Ford in piena crisi ma non chiede aiuti


I dati fatti segnare da Ford a fine 2008 sono preoccupanti, con un rosso record di 14.6 miliardi di dollari, ma nessuna intenzione di richiedere prestiti governativi.

La casa automobilitisca non intende appoggiarsi agli aiuti del governo, in quanto ha deciso di sfruttare "la linea di credito rotativa" che gli consentirà di accedere già nei primi ter mesi del 2009 a 10,1 miliardi di dollari, che assicureranno un'adeguata liquidità alla compagnia.

Etichette:

sabato 31 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 13.01 | Link | 0 Commenti

Raggio di sole per la borsa di Londra




Finalmente un piccolo rialzo per l'indice azionario Ftse 100 di londra, con un incremento del +0,42%, in linea con i mercati europei e future statunitensi.

L'incremento è dovuto ai prestiti emessi dalla Banca d' Inghilterra, ch ha portato risultati migliori del previsto. Inoltre questo porterà a una riduzione dei tassi d' interesse che favoriranno il mercato immobiliare.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 12.44 | Link | 0 Commenti

Economia in Cina


Riporta un'indagine svolta durante gli ultimi mesi del 2007 in Cina, che il popolo cinese e' ottimista riguardo all'andamento del paese, e in linea di massima, soddisfatto del governo e della situazione attuale.

Oltre l' 80% su un campione di 10 000 persone, intervistate in 18 grandi e medie citta' e 100 tra piccoli paesi e villaggi, si sono detti ottimisti.
Per i cinesi l'economia interna si sta mantenendo abbastanza stabile, pur risentendo in parte della crisi mondiale.

Il Governo prevede una manovra di stimolo all'economia imponente, 4 trillioni di yen, e gli intervistati sono convinti che la manovra dara' i risultati sperati. Solo il 5% ha manifestato incertezza per il futuro o ha dichiarato di non avere fiducia che la loro economia continuera' a crescere.

Riguardo al Governo cinese, il 95% degli intervistati si e' detto estremamente soddisfatti del governo attuale e della risposta a disastri quali il terremoto del maggio scorso.

Etichette:

venerdì 30 gennaio 2009
Inserito da: Futura, 18.10 | Link | 0 Commenti

Finanza Made in USA


Il Mercato di Wall Street ha fatto registrare un ulteriore salto verso il basso oggi, Venerdi' 30 gennaio.
Questo a causa dei rapporti appena usciti sull'andamento dell'economia made in USA: una contrazione negli ultimi mesi del 2008 del 3.8%. Il piu' importante calo dal 1982 e ad un ritmo tale che non si registrava da circa 30 anni. Queste le proporzioni.
Nuove auto e articoli per l'arredamento della casa sono gli oggetti meno acquistati, e che quindi fanno registrare la percentuale di calo economico piu' rilevante, un impressionante 22.4% in meno.

Inserito da: Futura, 16.20 | Link | 0 Commenti

Andamento crisi in India

La crisi economica mondiale in India non ha portato di certo buone notizie, infatti solo le società esportatrici indiane avrebbero apportato tagli a circa 1milione di posti di lavoro.

I settori maggiormente colpiti sono quelli della lavorazione delle pietre preziose, la gioielleria, l'abbigliamento, il tessile e l'artigianato e per i prossimi mesi non c'è ombra di un miglioramento.

Negli ultimi tre mesi del 2008 le contrazioni registrate sono state -21,1% a ottobre; -9,9% a novembre; -1,6% a dicembre. Per cercare di rissollevare la situazione verranno prese misure per 317 milioni di euro mirate alle imprese esportatrici come ad esempio l'estensione da 6 a 9 mesi dei crediti agevolati pre spedizioni.

Etichette:

giovedì 29 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 23.30 | Link | 0 Commenti

La Richiesta Prestiti online


Che si stia cercando un prestito per un acquisto importante, un mutuo per una casa, oppure anche un piccolo prestito per fare fronte ad un'emergenza temporanea, quale che sia la vostra necessita' o situazione, ricercare informazioni online presenta vantaggi enormi.

Il tempo : e' diventato un elemento prezioso nella vita di ciascuno. In internet le informazioni sono disponibili sempre e non si fanno code.
La convenienza: Oltre al vantaggio del 'sempre disponibile" esiste la convenienza del "qui ed ora", una gratificazione istantanea che non implica lunghe ore sprecate alla ricerca di un parcheggio.
La privacy': Non ci sono appuntamenti da prendere ed informazioni da dare, giustificazioni da fornire e formulari da riempire, ma le informazioni che ne ricaverete sono esattamente le stesse che l'impiegato in banca vi avrebbe fornito subito dopo tutte le procedure sopra elencate.
La facilita' : qualunque sia il vostro livello di familiarita' con la tecnologia le informazioni sono ormai facilmente accessibili ed in quantita' tale che la ricerca online batte sul campo qualunque altra forma di raccolta di informazioni "piu' tradizionale".
Il miglior risultato. Sia che decidiate di procedere e fare la vostra richiesta online, o di recarvi di persona presso la finanziaria preseclta, il fatto di avere consultato e paragonato tutte le offerte possibili in cosi' breve tempo, vi mette sicuramente in una posizione di vantaggio. E non e' cosa da poco.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.29 | Link | 0 Commenti

Mutui Casa


Secondo una pubblicazione della Federazione Europea mutui, queste sarebbero le tendenze in Europa relativamente ai mutui immobiliari.
La media dei proprietari immobiliari tra tutti i paesi Europei e' del 64%.
La percentuale piu' bassa di proprietari di prima casa si trova in germania con il 41%, mentre le piu' alte percentuali risultano essere quelle di Spagna e Grecia, ambedue con un 83% di proprietari.
La richiesta di mutui per acquisto prima o seconda casa ha regsitrato una crescita del 9% negli ultimi 5 anni, dell'8% se si considerano gli ultimi 10 anni.
Paesi quali Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria hanno avuto un incremento fenomenale negli ultimi anni che si assesta per questi paesi attorno al 50%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.40 | Link | 0 Commenti

Prestiti negati in Germania per chi fa affari con Teheran

Possibili nuove severe restrizioni all'interscambio tedesco con l'Iran da parte della Cancelliera Angela Merkel.

Il provvedimento consiste nell'impossibilità di ricevere garanzie federali sul credito per le imprese intenzionate a fare affari con l'Iran, ma è già dal 2006 che si vedono cali di concessioni.
Nessuna preoccupazione da parte di Teheran che ha già come partner Cina, Russia e Repubblica Ceca.
Alcuni deputati tedeschi al Parlamento europeo si sono più volte rifiutati di appoggiare un simile provvedimento che mette in difficoltà i diritti umani e interessi economici.

Etichette:

mercoledì 28 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 20.46 | Link | 0 Commenti

Dato il via alla garanzia sui pestiti per il gruppo Merloni


Concessa una garanzia sui prestiti di 68 milioni di euro, per il gruppo Antonio Merloni (produzione italiana di elettrodomestici) per riuscire a manter in vita l'attività.

Il gruppo dovrà rimborsare interamente il prestito in 6 mesi oppure dovrà presentare un piano di ristrutturazione a lungo termine. Il ministero dell'economia e delle finanze erogherà l'aiuto sotto forma di garanzia sui prestiti.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 20.25 | Link | 0 Commenti

Alitalia esce dalla borsa


Da ieri mattina, da piazza affari sono scomparsi i titoli Alitalia e i bond convertibili.

Il titolo era già congelato il 4 giugno al valore di 0,445euro e la sospensione delle contrattazioni erano già arrivate con l'ultimo tentativo di salvataggio dell'azienda a fine maggio 2008.

Tutte le obbligazioni convertibili 2002-2010 emesse dalla vecchia compagnia per 715 milioni di euro scompaiono quindi dalla borsa con la conseguenza che tutti gli obbligazionisti fanno adesso parte del bacino dei creditori che hanno presentato al Tribunale Fallimentare domanda di ammissione al passivo di Alitalia. Invece per i 40mila piccoli azionisti dovranno attendere fino al 31 maggio per gli eventuali indennizzi previsti dal Governo.

In questo modo vengono completamente chiuse le contrattazioni dei titoli della vecchia Alitalia e si aspetta il debutto della nuova, anche se non arriverà prima di qualche anno.

Etichette:

martedì 27 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 18.32 | Link | 0 Commenti

Euribor sempre più basso ma i tassi salgono

Nonostante il continuo calare dell' euribor, le banche continuano a tenere i tassi "artificialmente alti".

Con tutti gli aiuti ricevuti dal governo con il "decreto salva banche", ad oggi non vediamo nessun impegno di queste a voler risollevare il paese.

Da settembre a novembre (2008) i tassi per i prestiti delle famiglie son cresciuti di 43 punti base.
La differenza dei tassi tra quelli italiani a quelli europei è salita al 1,56%.


Etichette:

lunedì 26 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 20.39 | Link | 0 Commenti

Fiat in attesa di aiuti governativi


Da pochi giorni è stato raggiunto l'accordo non vincolante con Crysler da parte di Fiat, ma per l'azienda torinese si prospettano giorni difficili.

I bilanci nel 2008 risultano fortunatamente positivi, 1,5% in più rispetto al 2007, invece l'utile netto anche se positivo è in calo 16,2%. Naturalmente visto le condizioni del mercato, la domanda è in forte calo 20% secondo Fiat e in più gravano 300 milioni di euro in ristrutturazioni.

Debito di 5,9 miliardi di euro a fine 2008, e ritardo sui pagamenti dei fornitori di oltre un'anno, cosi le imprese terziste di Fiat sono costrette a chiedere prestiti alle banche che difficilmente vengono concessi e nei prossimi mesi si prevede un peggioramento della situazione.

Per riuscire a sanare la situazione Fiat ha chiesto aiuto ad alcune banche, chiedendo l'apertura di linee di credito per una cifra di 5 miliardi, ma apparentemente per ora senza una risposta certa.
Il governo si sta muovendo per cercare di risolvere la situazione tramite iniezioni di liquidità e incentivi statali all’acquisto di vetture e con aiuti di stato.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 19.59 | Link | 0 Commenti

La Sterlina in caduta libera


Un'intervista davvero curiosa di cui vogliamo riportare. E' stata rilasciata poche ore fa a Singapore, da Jim Rogers, uno dei principali e piu' conosciuti investitori privati al mondo.

Il Sig. Rogers dunque, ha detto che secondo lui la Sterlina Britannica e' alla fine della corsa. Entro 10 anni sara' pari al Dollaro, forse anche piu' bassa. Rogers scommise contro la Sterlina agli inizi degli anni '90 investendo oltre 1 miliardo di Dollari, e guadagnando bene.
Ci sono due fattori secondo Rogers che stanno influenzando l'economia Britannica e l'andamento della Sterlina : le riserve petrolifere del Mare del Nord si stanno esaurendo, e l'industria finanziaria non godra' di ottima salute nei prossimi tempi.
A meno che, sempre stando alle dichiarazioni di Rogers :" l'Inghilterra non entri nell'Euro, questo potrebbe renderla piu' competitiva su molti mercati. Ma - aggiunge - d'altro canto non credo che l'Euro avra' lunga vita. Non mi aspetto che tra vent'anni ci sia ancora.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.50 | Link | 0 Commenti

BCE


Jean Claude Trichet, Presidente della Banca Centrale Europea ha fatto sapere che l'Europa non corre al momento rischi di inflazione. l'Euro ha dimostrato secondo l'analisi di Trichet, una decisa capacita' di resistenza alla crisi, pur essendo sotto pressione, come perlatro tutte le monete mondiali in questo momento.

Il Presidente ha poi sottolineato come si stia assistendo al fenomeno inverso, cioe' ad un ribasso dei prezzi dovuto al calo dei petrolio e di molte materie prime. Il Presidente Trichet non accenna pero' ai rischi della deflazione. Un fenomeno molto piu' pericoloso per le conseguenze che puo' avere, della piu' temuta inflazione.

Secondo alcuni analisti finanziari un certo margine di rischio esiste. mentre Bruxells fa sapere che il 2009 sara' ancora segnato dalla recessione economica ma non si prevedono rischi di deflazione. Secondo Bruxelles i prezzi scenderanno fino alla meta' circa del 2009, mentre ci si aspetta una risalita di quasi il 2% nel 2010.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.13 | Link | 0 Commenti

L'Ottimismo di Londra


Le Borse Europee sono in salita oggi (Lunedi' 26/01/09) , nonostante il mercato azionario USA sia ancora indeciso, e leggermente in declino dopo i dati poco confortanti emessi dal colosso Caterpillar.
In Europa invece, tendenza contraria e leggeri ma significativi rialzi per le principali capitali, con il settore bancario che segna la via al territorio positivo degli indici.
Le belle notizie cominciano a Londra, all'apertura dei mercati la Barclays rende noto di avere realizzato un discreto profitto nell'arco del 2008 e di non avere alcun tipo di difficolta' economica di alcun genere.
Oltre al settore finanziario, anche il settore energetico, in Europa, sembra orientato ad una settimana "in positivo".




Nella foto: l'edificio che ospita la Borsa di Londra

Etichette:


Inserito da: Futura, 15.39 | Link | 0 Commenti

8 modi facili per risparmiare energia. E soldi!



Sono 8 suggerimenti facili facili, alcuni di questi non prendono piu' di un minuto, e possono fare risparmiare in maniera significativa nell'arco di una nno.
Per potersi permettere quel famoso....week end, vestito, ristorante a cui pensavate da tanto.

1) Pulite i tubi e le serpentine che si trovano sul retro ( o a volte sotto) il frigorifero. Mantenerle in buone condizioni significa risparmiare energia e allungare la vita del vostro elettrodomestico.
Per pulire bastano uno spazzolino o un pennello.

2) Lavare i piatti riempiendo il lavello, e non sotto l'acqua corrente, puo' farvi risparmiare oltre 10 000 litri di acqua l'anno.

3) Utilizzare il ciclo a freddo della lavatrice piu' spesso possibile puo' fare risparmiare circa 90 euro l'anno.

4) Utilizzate una presa multipla per attaccare piu' oggetti contemporaneamente. Dopo l'utilizzo staccherete tutto con un solo gesto.

5) Non lasciate mai i carica batterie di ipod, cellulari ecc. attaccati alla presa, quando non utilizzati. Assorbono energia e consumano.

6) Aprite persiane e tende durante la giornata, anche se state uscendo. I raggi solari infatti possono fare risparmiare sul riscaldamento in maniera importante, alzando la temperatura di un ambiente anche di 3/4 gradi. Ricordatevi di chiudere tutto prima del tramonto. Risparmierete anche sulla dispersione notturna.

7) Mantenere le gomme dell'auto gonfie in maniera ottimanle e ruotarle di posizione quando necessario, fa risparmiare sul consumo del carburante.

8) Installare i miscelatori dell'acqua e la testa della doccia scegliendo quelli high efficiency di ultima generazione, vi puo' fare risparmiare anche il 50% sul consumo di acqua calda.

Etichette:

domenica 25 gennaio 2009
Inserito da: Futura, 18.46 | Link | 0 Commenti

Accesso a prestiti più difficili per imprese

Per le piccole e medie imprese la disponibilità di credito scarseggia, ci sono parecchie difficoltà ad accedere ai prestiti erogati dalle banche rispetto al resto d'Europa.

Con la crisi, le banche hanno reso più difficile l'accesso al credito, modificando le quantità erogate, i margini applicati, le scadenze adottate e l’utilizzo di specifiche clausole contrattuali volte al contenimento del rischio.

In questo periodo la maggior di richieste di credito da parte delle imprese riguarda processi di ristrutturazione e consolidamento del debito.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 18.36 | Link | 0 Commenti

Crisi mercato auto e incentivi


In tutta Italia è stato riscontrato un calo delle immatricolazioni nell'ultimo anno, quantificato con un 13,5% in meno (2600 auto nuove).

Si sono registrate crescite solo per le auto a noleggio 2,02% in più, e per le auto a chilometri 0 12,99%.

Anche nel resto dell'europa le cose non vanno meglio, infatti si è registrata la vendita di 1milione di macchine nuove in meno rispetto al 2007.
Per ora gli aiuti alle case automobilistiche sono arrivati solo dalle casse nazionali e non si sa ancora nulla per un aiuto più concreto.

Etichette:

sabato 24 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 23.32 | Link | 0 Commenti

Prestiti ai bisognosi



40mila euro del fondo emergenza famiglie dalla Fondazione Comunità Servizi della Caritas, che verrano destinati per prestiti senza interessi con l'impegno morale di restituili appena possibile.

L'iniziativa è del Vescovo Monsignor Lupi diocesi Savona-Noli, il fondo di 40mila euro è destinato ad aumentare e questo naturalmente è destinato ai bisognosi del territorio facente parte della diocesi.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 22.21 | Link | 0 Commenti

Il Venerdi' di Wally


Gli investitori hanno interpretato in maniera ambivalente i risultati dei rapporti finanziari resi noti lo scorso venerdi" a Wall street.
La conseguenza e' stata un'oscillazione dei vari indici a volte verso l'alto a tratti verso il,m basso.

Mercati indecisi, diverse interpretazioni degli indicatori, ma risultati anche migliori delle anticipazioni per google, hanno trascinato il settore tecnologico al rialzo.

Un titolo assicurativo come Aflac ( vedi anche nostro articolo pubblicato pochi giorni fa), ha ridato un po' di fiducia relativamente ai titoli assicurativi e finanziari.
Dopo un iniziale capitombolo, infatti, la quotazione Aflac e' risalita Venerdi' del 6.9%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 22.01 | Link | 0 Commenti

Recessione per la Corea del Sud


Anche per la Corea è arrivata la recessione.
La notizia è stata resa nota, dalla Banca Centrale Coreana, che dichiara che questa è la piu amipia contrazione degli ultimi 11 anni.

Già nell ultimo trimestre del 2008 il prodotto interno lordo era in calo del 3,5 %, anche se su base annua è rimasto positivo, ma rispetto al 2007 la crescita si è dimezzata.
Causa principale della crisi la riduzione delle esportazioni che contano ben il 60% del Pil.

Etichette:

venerdì 23 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 19.37 | Link | 0 Commenti

Previsioni economia Inglese

Il mercato nel mondo è destinato a cambiare.
Secondo il Financial Times per il Regno unito, i servizi finanziari sono destinati a essere più magri, riduzione del costo delle case, costi dei prestiti più alti e interessi bassissimi.

Gli economisti ritengono che si vedranno miglioramenti solo dal 2011 in poi sopratutto per quanto riguarda la disoccupazione. A rilanciare l'economia inglese sarà il settore manufatturiero che sarà agevolato dal mercato valutario favorevole, nonostante l'attuale crisi, e questo porterà a un incremento di produzione e investimenti.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 19.01 | Link | 0 Commenti

Banca Centrale Europea e recessione


La Banca Centrale Europea ha reso pubblica, la propria preoccupazione riguardo la recessione, definendola "grave e sincronizzata".

La BCE mette in guardia i governi, ritenendo oppurtuno che i fondi per gli interventi pubblici a sostegno dell'economia vengano dati, con cautela, evitando cosi di farli poi scontare alle generazioni future, visto che la crisi non svanirà in poco tempo.

E' scontato dire che però le attuali misure anti-crisi aiutano enormemente la situazione attuale dell'economia mondiale.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 18.42 | Link | 0 Commenti

Aziende agricole in arrivo i prestiti


Dal 26 giugno al 27 aprile sarà possibile presentare al comune di Cuneo, domande di finaziamento per la conduzione di aziende agricole.

L'iniziativa è già attiva in molte altre zone del piemonte.

Per Cuneo l'idea è stata di Grada, mettendo a disposizione 211.948 euro, per abbattere gli interessi sui prestiti (fino al 40%) contratti da imprenditori agricoli singoli o associati per le esigenze della conduzione aziendale. In caso di una richiesta superiore al previsto , verrà stilata una graduatoria.

Etichette:

giovedì 22 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 20.42 | Link | 0 Commenti

Il fenomeno dei prestiti online fa privati


Sta conquistando sempre più clienti, il fenomeno sbarcato da poco in Italia dei prestiti online fra privati.

In Italia i siti che han riscosso maggior successo sono Zopa.it con 25.000 persone iscritte e un importo di oltre 3 milioni di euro. Modo alternativo di investire i propri soldi o avere denaro senza rivolgersi alla banca.

Boober.it invece permette di decidere a chi prestare i soldi e quanti, controllando l'andamento del finanziamento, tramite una community.
Inoltre anche gran successo per il microcredito, che permette di finanziare online attività imprenditoriali in paesi in via di sviluppo.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 20.22 | Link | 0 Commenti

Accordo tra Fiat e Chrysler legato a prestiti USA


Secondo la maggior parte della stampa estera, il recente accordo tra Chrysler e Fiat sarebbe vincolato dai possibili finanziamenti governativi destinati alla casa americana, per risollevarla dalla crisi con ben 3 miliardi di dollari.

Nel caso i fondi non arrivassero l'accordo sarebbe non vincolante.

L'impegno di Fiat sarebbe quello di cedere tecnologie per la produzione di macchine di piccola cinlindra e poco inquinanti e quindi assicurarsi il favore di Obama che ha puntato la sua campagna elettorale sull'ambiente.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 19.53 | Link | 0 Commenti

Le Regole Antifrode


Evita la ricarica abusiva di carte di credito e le truffe

Un ladro passa vicino ad un cestino o bidone dei rifiuti per trovare ricevute buttate, copie di fattire o estratti conto e informazioni varie e poi utilizza il tuo account illegalmente.
Un impiegato disonesto copia le informazioni del tuo credito o quelle di addebito della carta e le utilizza per fare spese personali.
Tu rispondi a una mailing in cui si chiede di chiamare un numero per un viaggio o affare imperdibile o una vincita . Le truffe piu' diffuse.

Ogni anno costano ai consumatori centinaia di migliaia di Euro. Attraverso il passaggio non autorizzato di Vostre informazioni personali, ad esempio, qualcuno può utilizzare il vostro numero di carta, senza che voi ne siate a conoscenza.

Non è sempre possibile evitare che la frode accada. Ma ci sono alcune semplici precauzioni che si possono prendere per rendere piu' difficile il lavoro ai truffatori.

Registrati tue carte non appena arrivano. mantieni copia di tutti i numeri, passwords pin ecc.
Custodite le carte separatamente dal resto nel vostro portafoglio, in un comparto provvisto di cerniera.
Tenere un elenco dei vostri numeri di conto, le loro date di scadenza e il numero di telefono e indirizzo di ogni società in un luogo sicuro.
Distruggete le copie e le comunicazioni prima di gettarle

Non:

. Dare la carta di credito a nessuno.
Lasciare le carte o le ricevute in giro.
Firmare ricevute in bianco.. Quando si firma una ricevuta, tracciare una linea attraverso eventuali spazi vuoti o al di sopra del totale.
Rivolgiti immediatamente alla Polizia o alll'Ufficio Europeo di Lotta Antifrode (OLAF) anche solo in caso di dubbio

Etichette:

mercoledì 21 gennaio 2009
Inserito da: Futura, 21.07 | Link | 0 Commenti

Prestiti imprese e famiglie calano i tassi


Il bollettino mensile di Abi sui mercati finanziari e creditizi, rivela che è sceso al 6,04% il tasso sui prestiti a famiglie e società non finanziarie.

14 punti al di sotto dell'anno precendete (6,18%), invece rispetto a novembre 2008 addirittura 38 punti (6,42%).


La riduzione è in linea con le indicazioni della Banca Centrale Europea e con l'andamento del mercato interbancario

Etichette:


Inserito da: Daniele, 20.53 | Link | 0 Commenti

La Fiat 500 in USA?


Entro il mese di Aprile vedremo Fiat e Chrysler lavorare insieme?
Il nuovo accordo preliminare, datato 20 gennaio 2009, dovrebbe essere ratificato il prossimo Aprile.
Se cosi' fosse Fiat ricevera' una quota pari al 35% di Chrysler e nel contempo si impegnera' a fornire risorse alla nuova gemella Americana per la produzione di auto a basso consumo.
L'energia pulita dopotutto e' uno dei punti saldi del neo eletto Presidente USA, Obama.
Chrysler aiutera' inoltre la Fiat a commercializzare la Fiat 500 ed il marchio Alfa Romeo in terra statunitense. Non ci dovrebbero essere impegni economici da parte di ambedue le case automobilistiche per risollevare le sorti dell'altra in caso di "problemi di cassa".

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.16 | Link | 0 Commenti

I titoli USA che funzionano


Durante l'arco del 2008, molte industrie Statunitensi quotate in borsa, hanno dovuto ridurre, o in alcuni casi eliminare del tutto, i dividendi agli azionisti. Gli analisti pensano che non ci sara' una vera e propria inversione di tendenza nel 2009. Ancora troppo presto.
L'autorevole Barrons, fa pero' rilevare che ci sono almeno 52 nomi, che negli ultimi 25 anni non hanno mai tagliato i dividendi, qualunque fosse la condizione del mercato.
Hanno pubblicato una lista, riducendola a pochi nomi, prima tagliando tutti i business per cui non si prevede una crescita dei profitti nel 2009.
Poi elaborando la "ratio" tra capitale e debiti e selezionando quelle al di sopra di 50%
Un'ulteriore selezione e' stata fatta poi scegliendo gruppi che pagano piu' del 50% dei loro profitti in dividendi.
Dopo questa accurata selezione le azioni (Staunitensi) pubblicate da Barrons sono:
McDonald's (MCD), Procter & Gamble (PG), Wal-Mart Stores (WMT), Becton Dickinson (BDX) and Aflac (AFL).

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.03 | Link | 0 Commenti

Crollo del titolo Bank of Scotland


Dopo la perdita di 28 miliardi di sterline nel 2008, il titolo di Bank of Scotland crolla del 70%!

Questa grave perdita (la piu alta di tutti i tempi in Gran Bretagna), è legata principalmente all'acquisizione della banca olandese Abn Amro, cosi il governo è stato costretto ad attuare un piano che prevede la conversione di azioni privilegiate della banca in azioni ordinarie, portando la sua partecipazione dal 58% al 68%.

Etichette:

martedì 20 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 16.29 | Link | 0 Commenti

Pagare a Rate


Le famiglie Italiane hanno un debito complessivo che ammonta a 300 miliardi, questa l'analisi resa nota recentemente da Bankitalia.
L'ammontare dei prestiti e' inoltre salito negli ultimi 12 mesi di ulteriori 24 miliardi, con un incremento in percentuale dunque che sfiora il 9%.

La maggior parte di questi soldi viene investito per acquistare la prima casa, ma anche i piccoli prestiti stanno aumentando in maniera importante.

Acquistare a rate beni di consumo costa leggermente di piu' rispetto all'acquisto della casa, stiamo parlando di tassi di interesse naturalmente.
Sui nuovi mutui immobiliari i tassi si aggirano sul 5% mediamente, mentre per i prestiti personali sembrano essere orientati intorno ad un 8/9%

Etichette:

lunedì 19 gennaio 2009
Inserito da: Futura, 17.08 | Link | 0 Commenti

Come va il Dollaro


Il mercato delle valute ha chiuso la settimana passata in territorio ancora instabile con una giornata finale, il Venerdi', all'insegna delle "montagne russe" e delle rapide inversioni di tendenza per molte delle principali monete.
Nonostante cio' gli analisti presumono ( e predicono) che l'insediamento di Obama alla Casa Bianca ( Martedi' 20 gennaio) rappresentera' un momento di svolta anche per il Mercato Forex. Il Dollaro ha aperto la nuova settimana in Asia guadagnando quasi 50 pips. Il mercato dell'Euro ha visto quest'ultimo guadagnare qualche punto, ma in virtu' anche della chiusura dei mercati Americani, che festeggiano il giorno dedicato a Martin Luther King, e ad un mercato anche Europeo in attesa, come molti del resto, della giornata di domani ( l'Obama Day) e di tutto cio' che di nuovo portera' con se'.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.48 | Link | 0 Commenti

Il Piano di Londra


Londra ha annunciato oggi, Lunedi' 19 gennaio il secondo "piano di salvataggio" che viene in aiuto di banche ed istituzioni che si trovano in difficolta', assicurando contro massicce perdite a causa di titoli tossici.
Il primo Ministro Gordon Brown ha fatto sapere che il Governo si offre di assicurare contro le perdite in cambio di un impegno da parte delle Banche di non diminuire il credito disponibile e di non fare mancare liquidita' alle attivita' imprenditoriali ed industriali, nonche' ai proprietari di immobili che si trovassero in difficolta' a causa della situazione economica difficile.
Brown ha aggiunto che stimolare il prestito e' di vitale importanza per l'economia, soprattutto in questo momento : "Le attivita' sane devono avere accesso al credito, non abbiamo certo bisogno di perdere posti di lavoro, ma di crearne".
Si spera dunque che questo nuovo piano rappresenti un'iniezione di ottimismo, e che induca le banche ad incentivare il prestito.
"Questa manovra non e' tesa ad aiutare le Banche", ha detto Brown, "ma le piccole e medie imprese ed in ultimo le famiglie."

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.21 | Link | 0 Commenti

Fondi ai piccoli business in America

Obama ha intenzione di destinare prossimi aiuti pubblici a favore dei consumatori, degli enti locali e degli investimenti.
Quindi la preoccupazione passa dalle banche a quella dell'econimia americana, si intende rilanciare il sistema economico che genererà dai 3 ai 4 milioni di posti di lavoro, aiutando anche i proprietari di casi a rischio di pignoramenti, incentivare i prestiti per l'acquisto di automobili, credito al consumo, piccoli business e i bilanci dei comuni. Inoltre saranno inaspriti i controlli alla banche e dirigenti per la cessione di prestiti governativi.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 15.51 | Link | 0 Commenti

Altri aiuti alle Banche in Denimarca


La Denimarca ha deciso di stanziare altri 17,8 miliardi di dollari per il piano di salvataggio delle banche e istituti finanziari.


La maggior parte dei fondi sarà destinato alle banche,78% e il restante alle finanziarie.

La misura adottata tenta di curare l'attuale politica dei prestiti e degli investimenti , che se non cambierà frenerà i consumi, con una contrazione stimata del 2,9% per l' economia Danese.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 15.34 | Link | 0 Commenti

Social Leading nuovi dati

Il social leading (prestiti veloci), ovvero l'erogazione di finanziamenti senza mediazione di banche e finanziarie.


Il debutto di questo tipo di finanziamenti risale al 16 gennaio 2008 dal sito Zopa.it dove ha raggiunto 30.173 iscritti ed erogato 809 prestiti per un totale di 4.279.700 euro.


Il Taeg medio per chi richiede un prestito è di 9,6%, contro il 14,69% medio effettuato dalle finanziarie per prestiti personali inferiori ai 5.000 euro, invece il rendimento medio lordo per chi presta denaro è del 7,8%, a Zopa spetta l'1% di commissione a chi presta denaro e dallo 0,5 al 2% a chi lo chiede, in base al profilo in più 10 euro per anno di durata del finanziamento.
Chi richiede il prestito può avere da 1.500 euro a un massimo di 15mila invece i prestatori possono versare da 100 a 50mila euro.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 15.08 | Link | 0 Commenti

Prestiti veloci

Il fatto di richiedere un prestito on line stia diventando una questione di trendy, lo afferma un recente studio, secondo il quale più di quaranta tra i più importanti istituti di credito di livello mondiali hanno in programma di eseguire - entro l’anno 2010 - più di un terzo delle vendite dei propri prodotti, dai mutui ai pacchetti assicurativi, attraverso il web, e quindi attraverso canali diversi da quelli consueti, portando ad una progressiva diminuzione dei costi (oggi come oggi sarebbero circa un quinto).
La formula dei prestiti veloci on line già da qualche tempo, rappresenta un sistema alternativo fuori dai tradizionali canali per paesi come gli U.S.A. e l’Inghilterra. Specie in Inghilterra il ricorso alle carte di credito e alle assicurazioni sulla casa e sull'auto viene effettuato per lo più attraverso il telefono oppure su internet; oltre il 50% di chi stipula un mutuo fa ricorso alla rete per ottenere prestito veloce. In Italia negli ultimi anni ed in particolare nell’anno 2008, sono stati in molti ad essere attratti da questa opportunità che permette non solo la possibilità di ottenere prestiti veloci in solo 24 ore, ma anche di risparmiare in maniera sostanziale i costi degli oneri accessori.

Per chi desidera maggiori informazioni prestiti veloci online è il sito dove trovare ogni giorno informazioni aggiornate.

Etichette:

domenica 18 gennaio 2009
Inserito da: deborah, 22.29 | Link | 0 Commenti

Fondi alle Banche Inglesi


Alistair Darling titolare del tesoro Britannico, ha dichiarato che verrano devoluti fondi alle banche, solo se queste si impegneranno a garantire che il denaro che immetteremo in più nel sistema andrà alle persone e alle aziende a cui è destinato.

Il Primo Ministro britannico Gordon Brown afferma che il problema principale delle banche è quello di riuscire a rilanciare i prestiti e quindi dopo aver ricapitalizzato le banche e aver immesso liquidità nell'economia, si vuole appunto rendere i prestiti maggiormente accessibili.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 21.40 | Link | 0 Commenti

Bankitalia Bot in discesa


I rendimenti Bot secendono all' 1.84% un minimo storico. Un record. Il rovescio della medaglia c'e', ha pero' fatto notare qualcuno: Se il tasso di interesse sui Bot diminuisce, minori sono gli interessi da pagare sul debito pubblico.
Il che non e' poco dato che a seguito di una leggera flessione alcuni mesi fa si sta ora registrando un nuovo innalzamento
.A ottobre , infatti, secondo quanto risulta dal supplemento al Bollettino Statistico di Bankitalia , si è attestato a 1.670,6 miliardi.
Crescono anche le entrate tributarie. Il fisco ha riscosso dagli Italiani un paio di punti percentuali in piu' nel 2008 rispetto al 2007

Etichette:

sabato 17 gennaio 2009
Inserito da: Futura, 19.13 | Link | 0 Commenti

FISCO Notizie da Equitalia


Un aiuto concreto a chi si trova in difficlota' per debiti contratti con Enti locali, siano essi fiscali o contributivi : questa la novita' datata 14 gennaio 2009. Equitalia ha fatto sapere di avere abolito la maxi rata per chi richiedesse la rateizzazione del debito.
Allo stesso modo saranno frazionati e diluiti anche gli interessi sulla mora e i costi di recupero del credito.
Il frazionamento sara' naturalmente proporzionato al numero delle rate.
Per molti dei potenziali richiedenti la soglia di interesse e' stata diminuita dal 4% e portata al 3%, aumentato il numero delle rate concedibili.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.09 | Link | 0 Commenti

Altri 138 miliardi in prestiti e garanzie a Bank America

Nuovi fondi concessi a Bank America da Washington, 20 miliardi di dollari e garanzie su asset della banca per altri 118 miliardi per aiutare Bank of America ad assorbire Merrill Lynch.

Sono servite due settimane di trattative e la notizia da parte di Bank America di accantonare l'aquisizione di Merrill Lynch (in quanto molto sconveniente e rischiosa), per garantire l'erogazione dei fondi pubblici, visto che il governo ritiene che il buon fine dell'acquisizione sia fondamentale per evitare il collasso finanziario.

Etichette:

venerdì 16 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 22.42 | Link | 0 Commenti

L'Euro taroccato


Una commissione istituita per studiare e risolvere i problemi monetari ed economici l'ECON si e' riunita il mese scorso per votare una mozione.
La mozione riguarda la fabbricazione e la diffusione di valute false. ( Avevamo bisogno di una nuova Commissione a riguardo? n.d.r.) In ogni caso il deputato irlandese Eoin Ryan, (nella foto a sinistra) facente parte del gruppo ha detto di non essersi ancora imbattuto in quantitativi preoccupanti di Euro falsi ,ma che il rischio e' molto ampio in paesi in cui l' Euro non e' ancora la moneta ufficiale ma lo sara' comunque entro qualche tempo.
Il falso che va per la maggiore? La banconota da 500 Euro. Il paese dove sono piu' presenti banconote falsificate? La Spagna.
In Italia dove la falsificazione ha una storia che comincia dall'Antico Impero Romano, e' stata organizzata una Mostra : "Il vero e il falso" visibile al museo Storico Fiamme Gialle di Roma.

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.40 | Link | 0 Commenti

I nuovi Mutui Prima casa


Si sa, siamo nel bel mezzo di uno tsunami finanziario, come e' stato graziosamente definito da Alan Greenspan, Presidente uscente della FED.
Pero', c'e' un pero', e a ben vedere puo' essere determinante. Ci sono investitori che stanno scappando da qualunque investimento azionario, mentre altri stanno re investendo cio' che avevano venduto circa un anno fa.
Mentre molti rimangono per cosi' dire "paralizzati" dall'incertezza sul futuro, altri colgono al volo le occasioni. Al momento i prezzi degli immobili sono calati, i professionisti coinvolti nella compravendita immobiliare sono in genere ben disposti ad ampi sconti.
E le Banche? Dallo scorso Novembre il Governo ha regolamentato i mutui a tasso variabile introducendo alcune novita'.
La piu' importante e' che non importa cio' che succede al resto del mondo, la vostra banca non potra' applicare al vostro mutuo un tasso piu' alto del 4%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.34 | Link | 0 Commenti

Boom cessione del quinto

Grande succeso per il prestiti tramite cessione del quinto, con un incremento del 265% dal 2000 al 2005.
L'osservatorio per il mercato creditizio di Easy Money Franchising ha inoltre dichiarato che c'è stata una crescita del 30% nel 2006 e nel biennio 2007-08.

Il giro di affari è intorno ai 33 milioni di lavoratori dipendenti e pensionati che preferiscono estinguere le rate direttamente dallo stipendio.
Le previsioni tendono a indicare che nei prossimi anni l'utenza sarà ancora maggiore, vista la sicurezza e la tutela data da questa forma di prestito.

Etichette:

giovedì 15 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 23.16 | Link | 0 Commenti

Crisi economica influisce sulla qualità dei prestiti

Col nuovo bollettino economico, risalta subito un rallentamento del credito, come si consueto la causa è la crisi che ormai affligge il mercato.
Da Bankitalia emerge l'aumento del flusso di nuove sofferenze nel terzo trimestre del 2008 al netto della componente stagionale, quindi un calo della qualità del credito
I prestiti a rischio sono in crescita sopratutto nel mezzogiorno, per le imprese di costruzioni.
Rimane invariato il tasso d'insolvenza dei prestiti per le famiglie.

Etichette:


Inserito da: Daniele, 22.57 | Link | 0 Commenti

Il sistema bancario oggi in Cina


Il panorama economico e creditizio in Cina oggi e' estremamente diverso da cio' che era fino a solo qualche anno fa. Le Banche occidentali furono invitate ad acquistare prodotti creditizi da finanziatori cinesi e si videro offrire pacchetti azionari ancora prima che queste venissero poi ufficialmente immesse sul mercato e fossero dunque accessibili agli investitori privati.
A seguito della crisi mondiale si sta verificando ora un'imponente fenomeno inverso, con gli occidentali che ritirano i propri capitali. Potrebbe essere un errore, e' stato dichiarato da molteplici analisti finanziari, e per quanto appaia piu' sicuro ad alcuni, potrebbe costituire una rimessa a medio lungo termine.
"Ritorneranno per investire e dovranno pagare il normale prezzo di mercato per prodotti ed azioni, rinunciando all'enorme privilegio cui avevano avuto accesso", ha dichiarato un esponente della Banca Centrale, il quale non e' stato identificato dato che non aveva avuto il permesso di rilasciare commenti ai Media.
Il Colosso finanziario Bank of America sembra essere tra i principali "Investitori in fuga", ma viene da pensare che si tratti piu' di un bisogno impellente di contante in terra Statuinitense che di una saggia manovra speculativa.
Il sistema bancario Cinese si sta comunque al momento difendendo abbastanza bene dalla crisi.
Bisognera' pero' attendere qualche mese per verificare se la Cina trovera' nuovi partner.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.27 | Link | 0 Commenti

Operare offshore é sicuro?

Giovanni Caporasoo guru del offshore businessGli italiani che hanno trasferito la propria residenza all’estero sono oltre 40.000 e non tutti in paradisi fiscali. Ma operare offshore é sicuro?

Il tranquillo paradiso fiscale del Liechtenstein si è trasformato a fine febbraio 2008, nell'epicentro di un'enorme bufera finanziaria, uno scandalo di evasione fiscale che non conosce confini, dagli Stati Uniti all'Australia passando per l'Europa.

La prima è stata l'inchiesta tedesca centrata sulla banca Lgt del principato alpino. Un'indagine che ha consentito, acquistando a caro prezzo le informazioni, di scoprire 170 presunti evasori tedeschi, che depositavano il denaro in fondazioni per non pagare le tasse. "Secondo quanto abbiamo scoperto finora - spiega il procuratore tedesco Hans Ullrick Krueck - nella fondazione erano depositati beni per 200 milioni di euro. Nascondendo questo capitale, si sono evase tasse per cifre immense". A febbraio il Ministro degli Esteri, Angela Merkel ha chiesto più trasparenza al premier del Liechtenstein, Otmar Hasler, in visita a Berlino. Era appena scoppiato lo scandalo dell'enorme frode fiscale attuata dall'amministratore delegato di Deutsche Post Klaus Zumwinkel. Zumwinkel si è dimesso, ma l'inchiesta sul suo caso ha portato i servizi segreti tedeschi a ottenere, pagandole profumatamente, informazioni riservate sui conti in Liechtenstein. Informazioni che poi Berlino ha passato ad altri paesi: l'Italia ha trovato molti suoi cittadini nell'elenco degli evasori, gli Stati Uniti hanno aperto un'inchiesta su cento persone, l'Australia su venti.

Ormai I paesi ad alta imposizione, impotenti contro le strutture offshore che permettono di operare a tassazione bassa o nulla, sono costretti a fare la “guerra sporca” cercando di screditare consulenti, banche offshore ed interi paesi.

Nell'articolo, “Le «ingegnerie» dei profeti dell'offshore” sul Sole 24 Ore, del 3 marzo 2008, Saverio Fossati, dice: << href="http://www.expatsebooks.com/" target="_blank">www.expatsebooks.com. Ma ci si potrebbe chiedere come tutta questa visibilità si concili con la riservatezza che uno si immagina nella gestione dei capitali nei paradisi fiscali.

E infatti le cose si fanno molto più sottotraccia, dicono altri consulenti più riservati: in molti casi il cliente si mette letteralmente in mano la consulente o al fiduciario, quindi sembra poco prudente fidarsi online. >>

Il problema caro Fossati é come si lavora offshore. Negli Stati Uniti una società di pianificazione fiscale fa addirittura la pubblicità sulla CNN. E perché? Semplicemente perché pagare meno tasse é legale. La stessa Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato nel caso di Gregory vs Helvering (1935) 293 US 465 che i contribuenti hanno il diritto di svolgere le proprie attività in modo tale da approfittare della tassazione più bassa.

I consulenti seri che in genere sono studi legali www.paradisifiscali.org o studi commercialisti, sfruttano leggi di vari paesi ed eventualmente lacune nelle leggi per favorire gli affari dei propri clienti.

Chi si nasconde lo fa o perché é un truffatore o perché fa cose illegali.

I clienti da sempre mi hanno chiesto giurisdizioni comode, vicine a casa, e da sempre le ho sconsigliate, a parte qualche piccola eccezione. Certi paesi che sono sempre più nell’occhio del ciclone li ho sempre evitati. Le difficoltà di lingua e geografiche a cui sono soggetti i nostri clienti lo sono anche per gli inquirenti. Senza tenere conto che quello che é accaduto in Liechtenstein non sarebbe mai accaduto in paesi dove vendere informazioni privilegiate si pagherebbe caro, molto caro.

Per quanto riguarda il nostro lavoro, continueremo a farlo alla luce del sole e nella legalità dei paesi in cui operiamo.

*Giovanni Caporaso è considerato il guru italiano dell’ offshore. Consulente legale e titolare dello studio Caporaso & Partners Law Office di Panama opera dal 1992 nel mondo dei Parardisi Fiscali. Il sito ufficiale è www.paradisifiscali.org

Foto e Articolo di Di Giovanni Caporaso

Etichette:


Inserito da: Admin, 11.30 | Link | 0 Commenti

Prestiti tra privati - Zopa al terzo posta in Europa

Prestiti tra privati in italia grazie a Zopa
Zopa la prima community italiana di social lending in un solo anno di vita Zopa.it sale nelal classifica del social lending europeo, aggiudicandosi il terzo posto, dietro a Smava (Germania) e ai ‘cugini’ britannici di Zopa UK.

Cosa è Zopa e il Social Landing
Zopa.it è la prima community di social lending presente in Italia che consente alle persone di prestarsi denaro direttamente online, tagliando fuori gli intermediari tradizionali, ottenendo condizioni più vantaggiose e restituendo un volto umano alla finanza personale. La community di Zopa (ZOna di Possibile Accordo) è fatta da Richiedenti (chi chiede un prestito, da 1.500 a 15.000 €, da restituire in 12, 24, 36 e 48 mesi) e da Prestatori (chi investe prestando ad altri, da 100 a 50.000 €) che interagendo direttamente tra loro determinano i tassi.

Zopa.it ha il solo ruolo di facilitatore: crea il mercato e ne fissa le regole, assicura l’efficienza e la funzionalità del sistema, valuta il merito creditizio dei Richiedenti (A+, A, B, C), gestisce le transazioni tra le parti e suddivide sempre l’importo prestato tra 50 diversi Richiedenti per minimizzare il rischio dei Prestatori. Il modello Zopa è nato nel marzo 2005 nel Regno Unito, dove conta oggi più di 220mila iscritti e dove i membri della community sono arrivati a scambiarsi più di 30 milioni di sterline. L’Italia è il primo Paese europeo dopo la Gran Bretagna ad aver attivato la community.

Per maggiori informzioni su cosa è il Social Leading visita la guida Prestiti tra privati o prestito comunitario

Etichette:


Inserito da: Admin, 11.24 | Link | 0 Commenti

BCE: tagli ai tassi per riconquistare la fiducia

Il Consiglio della Banca Centrale Europea [BCE] si riunirà giovedì - 15 gennaio 2009 - per definire il livello dei tassi. Sull'attuale valore del 2.5% in previsione c'è un taglio di 50 punti, giusto per arrivare al 2%.

Il presidente della BCE - Jean Claude Trichet - sostiene che il peso della crisi economica durerà per tutto il 2009 e che solo nel 2010 ci saranno segni di ripresa.
Questa crisi finanziaria pare abbia toccato tutta l'economia mondiale e, stavolta, anche quella dei paesi emergenti. L'economia dei paesi in crescita tendenzialmente resiste a questo tipo di crisi, facendo da "spalla" ai paesi industrializzati contribuisce sempre sulla crescita mondiale. Anche questa volta, ma hanno subìto un notevole rallentamento.

La discordanza tra finanza ed economia reale è la causa, ormai nota, di tale crisi; per questo motivo è necessario riconquistare fiducia per assorbire parte di questo rallentamento economico, e la BCE farà la sua parte mantenendo le promesse sui tagli dei tassi.

Etichette: , ,

martedì 13 gennaio 2009
Inserito da: Simona, 11.22 | Link | 0 Commenti

Credito al consumo in calo

Abbiamo potuto assistere negli ultimi mesi una riduzione per le richieste di prestiti e finanziamneti per acquistare prodotti, mentre in aumento richieste di prestito per liquidità in denaro contante. Questo è quanto rilasciato dalla Associazione Italiana Credito al Consumo e Immobiliare.

Lo scorso anno 2008 si è potuto verificare un affievorsi della crescita del credito al consumo che si è stabilizzata adesso al 2,2% rispetto al 9,5% del 2007 e all’11,9% del 2006. E la situaizone non sembra milgiorare per i prossimi mesi.

Come è facilmente intuibile la crisi economica che stiamo osservando ha ridotto la richeista di credito al consumo, dovuto alla restrizione di qcquisti di bene durevoli.

Etichette:


Inserito da: Admin, 07.13 | Link | 0 Commenti

Euribor: discesa record

Il tasso interbancario [Euribor] ha raggiunto i livelli del lontano 2006. Questa mattina è stato fissato a 2.69%, valore molto vicino al tasso di riferimento fissato dalla Banca Centrale Europea [BCE] che, dall'ultimo aggiornamento del 2008, corrisponde a 2.50%.
Specificatamente il tasso Euribor a 1 mese è pari al 2.41% e quello a 6 mesi arriva al 2.74%. Possono sentirsi sollevati coloro che hanno in corso un mutuo a tasso variabile, i quali vedranno abbassarsi la rata mensile basata sull'Euribor. Nulla di sorprendente, data la crisi finanziaria globale, ma alcune banche si stanno già organizzando per aumentare il valore dello spread in modo considerevole (quasi al doppio del 2008).
Le associazioni dei consumatori si stanno già muovendo per denunciare questo comportamento.

Etichette:

lunedì 12 gennaio 2009
Inserito da: Simona, 11.37 | Link | 0 Commenti

Credito al consumo in calo

A causa della bassa liquidità sul mercato, i tassi d'interesse applicati alla clientela sono ancora troppo alti, causando per il mese di dicembre una riduzione delle erogazioni di prestiti a rate del 10%.

Forte calo per le richieste di finanziamenti per i beni durevoli come auto, moto, mobili ed elettrodomestici, ma cede anche la richiesta per settori voluttuari come la vacanza.
Unica consolazione che l' Italia a differenza di altri stati come ad esempio Inghilterra, Stati Uniti, ecc... riesce a resistere abbastanza bene alla crisi finanziaria.

Il 2008 è stato uno degli anni piu difficile per i prestiti a interesse, e il 2009 si prospetta ancora più difficile e l'attuale tendenza delle aziende del credito al consumo, è quello di selezionare al massimo la clientela, visto anche l'aumento delle insolvenze nei pagamenti.

In contro tendenza la cessione del quinto e i prestiti personali sono significativamente in aumento.

Etichette:

domenica 11 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 20.44 | Link | 0 Commenti

Capacità di credito

Capacità di calcolo per l'accesso al credito al consumo come prestiti e mutuo, servizio utile per capire il rischio di insolvenza.Assofin, l'associazione italiana del credito al consumo e immobiliare per favorire un atteggiamento responsabile e consapevole nei consumatori per quanto riguarda l'accesso al credito come prestiti e mutui.

Monitorata.it permette di misurare e di valutare la propria capacità di credito attraverso un'autovalutazione del profilo finanziario e aiuta a capire se la rata del finanziamento che si sta ipotizzando di acquisire è in linea con la propria situazione attuale.

Monitorata.it è stato realizzato con la Collaborazione dell'Università di Roma Tor Vergata da Assofin, per promuovere una maggiore cultura finanziaria del consumatore ed evitare rischi di insolvenza.

Per maggiori inforamzioni visitate www.assofin.it

Etichette:

venerdì 9 gennaio 2009
Inserito da: Admin, 12.36 | Link | 0 Commenti

Finanziamenti PMI sotto osservazione


Vista l'attuale congiuntura econimica, il governo ha intenzione di osservare la situazione dei finanziamenti alle piccole e medie imprese.

Il ministro Giulio Tremonti rietiene che sia necessario "evitare la restrizione del credito", visto la tendenza di alcune banche cooperative di ridurre gli affidamenti alle imprese.
Inoltre il ministro aggiunge che queste selezioni non tengono conto della situazione dei conti delle imprese ma della struttura di bilancio delle banche ed è per questo che è necessario poter monitorare l'attuale situazione.

Etichette:

giovedì 8 gennaio 2009
Inserito da: Daniele, 21.40 | Link | 0 Commenti

Credito Moto Findomestic

Come conseguenza della crisi finanziaria, è del tutto normale l'aumento delle richieste di prestiti, e il mercato presenta tali domande soprattutto per l'acquisto di motocicli e auto.
La Findomestic ha pensato un prodotto dedicato a questo tipo di acquisto, specificatamente per le moto. La nuova formula di prestito personale specializzato è Credito Moto Findomestic.
La principale Società italiana nel credito al consumo offre finanziamenti pari a un massimo di 60.000 euro, rimborsabili comodamente entro 7 anni.

www.findomestic.it

Si tratta di prestiti personalizzati dedicati all'acquisto di moto sia nuove che usate, anche da terzi privati, sottolineando l'assenza di alcun vincolo sul mezzo acquistato.
Questa comodità ha necessariamente un costo, forse un po' elevato ma ripagato dall'assoluta libertà di gestione del finanziamento stesso.

Etichette:

mercoledì 7 gennaio 2009
Inserito da: Simona, 17.10 | Link | 0 Commenti

Calo di prestiti e finanziamenti.


Rispetto al 2007, la crescita del credito al consumo è vicina allo 0%, causa la crisi finanziaria che ha costretto gli italiani a cambiare le proprie abitudini, calo degli acquisti e maggior bisogno di risparmiare.

Già dal 2008 abbiamo assistito a una forte riduzione di richieste di prestiti, in particolar modo per l'acquisto di auto e moto, ma anche per mobili ed elettrodomestici.

Inoltre l'indebitamento delle famiglie è salito in maniera impressionante il 41,1% in più rispetto all'anno precedente (secondo Contribuenti.it).

Etichette:


Inserito da: Daniele, 17.02 | Link | 0 Commenti

Crisi finanziaria conseguenza

Come conseguenza della crisi finanziaria è del tutto normale l'aumento delle richieste di prestiti, soprattutto per l'acquisto di motocicli e auto.
La Findomestic ha pensato un prodotto dedicato a questo tipo di acquisto, specificatamente per le moto. La nuova formula di prestito personale dedicato è Credito Moto Findomestic.
Una delle principali società italiane specializzate al credito al consumo, la Findomestic offre finanziamenti pari a un massimo di 60.000 euro, rimborsabili comodamente entro 7 anni.
Si tratta di prestiti personalizzati dedicati all'acquisto di moto sia nuove che usate, anche da terzi privati, sottolineando l'assenza di alcun vincolo sul mezzo acquistato.
Questa comodità ha necessariamente un costo, forse un po' elevato ma ripagato dall'assoluta libertà di gestione del finanziamento stesso.

Etichette:


Inserito da: Simona, 16.44 | Link | 0 Commenti

Riscossione del credito - Credito al consumo



Riscossione del credito - Credito al consumo

Prestiti Online vuole presentarvi un guido informativo apparso su Rai 3, con consigli e informazioni utili per prestiti cessione del quinto e credito al consumo in generale.

Consigli e spiegazioni su Tan, Taeg.
Consigli a chi rivolgersi, norme generali.

Informazioni sui tassi d'interesse massimi obbligatori imposti dalla Banca d'italia per la concessione di un prestito e finanziamento

20,94% per prestiti fino a 5000 Euro
15,22% per prestiti oltre 5000 Euro

Prestiti Online vi invita sempre a scegliere un prodotto al consumo in modo consapevole, quindi vi invitiamo a prendere consapevolezze, leggere attentamenti le informaizoni e i contratti delle varie finanziarie e banche.

Per vedere la parte seconda di questo video apparso su Rai3 clicca sulla l'opzione apposita a fine video in alto.

Per maggiori informazioni e guide al consumo visita Guide al consumatore

Etichette:

venerdì 2 gennaio 2009
Inserito da: Admin, 19.31 | Link | 0 Commenti

Prestiti Auto

Prestiti Auto concessione prestiti USAIl governo americano ha deciso di concedere oltre 17 miliardi di dollari al settore automobilistico onde aggravare la situazione causata dalla crisi economica in atto.

Il governo userà le risorse finanziarie previste dal Tarp (piano di aiuti Troubled Asset Relief Program) stimato 700 miliardi destinato originariamente al settore finanziario.

Questa dichiarazione rilasciata dall amministrazione USA, aggiunge che General Motors e Chrysler (due colossi dell'industria auto americana) possono usufruire di questi prestiti già dai primi giorni del 2009.

Per inforamzioni sul prestito auto in Italia visita la guida dedicata di Prestiti Online a Prestiti Auto.

Etichette:


Inserito da: Admin, 18.10 | Link | 0 Commenti

Prestito personale consigli

Prestiti personali consigli per la comparazione del tan e taeg e relativi tassi di interesse
Il prestito o finanziamento personale è un quantitià di denaro rilasciata da una banca o da un istituto di credito che può essere totalmente svincolato da un bene o un servizio in particolare (potrebbe essere richiesto anche solo per una maggiore lliquidità del beneficiario).

Il prestito personale si può restitutire tramite bonifico bancario con rate a scadenza mesile

Le rate del prestito personale sono calcolateutilizzando e interesse (tasso per il prestito consentito) detto TAN (TAN indica il tasso noma nominale annuo).

Per rilasciare un prestito, l'istituto di credito valuta l’affidabilità finanziaria del richiedente con un’istruttoria e pratiche varie che vengano a sommarsi ai costi di incasso della rata.

Bisogna portare molta attenzione al Taeg, ovvero il Tasso annuo effettivo globale che indica il costo complessivo del prestito erogato dalla banca o finanziaria

Il Tasso annuo effettivo rende agevole confrontare omogeneamente costo totale di un prestito.

Molto importante è verificare e comparare i vari paramtri Taeg delle divverse finanziare per fare la scelta più conveniente.

Per ulteriori inforamzioni su prestiti e finanziamenti visita le nostre guide imparziali:
Prestito personale
Prestito cessione del quinto - Prestito per i titolari di busta paga

Etichette:


Inserito da: Admin, 18.00 | Link | 0 Commenti