Inps e Banca Intesa nuovo accordo per Finanziamenti ai pensionati


Banca Intesa e Inps stipulato una accordo per i prestiti ai pensionati finanziati con la cessione fino ad un quinto della rata della loro pensione.

Si può richiedere il prestito/finanziamento in una delle filiale di Banca Intesa e possono beneficiare della convenzione i pensionati Inps cnon superino gli 80 anni.

Etichette:

venerdì 29 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 17.58 | Link | 0 Commenti

Usura arresto, concedeva prestiti al 300 per cento d' interesse

Usuraio concedeva prestiti con un interesse di oltre il 300 per cento

Uno spazzino avrebbe concesso prestiti circa 80 mila euro a tassi altissimi da usuraio del 300 per cento ad alcuni imprenditori di Spezia, compiendo anche estorsioni contro di loro.
A finire nei guai uno spezzino di 37 anni, che è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Spezia.

L'uomo, nonostante risultasse disocupato e nullatenente è stato trovato in possesso di 25 mila euro in contanti.

Dovrà inoltre rispondere di porto d'armi abusivo per esser stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, numerose altre armi bianche, una pistola ad aria compressa, radio ricetrasmittenti e una balestra durante una perquisizione domiciliare.

Il tribunale della Spezia aveva emesso un ordine di custodia cautelare in carcere su richiesta della procura della repubblica. Le indagini della Guardia di Finanza proseguono per identificare eventuali complici dell'usuraio.

Etichette:

mercoledì 27 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 19.11 | Link | 0 Commenti

Prestiti tasso interesse alle stelle

Tassi interesse per prestito alle stelle secondo i rapporti ABI
Abi: a gennaio il tasso medio per famiglie e società è salito al 6,22%. Due anni fa era al 4,72%

Il Credito sta diventando sempre costoso alle famiglie e imprese italiane. Nel mese di Gennaio secondo i dati Abi, il tasso medio ponderato sul totale dei prestiti a famiglie e società non finanziarie ha toccato il massimo storico da quando viene rilevato: 6,22%, +0,05% rispetto 6,17% di dicembre.
Il tasso, nel gennaio del 2007, era al 5,52%. Se compariamo a due anni fa il balzo è di 150 punti base: a gennaio 2006 il tasso medio era al 4,72%.

I tassi sui mutuoi miglirano - Migliora la situazione sul fronte dei tassi d'interesse sui mutui. A gennaio 2008 i tassi applicati dalle banche sui mutui per l'acquisto delle abitazioni si sono attestati al 5,71%, in calo rispetto Dicembre 2007 (5,72%).

Il dato, come precisa il rapporto Abi, sintetizza l'andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato dalla variazione della composizione tra le erogazioni a tasso fisso e variabile.
Per maggiori guide su prestiti seleziona prestiti online

Etichette:


Inserito da: Admin, 18.56 | Link | 0 Commenti

Microcredito: un sostegno all’imprenditoria

Nuovo articolo sul Microcredito

Italiani sono un popolo di indebitati, con le rate del mutuo, dei viaggi e della macchina. Il sistema creditizio pesa sulla testa di tutti coloro che non possono permettersi di affrontare interamente le proprie spese.

Più difficoltose è riuscire ad ottenere un prestito per avviare un’attività di lavoro autonoma o un progetto imprenditoriale. Per questo motivo si è affermato il microcredito.

Microcredito: un sostegno all’imprenditoria

Etichette:

martedì 19 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 19.39 | Link | 0 Commenti

Credito per USA e Europa nessuna contrazione

Credito per USA e Europa nessuna contrazione

Leggete il nuovo articolo su Prestiti Online:

Negli Stati Uniti D' America le richieste settimanali di mutui sono progredita del 3%. Bisogna dire che essendo un indice calcolato settimanalmente, la tendenza generale è di essere volatile e instabile, probabilmente sensibile ai recenti tagli dei tassi da parte della Fed.

Credito per USA e Europa nessuna contrazione

Etichette:


Inserito da: Admin, 19.33 | Link | 0 Commenti

Prestiti tassi instabili

Prestiti tassi instabili grafico instabilità

Vi segnaliamo un nuovo articolo sul nostro portale Prestiti-online.org

Aumenta i cittadini in Italia che richiedono prestiti per fare acquisti. Nel 2007 i prestiti non garantiti da ipoteca hanno registrato una aumento del 9,1% (dati Assofin).

Sono aumentate comunque anche le sofferenze, passate dal 2,2% di gennaio al 7,6% di novembre dopo aver sfiorato il 10% un mese prima (dai ufficio studi Confindustria).

Leggi l'articolo completo clicca Prestiti tassi instabili

Etichette:


Inserito da: Admin, 19.29 | Link | 0 Commenti

Mutuo a tasso fisso o variabile?




Un interessante video proposta da LaReppublica.it, il video è un analisi sulle varie tipologie di mutuo a tasso fisso o variabile.

Leggi l'articolo correlato Mutuo tipologie

Etichette:

martedì 12 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 10.16 | Link | 0 Commenti

La Regione liguria aiuta chi non riesce a pagare il mutuo



La Regione Liguria lancia un progetto per aiutare le famiglie che non riescono a pagare le rate del mutuo visto l'aumento dei tassi di interesse.
l'accorod di Regione Liguria e l 'associazione delle Banche Italiane hanno cncordato un fondo di garanzia a rotazione.
Il fondo aiuterà tutte quelle famiglie che per svariati motivi hanno difficoltà nel pagare le rate del mutuo.




Guardate il documento di Primo Canale a

La regione liguria aiuta chi non riesce a pagare il mutuo

Etichette:


Inserito da: Admin, 09.49 | Link | 0 Commenti

Prestito personale senza banca né finanziarie


Boober.it, l’innovativo marketplace per il Social Lending, ossia i prestiti tra privati on-line senza intermediazione bancaria, ha fatto della semplicità il suo cavallo di battaglia. Ma questa non è la sola ragione per visitare il sito www.boober.it e iscriversi a Boober Italia.


Dopo due mesi di attività, Boober sembra davvero capace di mantenere quanto promesso: tassi vantaggiosi per tutti. Per chi chiede e per chi presta. E il segreto non è un segreto: niente banche né finanziarie di mezzo, costi di intermediazione ridotti al minimo e massima libertà agli utenti che possono accordarsi su tassi convenienti per entrambi, siano essi richiedenti o finanziatori.http://www.blogger.com/img/gl.link.gif

Il Social Lending è una forma di finanza personale che usufruisce delle enormi potenzialità di Internet e in particolar modo del Web 2.0. Per questo i prestiti su Boober sono anche chiamati prestiti 2.0, o prestiti peer-to-peer. L’accordo diretto tra le parti, infatti, snellisce il processo e rende più economici gli accordi.

Un fenomeno, il Social Lending, da seguire con molta attenzione. Ad oggi non ci è dato sapere se condurrà a una qualche rivoluzione, come qualcuno auspica. Di certo Boober si propone come una validissima alternativa ai classici strumenti di credito e - perché no - di investimento.
www.boober.it

Etichette:

lunedì 11 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 15.58 | Link | 0 Commenti

Sempre più abruzzesi indebitati

Il credito al consumo costituisce ormai una variante fondamentale del sistema economico ddella regione Abruzzo. Si è costretti a ricorrere a forme di finanziamento che siano le più varie e che comportano comunque l’aggravio di spese per la difficoltà nell'avere denaro.

Il rapporto tra consistenze di credito al consumo e Prodotto interno lordo è pari ormai al 5,8%. Le stime sul volume complessivo dei prestiti, raccolte nel Rapporto Italia 2008 dell’Eurispes, confermano una spinta notevole al credito da parte delle famiglie abruzzesi.
Infatti nel periodo che va dal 2002 al 2006 in Abruzzo, sempre secondo l’Eurispes, il volume dei prestiti concessi da banche e società finanziarie ha subito un incremento percentuale pari al 91,6%.
Un valore percentuale elevatissimo, che supera del 5,5% la media nazionale, e del 16% quella delle regioni del Centro Italia.
Nel primo semestre del 2007 la cifra complessiva dei prestiti concessi alle famiglie abruzzesi da banche e società finanziarie ha superato la soglia dei 2 miliardi di euro.
Il debito delle famiglie italiane, come emerge dalle rielaborazioni dei dati di Bankitalia, non incoraggia conclusioni confortanti, peraltro cementate da tutte le indagini socio-economiche dell’Eurispes.
La crescita complessiva del debito, tra prestiti di finanziarie, banche e mutui, in un Paese da sempre caratterizzato da una forte vocazione al risparmio, secondo il Presidente dell’Eurispes Abruzzo Nicola Di Bernardo «costituisce il segnale di una carenza generale di liquidità delle famiglie italiane ed abruzzesi piuttosto che una fonte di vitalità del sistema economico».
Le famiglie sono dunque spinte al credito da necessità puramente economiche.
Un’ipotesi ampiamente confermata dalle rilevazioni dell’Eurispes, dalle quali emerge che il 44,2% degli italiani acquista a rate per motivi di scarsa liquidità ed il 19,7% perchè costretto al credito per comprare beni, prodotti o servizi indispensabili.

Etichette:

mercoledì 6 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 17.40 | Link | 0 Commenti

Modifica del regolamento per l’iscrizione al fondo credito Inpdap


Cambiano le regole per l’iscrizione Inpdap.
Importante modifica del regolamento Indap per l’iscrizione al fondo creditizio, con l’entrata in vigore della Finanziaria 2008 verrà in disuso il criterio del silenzio assenzo che permetteva (in automatico) l’iscrizione al fondo da parte di dipendenti e pensionati di pubbliche amministrazioni.

AL MOMENTO per ottenere le agevolazioni si deve chiedere espressamente all’Inpdap (tramite comunicazione scritta) la volontà di aderire/usufruire delle agevolazioni.

COME MUOVERSI

Per iscriversi basta recarsi presso la sede di residenza dell’Inpdap e richiedere i moduli per l’iscrizione, OPPURE si può effettuare via internet scaricando i moduli dal sito dell’Inpdap e poi inviarli direttamente per fax o per posta.

L’iscrizione costa lo 0,35% della retribuzione per i lavoratori in servizio e lo 0,15% della pensione lorda per i pensionati (se inferiore a 600 euro lordi al mese, l’iscrizione è gratuita)

COSA OFFRE L’INPDAP

L'Istituto offre due forme di credito

* La prima, destinata agli iscritti, prevede prestiti e mutui erogati in via diretta dall'Istituto
* La seconda, destinata a iscritti, pensionati e relativi familiari, prevede prestiti e mutui a tassi agevolati grazie a convenzioni che l'Istituto stipula con alcune banche.

Tipi di Prestiti

* Il piccolo prestito consente di ottenere per una durata di 12, 24, 36, 48 mesi una somma pari a due, quattro, sei, otto mensilità del proprio stipendio senza presentare alcuna documentazione di spesa.

* Il prestito pluriennale consente di accedere a un prestito della durata di cinque o dieci anni per una trattenuta massima non superiore al quinto dello stipendio. È richiesta la documentazione di spesa ed è prevista un'ampia casistica di motivazioni in base alle quali effettuare la domanda.

* Il prestito pluriennale garantito permette di ottenere un prestito quinquennale o decennale tramite una Società finanziaria accreditata presso l'Inpdap, garante del rimborso delle rate contro alcuni rischi. La trattenuta massima non può superare il quinto dello stipendio. Non occorre presentare documentazione di spesa.

Tipi di Mutui

Il finanziamento è per l'acquisto della prima casa e possono richiederlo gli iscritti in forma singola o associata (cooperative di iscritti).

* Mutui ipotecari è la prestazione che fornisce un finanziamento per l'acquisto e/o ristrutturazione della prima casa di abitazione; la durata è di 10, 15, 20, 25 o 30 anni a tassi di interesse fisso e/o variabile.

* Mutui ipotecari a cooperative formate da iscritti sono concessi a Cooperative edilizie a proprietà individuale, composte al massimo da 20 soci iscritti all'Inpdap.

* Mutui ipotecari a Enti e Cooperative edilizie: sono mutui concessi con i fondi delle soppresse Casse Pensioni gestite dagli ex II.PP.

Convenzioni

Gli iscritti al fondo INDAP e i pensionati pubblici che non possono usufruire dei normali prestiti erogati dall'Inpdap, possono richiedere prestiti e mutui ipotecari a banche e società finanziarie a tassi e condizioni particolari.

Etichette:

martedì 5 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 21.43 | Link | 0 Commenti

portabilità del mutuo: è veramente gratis?

La portabilità del mutuo non è del tutto gratis, anche se rispetto al passato i costi si sono abbassati.

Le spese notarili si devono pagare lo stesso.

Inoltre, il mutuo deve rimanere invariato; non devono variare l'importo e la durata, altrimenti oltre al notaio, si devano pagare la penale di estinzione e l'imposta sostitutiva.

Per notizie su azioni, etf, fondi pensione e mutui, visita finanza.

Etichette:

lunedì 4 febbraio 2008
Inserito da: PETRSALVATORE, 09.11 | Link | 0 Commenti

Debito vizio e business

Nella nostra vita quotidiana il debito si è trasformato in un normale metodo di pagamento, ci si indebita per comprare un telefonino e persino per fare la spesa al supermercato: gli italiani si sono ormai abituati a convivere con i propri debiti. Indebitarsi può essere un vizio, una necessità e soprattutto un grosso business per banche e istituti di credito.

Con l’arrivo di Zopa tutti possono essere un po banchieri. Zopa è stata aperta in Gran Bretagna, è una piattaforma peer to peer. All'interno del settore prestiti, tuttora comprende 110 mila sottoscrittori on line, che hanno prestato i propri soldi ad altri sottoscrittori on line, e li hanno visti restituiti con un tasso di interesse garantito del 6,75%. Pare che l’innovativo sistema possa sbarcare anche in Italia.


Leggi l'articolo sul Prestito comunitario e il socail leading clicca Social leading e prestito comunitario.

Etichette:

sabato 2 febbraio 2008
Inserito da: elikim, 15.44 | Link | 0 Commenti