusura, dopo l'inizio della produzione della Zastava, in Serbia.
Gianni Rinaldini (Fiom) dicihiare che qualsiasi intervento pubblico debba essere vincolato al mantenimento dell'occupazione e degli stabilimenti in Italia.


Etichette:


Inserito da: Daniele, 15.24 | Link | 0 Commenti

Il nuovo piano di Obama

Obama pensa a una strategia per poter aiutare le famiglie americane, dando la possibilità di avere accesso a prestiti e riducendo il costo di mutui.

Inoltre c'è anche il desiderio di aumentare i prestiti alle piccole imprese in modo da creare nuovi posti di lavoro.Il piano dovrebbe muovere circa 800 miliardi di dollari ed Obama ha sollecitato il Senato ad approvarlo il prima possibile.
Inoltre il presidente ha promesso di una supervisione rigorosa e di chiara contabilità, per far sapere come vengono spesi i soldi dei contribuenti e i risultati ottenuti.





Etichette:


Inserito da: Daniele, 14.31 | Link | 0 Commenti