Credito al consumo



Video informativo sul credito al consumo promosso da Prometeo.
In questo video si discute sul livello di indebitamento degli italini in rapporto ad altri paesi europei.
Inoltre alcune informazioni utili sui prodotti di Credito al consumo.

Etichette:

lunedì 29 dicembre 2008
Inserito da: Admin, 15.32 | Link | 0 Commenti

Presiti personali in calo

Negli ultimi mesi del 2008 si sono riscontrate in Italia un netto calo delle richieste di prestiti personali e altre tipologie di credito al consumo.
Oltre alla realtà della crisi economica e del rallentamento degli acquisto di beni superflui si è inoltre riscontrata un inalzamento della domande di prestito respinte da banche ed istituti finanziari.

Qui di seguito riportiamo una intervista comparsa sul gioranle Sexolo Decimo Nono di una Agenzia d iprestiti "L.C. Service di Rapallo", specializzata in prestiti e finanziamnti sul terirorio Ligure.

Dall' intervista sembre che nel periodo prima di questo Natale le pratiche di prestiti personali sembrano crollare:

L.C. Service di Rapallo:
«In questi ultimi giorni abbiamo eseguiti diversi confronti tra la metà del mese di dicembre con lo stesso periodo degli altri anni. Abbiamo notato quindi un notevole calo di richieste di prestiti personali. Infatti dalle quindici pratiche di prestiti concluse della prima metà di dicembre del 2007 siamo passati a 3 pratiche di prestiti in questa prima metà di Dicembre. I cittadini vogliono accedere al credito personale, ma per svariati motivi non riesce più ad ottenere un prestito e credito. Sicuramente i motivi sono da riscontrare nel fatto che molte persone sono già protestate o segnalate come cattivi pagatori.».

Abbiamo notato ad esempio molti diversi casi ad esempio dal dipendente con regolare bsta paga con un entrata di mille euro netti ogni mese con uscite varie compresi mutuo e altri prestiti di ottocento - novecento euro ogni mese.
Alti casi più disperati come ad esempio persone che hanno oltre 10 carte di credito revolving e hanno speso fino ad arrivare a 15 mila euro di scoperto per incuria.

Come buona norma Il rapporto fra rate da pagare e stipendio, spiega L.C. Service di Rapallo, dovrebbe rimanere per i lavoratori dipendenti attorno al 35 per cento.

«Abbiamo notatno che anni orsono le persone richiedevano un prestito per acquistare beni onoerosi come un auto, la moto, ora i prestiti servono per coprire altri debiti o per avere una liquidità urgente.

Per maggioir informaizoni visita le guide imparziali di Prestiti Online clicca:
Prestito finalizzato
Prestito

Etichette:


Inserito da: Admin, 15.26 | Link | 1 Commenti

Prestiti Auto

In Italia la maggiore parte delle auto in circolazione sono acquistate tramite un prestito o finanzimanto auto.
Per l'anno 2009 sono previsti tassi di interessi agevolati per chi decide di acquistare un auto con un prestito, infatti è in previsione una discesa dei tassi d’interesse tra banche ed ufficiali per il settore atomobilistico.

Altro fattore importante per i consumatore sono le continue iniziative promosse dai concessionari di auto, finanziarie per l'acquisto di una nuova auto con un prestito. Queste iniziative verrano attaute proprio per il calo dei tassi d'interesse.

Per maggiori informazioni sul Prestito auto visita la nostra guida Prestito Auto Online

Etichette:


Inserito da: Admin, 14.44 | Link | 0 Commenti

2009 Previsione dei consumi




Per la Banca Centrale Europea in Europa per il 2009 sarà un anno buio.
Secondo le previsioni BCE infatti in Eurolandia l'economia avrà una crescita nulla o in descrescita compresa tra zero e -1%.

Per i consumi sono attese in discesa sia in Europa che nel resto del mondo.

Etichette:

lunedì 22 dicembre 2008
Inserito da: Admin, 18.22 | Link | 0 Commenti

Inpdap concessione prestiti personali nuovo accordo

Prestiti cessione del quinto nuovi accordi tra prestitempo e inpdap
Il gruppo bancario di Prestitempo Deutsche Bank ha da poco inaugurato un nuovo accordo con l'ente di previdenza sociale italiano Inpdap.

L' accordo prevede una maggiore semplificazione per la concessione di prestiti per pensionati e dipendenti pubblici iscritti regolarmente all'ente previdenziale Inpdap.

Questo accordo prevede quindi facilitazioni nell'emissione di Prestiti con Cessione del quinto o della Delegazione di pagamento.

I passaggi necessari per l'ottenimenti di un prestito sono:
- dimostrare il proprio guadagno con una busta paga o tramite il cedolino della pensionistico
- carta d' identita valida o passaporto
- tesserino del codice fiscale

Solitamente queste tipologie di Cessioni del Quinto possono essere ripagate al prestatore tramite trattenuta dalla busa paga o direttamente dalla pensione percepita.

Per maggiori informazioni su come funziona un Prestito Cessione del quinto visita la guida qui di seguito, Prestito Cessione del Quinto

Etichette:


Inserito da: Admin, 18.00 | Link | 0 Commenti

USA il prestito per il mercato delle auto

Prestiti auto dal governo USA a Detroit
Il governo USA ha concesso alcuni presiti per 17 miliardi di dollari a favore di ella capitale della produzione auto mobilistica Detroit.

Questo piano di sostegno servirà per aiutare i colossi della produzione automobilistica per salvarsi dalla bancarotta.

Etichette:

sabato 20 dicembre 2008
Inserito da: Admin, 17.12 | Link | 0 Commenti

Prestiti e cessioni del quinto italiani molto più attenti

Credito al consumo in decaduta causa italiani sono sempre più attenti a non richiedere prestiti e cessioni del quinto
Gli italiani sono molto pià attenti nell' utilizzo di prestiti e prestiti cessioni del quinto.

Le banche sono sempre più caute nella consessione di un prestito o finanziamnto non accaso il tasso di rifiuto dei prestiti arriva quasi al 50%.

Questo comporterà entro la fine del 2008 la chiusura dell'anno per il business del Credito al Consumo con un valore di crescita annuale pari a 0 (valori difusi da Assofin).

La colpa di questa brusta frenata al "Credito al Consumo" è sicuramente il fatto che gli italiani hanno ridotto notevolmente l'acquisto di bene durevoli come ad esempio:
- l'acquisto di un auto con un presito
- l'arredamento per la casa

In crescita invece il mercato dei prestiti personali. Sembra che i cittadini italiani si richiedono prestiti per avere una maggiore liquidità, molto probabilmente per a causa di redditi non sufficienti.

Per informazioni sul Prestito visita la nostra guida. Guida la Prestito

Etichette:

venerdì 19 dicembre 2008
Inserito da: Admin, 09.14 | Link | 0 Commenti

Italia sullo scenario internazionale per il 2009



Cerimonia al Quirinale degli auguri di fine anno.
Il Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano elencato alcuni impegni fondamentali dell' Italia del panorama internazionale che si possono riassumere in questi punti:

- impegno pe la risoluzioone del problema climatico del pianteta
- appuntamento del G8
- crisi economica e della finanza

Etichette:


Inserito da: Admin, 08.59 | Link | 0 Commenti

Cancellazione ipoteca volontaria

La Legge n°40/2007 - definita dal Decreto Bersani bis - permette la cancellazione automatica dell'ipoteca volontaria, ossia quella non giudiziale e/o legale.

Il vantaggioso sistema si può applicare all'ipoteca relativa a un mutuo, sia in modo automatico che "alla vecchia maniera", cioè mediante atto firmato davanti a un notaio. Per poter usufruire della Legge, la banca deve comunicare l'avvenuta estinzione del prestito all'Agenzia del Territorio. Questo, oltre a eliminare la presenza necessaria di un notaio, cancella ogni spesa bancaria legata alla cancellazione dell'ipoteca; infatti nel comma 8 septis è precisato che la procedura va eseguita "senza alcun onere per il debitore".

Per i casi di mutui estinti dopo la data del 2 giugno 2007, la banca è tenuta a inviare notifica all'ufficio competente entro 30 giorni dall'estinzione. Nel caso di mutui estinti prima di tale data, i 30 giorni partono dalla data di richiesta quietanza da parte del debitore; tale richiesta va effettuata per mezzo di raccomandata A/R all'istituto debitore stesso.

Alcune note sono importanti da ricordare:
  • ancora oggi non sono previste sanzioni amministrative nei confronti delle banche che non inviano comunicazione all'Agenzia del Territorio, per questo talvolta è necessario farne richiesta scritta all'istituto bancario
  • nel caso di richiesta nuovo mutuo, poco dopo l'estinzione del precedente, la cancellazione automatica dell'ipoteca potrebbe risultare difficoltosa; infatti, durante i 30 giorni per comunicare l'estinzione del mutuo, la banca ha facoltà di opporsi dietro "giustificato motivo"
  • in difficili situazioni (es. quella sopra citata) è consigliabile utilizzare il metodo tradizionale, con atto notarile, in cui le spese saranno comunque a carico del debitore
  • alla presenza dell'atto notarile, anche la banca ha diritto ad un contributo per l'intervento del proprio notaio.

Etichette:

giovedì 11 dicembre 2008
Inserito da: Simona, 20.00 | Link | 0 Commenti

Tassi di interesse: la BCE decide

La Banca Centrale Europea [BCE] ha tagliato nuovamente i tassi di interesse dello 0,75% - passando così dal 3,25% al 2,50%. Secondo le associazioni Codacons e Adusbef, questa riduzione dovrà essere applicata immediatamente sulle rate dei prestiti finanziari, in modo da poter agevolare le famiglie che hanno stipulato un mutuo a tasso variabile.
Senza esitazioni, le banche dovrebbero abbassare al più presto i tassi, così come la BCE ha deciso; anche perché proprio le stesse hanno finora incitato le famiglie a scegliere il tasso variabile piuttosto che quello fisso, anche in un momento finanziariamente critico.
Si può calcolare così un risparmio di circa 500 euro all'anno per ogni singola famiglia che ha richiesto un prestito finanziario.
Le ricerche delle Associazioni dei Consumatori mettono in evidenza che, attualmente, le famiglie italiane arrivano a pagare tassi di interesse fino al 6%, una percentuale ben al di sopra del nuovo provvedimento della Banca Europea. In questo momento, più che mai, c'è il bisogno - da parte del Governo Italiano - di livellare gli interessi dei finanziamenti ai tassi del mercato europeo.

Etichette:


Inserito da: Simona, 18.52 | Link | 0 Commenti

Recessione tecnica per l' Italia



Come annunciato da istituto ISTAT il nostro paese è in recessione tecnica: dopo una l'emissione dei conti economici trimestrali prodoti dall' istituto ISTAT,che ha evidenziato un congiunturale del prodotto interno lordo nazionale per il secondo trimestre consecutivo.

Etichette:


Inserito da: Admin, 10.54 | Link | 0 Commenti

Garanzie sui prestiti e mutui per la crisi economica



Eurogruppo ha emanato il primo piano per risolvere il problema della crisi dei mercati sul territorio europeo.

Ogni Stato appartenete alla communità avrà una flessibilità nell'attuazione delle decisioni inerenti al problema crisi dei mercati.

Eurogruppo trova come prima intesa:
Garanzie sui prestiti

Tutti i paesti di Eurolandia garantiranno i prestiti interbancari e la ricapitalizzazione delle banche in crisi finanziaria
Ogni Paese membro deciderà potrà decidere come attuare queste garanzie nello specifico.

Etichette:


Inserito da: Admin, 10.46 | Link | 0 Commenti

Finanziamenti alle imprese e alle microimprese

Rallentamento dei prestiti alle imprese e microimprese (quelle con meno di 10 dipendenti e/o 2,5 milioni di euro di fatturato) da parte delle Banche e degli Istituti di Credito; probabilmente ciò è dovuto ad una domanda di credito inferiore da parte delle aziende che investono con più cautela, e ad una maggiore prudenza da parte dei finanziatori sull'erogazione del credito.
La notizia di questi giorni sull'argomento riguarda Bankitalia che s'impegna, conseguentemente ad una richiesta del governo, a fornire i dati mensili riguardanti i prestiti alle imprese per capire quante sono le richieste di finanziamento e per capire quanto è attiva la concessione di prestiti alle aziende in difficoltà.

Etichette:

domenica 7 dicembre 2008
Inserito da: simonetta, 18.18 | Link | 0 Commenti

Novità Dichiarazione dei redditi 2009

Novità previste in materia di detrazioni per oneri e spese, per la dichiarazione (semplificata o ordinaria) dei redditi 2009 nel modello 730.

Riguardano:
- le agevolazioni per il lavoro straordinario, supplementare e per i premi di produttività;
- la proroga per la detrazione del 55% delle spese di riqualificazione energetica;
- la detrazione del 36% sulla ristrutturazione edilizia;
- l'aumento del limite di detraibilità per interessi passivi su mutui (da 3.615,20 a 4.000 euro);
- previsione di una detrazione d’imposta del 19% per le spese di autoaggiornamento e formazione dei docenti;
- proroga della detrazione del 20% per la sostituzione di frigoriferi e congelatori e per l’acquisto di motori ad elevata efficienza e di variatori di velocità;
- possibilità per gli studenti universitari fuori sede di fruire della detrazione del 19% anche nel caso di spese sostenute per canoni relativi ai contratti di ospitalità;
- possibilità di godere di una detrazione del 19% sui contributi versati per il riscatto del corso di laurea dei familiari fiscalmente a carico.
- previsione di una detrazione d’imposta del 19% per le spese di acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale;
Da quest’anno sarà possibile ritornare anche a destinare il 5 per mille dell’Irpef ai comuni.

Etichette:


Inserito da: simonetta, 15.53 | Link | 0 Commenti

Camera di Commercio Italo Araba


Creata nel 1972 per volere della Lega degli Stati Arabi e delle aziende finanziarie italiane, promuove senza lucro la collaborazione economica
e le relazioni commerciali con il mondo arabo.

Alla Camera sono associate medie e piccole aziende del settore pubblico e privato, banche, Camere di commercio, enti e associazioni. La Camera mantiene contatti regolari con l'Unione Europea. Il Consiglio di Amministrazione è composto da membri arabi e italiani.

La Lega degli Stati Arabi è composta da: Algeria, Arabia Saudita, Bahrein, Comore, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Gibuti, Giordania, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Mauritania, Oman, Palestina, Qatar, Siria, Somalia, Sudan, Tunisia, Yemen; questi stati hanno conferito alla Camera di Commercio Italo Araba una delega per la vidimazione dei documenti di accompagnamento delle esportazioni italiane in tutti i paesi dove sia obbligatoria.

La vidimazione dei documenti è subordinata all'iscrizione al Registro degli Esportatori italiani verso i Paesi arabi. I soci possono essere ordinari o partecipanti. Per iscriversi è necessario presentare alla Camera di Commercio Italo Araba la richiesta compilata in ogni sua parte, sottoscritta e corredata con il pagamento di una quota pari a € 35,00. A ciascuna azienda richiedente sarà restituita copia della richiesta con indicazione del numero di iscrizione assegnato e stampigliatura del timbro della Camera recante l'indicazione dei diritti percepiti.

Etichette: ,


Inserito da: simonetta, 15.35 | Link | 0 Commenti

Prestiti nuovi prodotti da Plus Valore

Nuovi prodotti per il prestito da Gruppo Delta e PLus Valore
GRUPPO DELTA LANCIA LA DISTRIBUZIONE INDIPENDENTE - Comunicato stampa di Plus Valore e Gruppo Delta

Da gennaio 2009, in vendita nelle filiali di Rete Plus prodotti finanziari indipendenti dal Gruppo.
Più offerta di prodotti finanziari e un maggiore stimolo alla concorrenza sul mercato.

Dal prossimo anno, Rete Plus società del Gruppo Delta specializzata nell'offerta di finanziamenti personalizzabili rivolti a famiglie e aziende, offrirà la possibilità di acquistare, presso le proprie filiali, non solo i prodotti finanziari del Gruppo, ma anche altri prodotti di Società terze con l'obiettivo di offrire ai propri clienti il miglior prodotto di cui necessita.

"Si tratta di una novità assoluta per quanto riguarda le società di emanazione finanziaria - spiega infatti l'Amministratore Delegato di Plusvalore Arnaldo Furlotti - che offre alle imprese interessate una rete estremamente qualificata e presente in tutto il territorio nazionale, per la commercializzazione di nuovi prodotti e servizi."

Oltre alla vendita di prodotti esterni al Gruppo e a quelli Plusvalore in particolare, la distribuzione indipendente permetterà di allargare il business non solo, quindi, al prodotto finanziario classico, ma anche al prodotto assicurativo o a quello, per esempio, legato alla fornitura di energia, con proposte mirate per le famiglie. Reteplus è oggi, la Società di coordinamento delle rete commerciale di Plusvalore, che può contare su 141 Punti Plus estesi su tutto il territorio nazionale. Plusvalore Spa è una Società di Credito al Consumo specializzata nell'offerta di prodotti finanziari rivolti a privati e aziende.

Nasce nel 2000 come società captive del Gruppo Industriale Merloni per sostenere la vendita dei propri prodotti mediante l'erogazione di credito al consumo e la fornitura di servizi di assistenza post-vendita. Nel gennaio 2003 Plusvalore Spa viene acquisita da Delta Spa, società di partecipazioni fondata dalla Cassa di Risparmio di San Marino e da Estuari Srl, società formata da un gruppo di manager di consolidata e pluriennale esperienza nel settore del credito al consumo. Nell'ottobre 2004 il pacchetto azionario di PlusValore viene ceduto a River Holding Spa, sub-holding del comparto finanziario del Gruppo Delta, che attualmente detiene il 96,83% di Plusvalore mentre il restante 3,17% è posseduto dalla società Faber Factor S.p.A (Gruppo Industriale Merloni).

Plusvalore è membro Assofin ed Assilea. La Società ha sede a Bologna con capitale sociale, interamente versato, pari a 62.499.340,75 euro.
www.plusvalore.it

Etichette:

venerdì 5 dicembre 2008
Inserito da: Admin, 18.29 | Link | 0 Commenti

La figura del mediatore creditizio

Il mediatore, o agente in attività finanziaria, è un consulente per il credito, il mutuo o il prestito che mette in relazione gli istituti e le banche con chi ha bisogno di un servizio finanziario. Questa figura professionale è importante non solo per l'illustrazione dei prodotti, ma anche per i consigli che può offrire a coloro che rischiano di perdersi nel labirinto delle offerte; un buon agente finanziario, cercando il prodotto più idoneo alle esigenze del proprio cliente svolge anche un servizio sociale utile. Il mediatore è iscritto all'Albo dei Mediatori Creditizi, che gli riconosce ufficialmente il ruolo.

Etichette:

giovedì 4 dicembre 2008
Inserito da: simonetta, 20.02 | Link | 0 Commenti

Piano di rilancio per la Francia

Il Premier francese Sarkozy lancia un piano di ripresa per l'economia nazionale. Il Capo del Governo non vuole aspettare: nel momento in cui i cittadini spendono meno e congelano i loro investimenti, il deficit pubblico è in previsto peggioramento, per questo motivo è utile agire presto con un piano di finanziamento per il settore pubblico.
Dopo essere intervenuto in favore delle banche, ora è il momento del sostegno alla produzione mettendo in atto progetti già programmati.
I settori più significativi sono: ambiente, trasporti, finanziamenti e produzione. In previsione del probabile peggioramento economico del 2009, il Governo francese presenta misure che dovrebbero ammontare a 26 miliardi di euro.

Tra i progetti messi a bilancio ci sarà il rinnovamento delle reti ferroviarie, fondi dedicati ai costruttori di automobili - le quali imprese dovranno impegnarsi nella produzione - e incentivi di rottamazione, finanziamenti agevolati per le imprese statali, rimborsi Iva accelerati, agevolazioni a tasso zero per i prestiti casa, premi in denaro per famiglie meno abbienti e pensioni rialzate.
Il piano di ripresa francese appare più significativo in confronto a programmi di altri Paesi della Comunità Europea, ma il Governo di Sarkozy dovrà rispondere del fondamentale aspetto di Coordinamento e il rientro nelle misure del Patto di Stabilità.

Etichette:


Inserito da: Simona, 17.00 | Link | 0 Commenti

Let's Bank - Banco Popolare per i giovani

Una linea di conti correnti a favore dei giovani, il Banco Popolare ha pensato a loro offrendo l'accesso a prestiti personali su misura. Let's Bank è un'idea del gruppo bancario per avvicinare i giovani al mondo delle finanze, così per imparare a gestire i propri risparmi da subito.

Le esigenze che cambiano col crescere, necessità diverse per fasce di età differenti, il conto Let's Bank accompagna i giovani titolari nel loro percorso di sviluppo economico.
Le priorità nella vita dei giovani mutano quanto i loro interessi, impegni e ideali.

La gamma offre tre diversi conti correnti:
Scoprire > per i giovani ragazzi tra i 12 e i 17 anni
Studiare > per gli studenti tra i 18 e i29 anni
Lavorare > per i giovani lavoratori tra i 18 e i 29 anni

Una particolare attenzione è data ai prestiti personali, ogni formula presenta tipologie diverse di finanziamento:
- per i titolari della prima fascia Scoprire è necessario un genitore come responsabile del "patrimonio", infatti l'adulto può usufruire di un prestito personale fino a 3.000 euro, per finalità collegate all'educazione del figlio minore (per es. acquisto di computer, libri, iscrizione a corsi, ecc.); il conto ha canone pari a zero, operazioni illimitate e bancomat
- i titolari della seconda fascia Studiare devono essere maggiorenni che svolgono un percorso di studi, essi hanno diritto di amministrare autonomamente i loro risparmi, con la possibilità di accedere a un prestito personale finalizzato all'acquisto di libri, computer, scooter, tasse scolastiche e/o universitarie, con un tetto massimo tra i 3.000 e i 15.000 (quest'ultimo per eventuali tasse d'iscrizione a Master); il canone del conto è pari a zero con operazioni illimitate, bancomat e carta di credito scontata del 50%
- per la terza fascia Lavorare i titolari avranno la possibilità di richiedere prestiti finanziari dedicati a spese per Master di Specializzazione fino a 15.000 euro e l'opportunità di accendere un mutuo a condizioni vantaggiose, il loro canone sarà di 3 euro al mese e operazioni illimitate, oltre al bancomat e carta di credito gratuita.

Let's Bank
si avvicina ai giovani in diversi aspetti economici, infatti offre sconti fino al 4% sul carburante, 10% sugli acquisti online di materiale informatico e libri, altri su corsi, viaggi studio e divertimento. Il Banco Popolare dedica altri vantaggi e regali a coloro che seguiranno tappe importanti come: conseguimento di diploma, laurea e matrimonio.

Per informazioni più approfondite è possibile visitare il sito dedicato alla promozione:
www.letsbank.it

Etichette:

mercoledì 3 dicembre 2008
Inserito da: Simona, 19.12 | Link | 0 Commenti

Prestiti "ad honorem" per gli universitari di Cagliari

Da un decreto sottoscritto dal Rettore dell'Università di Cagliari - Pasquale Mistretta - sulla base di un progetto/accordo tra la Regione Sardegna e l'Ersu, gli iscritti dell'ateneo di Cagliari avranno tempo fino al 31 dicembre 2008 per richiedere un "prestito d'onore".

Si tratta di un'agevolazione finanziaria, rivolta agli studenti universitari del capoluogo sardo, in accordo con il Banco di Sardegna. Sono disponibili 55 prestiti personali, così suddivisi:
- 22 prestiti per gli iscritti a un corso triennale
- 14 prestiti per coloro che frequentano un corso di specializzazione
- 8 prestiti offerti agli studenti dei corsi a "ciclo unico"
- 11 prestiti riservati ai già laureati iscritti a master dello stesso ateneo.

I prestiti andranno da 5.000 a 15.000 euro a persona, finanziamenti agevolati della durata da 1 a 3 anni, erogati sotto forma di credito sul proprio conto corrente. Per la liquidazione del debito si ha tempo fino a 2 anni dopo la "scadenza" dell'iscrizione all'ateno di Cagliari, ossia quando:
- si sono completati gli studi
- si interrompono gli studi
- vi è un trasferimento ad altro ateneo

Mentre il piano di ammortamento può avere durata totale di 8 anni, con rate costanti e possibilità di estinzione anticipata. Un vero e proprio prestito personale.

Le domande dovranno essere presentate entro la fine di questo anno. Per maggiori informazioni e dettagli è disponibile la Sezione Programmazione dell'Ateneo al numero 070.6752401-7

Etichette:


Inserito da: Simona, 11.08 | Link | 0 Commenti

Prestito sull’onore

Alcune regioni italiane mettono a disposizione il prestito d'onore per chi si trova in situazione di temporanea difficoltà economica.
E' indirizzato a singoli, coppie, famiglie con tre o più figli a carico, famiglie con aumento del carico familiare per parto gemellare o plurigemellare, famiglie con figli disabili, gestanti e puerpere sole, famiglie monogenitoriali con figli minori.
Questo tipo di prestito in denaro è a tasso zero, ovvero non prevede il pagamento d’interessi; è da restituire attraverso rate mensili, entro un periodo di tempo che non può superare i 5 anni, con un piano di restituzione concordato.
La domanda per ottenerlo va presentata, attraverso appositi moduli, presso i Servizi sociali.
Le condizioni economiche per avere diritto al prestito sono uguali a quelle che danno diritto all´assegno familiare, al netto dell´affitto o del mutuo per la prima casa.

Etichette:

martedì 2 dicembre 2008
Inserito da: simonetta, 23.53 | Link | 0 Commenti

"Amministrazione controllata" per la London Scottish Bank

La cosiddetta "banca dei poveri", la London Scottish Bank, ha dichiarato di entrare sotto il "controllo amministrativo" dopo il blocco delle acquisizioni di nuovi depositi.
L'istituto bancario inglese è specializzato, per clienti a bassa disponibilità economica, in prestiti finanziari e conti correnti a tasso fisso.

Il Governo londinese assicura che il collasso dell'istituto non andrà a danneggiare i già acquisiti 10.000 risparmiatori: nessuna perdita dei risparmi e garanzie dei fondi, grazie allo Schema di Compensazione dei Servizi Finanziari di Londra.
Già da mesi la banca ha subìto perdite di quasi 8 milioni di sterline, una cifra pari circa 9 milioni di euro. A questi fatti si collega la sospensione in Borsa del titolo LSB.
La Dirigenza della London Scottish Bank annuncia che sono già presenti alcuni soggetti interessati all'acquisto del loro istituto bancario.

Etichette: ,

lunedì 1 dicembre 2008
Inserito da: Simona, 14.44 | Link | 0 Commenti